“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Alghe Hijiki all’arancia

Hijiki all'arancia con basmati integrale

Le alghe Hijiki (si pronuncia hiziki), sono alghe da scoprire e provare, perchè ricche di proprietà. Come tutte le alghe sono una miniera di sali minerali, ma le hijiki spiccano per il contenuto di calcio, decisamente superiore a quello del latte vaccino.

Sono particolarmente adatte per migliorare la bellezza dei capelli, che diventano più forti e lucidi.

Ma il loro impiego più interessante, soprattutto in questo periodo, è sul sistema immunitario. Infatti la loro azione più spiccata è proprio quella di rinforzare le nostre difese.

Vanno usate in piccole quantità e non tutti i giorni. Una volta alla settimana, o ogni due settimane è sufficiente per godere dei benefici effetti. E’ sconsigliato un uso più frequente.

Ingredienti

Per 2 persone:

  • 1 cucchiaio di alghe Hiiziki
  • 1 cipolla
  • 2 carote
  • 2 arance
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di aceto di riso o di mele
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale marino integrale

Metti in ammollo le hijiki in acqua tiepida. Nel frattempo sbuccia e affetta la cipolla. Trasferiscila in padella con l’olio e il sale e falla rosolare.

Intanto taglia la carota come preferisci e poi uniscila alla cipolla. A questo punto l’alga sarà morbida e potrai aggiungerla in padella.

Aggiungi l’aceto e un bicchiere d’acqua. Lascia stufare coperto per 15 minuti. Trascorso il tempo aggiungi la salsa di soia e cuoci ancora qualche minuto.

Intanto grattugia la buccia di un’arancia, oppure usa il pelapatate e poi taglia la buccia a striscioline.

Spremi il succo di entrambe le arance e aggiungilo in padella. Mescola e spegni.

Aggiungi anche la buccia e servi accompagnato con un cereale lessato, in questo caso ho usato del basmati integrale.

Se hai difficoltà a trovare le alghe Hijiki nei negozi, puoi ordinarle on line:

Hijiki - Alghe Marine Giapponesi

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

20 commenti
  1. Buongiorno Dealma, ancora una volta mi è arrivata la tua Lezione mentre stavo proprio pensando al tema che tratta. Infatti mentre aprivo la posta riflettevo sul percorso che sto facendo, compreso quello alimentare, per la mia evoluzione spirituale. E, visto che mi sto dando da fare per imparare a nutrirmi in tal senso, sentivo che il mio approdare a questo sistema di alimentazione fosse il migliore per me. Sono oltretutto master reiki e sento che le mie energie da quando mangio seguendo i tuoi consigli sino accresciute. Quindi ti seguirò sempre con grande piacere e chissà se un giorno potremmo incontrarci in uno dei tuoi Tours in gito per l’Italia.
    Intanto ti seguirò qui e cercherò di mettere in pratica le buone ricette che pubblicherai, come ho cominciato a fare. Appena mi procurerò l’alga hijiki proverò anche questa…;)…..
    Una lieta giornata e ancora un grazie di cuore…..:)

    • Ciao Francesca, mi fa piacere sapere che stai già sentendo gli effetti del cambiamento alimentare. Credo che per chi, come me e te, si occupa anche di energie sottili, con il reiki ad esempio, abbia ancora più bisogno di un’attenzione particolare all’alimentazione. Chissà magari un giorno ci conosceremo davvero di persona, sarebbe un piacere. Intanto buon viaggio sulla via macrobiotica.

  2. Gentile Dealma,
    grazie come sempre. Oggi pomeriggio devo andare a Naturasi e guarderò se trovo l’alga hijiki, in tal modo mi cimenterò nella tua ricetta. Le arance della coop non hanno la buccia edibile e dunque bisogna trovare quelle realmente “naturali”, genuine, come direbbe mio padre.
    Ti saluto con profonda stima
    Beatrice

    • Sono d’accordo, per usare la buccia devono essere assolutamente naturali! 🙂

  3. Ciao Dealma,
    volevo dirti che ho provato la ricetta del budino di cachi ed è stato un successone….all’ultimo ho aggiunto un pochino di curcuma per ravvivare il colore …. con le scaglie di cioccolato sopra era bellissimo!
    grazie 1000

    • Bella l’idea della curcuma, brava! Sono contenta che ti sia piaciuto. 🙂

  4. Ciao Dealma, si queste alghe le uso molto poco perchè già uso la Kombu, 4 – 5 volte a settimana, l’agar- agar 2 o 3 volte al mese, la cura di spirulina 3 volte anno. Cosa dici che è troppo? UN SALUTO E UN AUGURIO A TUTTI

    • Ciao Annamaria, ma no non è troppo, tranquilla. 🙂

  5. Ciao Dealma,

    ho provato l’altra sera la ricetta con le alghe Hijiki, molto azzeccato il succo di arancia che maschera il sapore forte delle alghe, inoltre la consistenza di queste alghe mi piace molto, sembrano spaghetti. Ho accompagnato con il riso integrale, il piatto è molto sostanzioso e l’abbinamento è delizioso. Domandina: il succo di limone invece che quello d’arancia, che ne pensi?
    Inoltre ti ringrazio della ricetta della crema di riso e avena per la colazione, è fantastica la mangio tutte le mattine e mi manca se non ho avuto tempo di prepararmela. BUONE FESTE!

    • Ciao Laura, sono davvero felice di sapere che ti sei affezionata alla crema di cereali, bene! Anche il succo di limone va bene in questa ricetta. 🙂

  6. Gentile Dealma vorrei sapere se non è eccessivo usare l’alga hijiki se già mi preparo 3 o 4 volte la settimana la zuppa di miso con l’ alga kombu. Come faccio a sapere se non assumo troppo iodio? Grazie!

    • Ciao daniela, se usi l’hijiki non più di una volta ogni 10 giorni non c’è problema, anche se fai la zuppa di miso. Però usa la wakame nella zuppa, non la kombu, ha meno sodio e lavora sul fegato. 🙂

  7. Il sapore è qualcosa di incredibile. Non vedo l’ora che passino i quindici giorni per ripeterle. Ho dovuto usare il limone anche se avevo comperato le arance. Mentre le mangi sembra non possa esistere sapore migliore, davvero incredibili

    • Ciao Elisabetta, sono felice che ti siano piaciute così tanto. Anche io le adoro ed è un peccato non poterle mangiare più spesso! Ma contengono un piccolissima quantità di arsenico, quindi non dobbiamo esagerare. 🙂

  8. Ciao Dealma,
    ho letto che non è prudente mangiare alghe di produzione giapponese perchè dopo l’incidente della centrale nucleare, possono essere radioattive.
    Io di solito cerco d comprare quelle di origine europea. Tu cosa ne pensi?
    Grazie

    • Ciao Rita, in effetti il rischio esiste. Anch’io se posso acquisto quelle bretoni o spagnole.

  9. Ciao Dealma,

    Siccome non ho le arance, che ne pensi se al posto loro uso succo di zenzero o di limone?

    • Ciao Michela, si certamente. Il sapore sarà diverso, ma sicuramente interessante. Da provare. 🙂

      • Alla fine ho reperito un’arancia, non so come, e l’ho fatta: un’altra ottima ricetta e un modo carino per mangiare le alghe con le quali, all’inizio, non andavo molto d’accordo! Ma la prossima volta la proverò anche nella variante con limone e zenzero! Un abbraccio

Scrivi un commento