“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Barrette morbide di cereali

Barrette morbide di cereali

Finalmente dopo lunghe sperimentazioni, sono riuscita a creare delle barrette morbide da portarmi come spuntino in borsa.

Le barrette  che troviamo in commercio, oltre ad essere piuttosto care se sono bio, contengono nella migliore delle ipotesi il miele, e nella peggiore lo zucchero, per non parlare dei vari grassi non idrogenati come l’olio di palma. Prepararle in casa risolve in un colpo tutti questi problemi.

Queste barrette durano diversi giorni, basta conservarle in un contenitore chiuso.

Le barrette sono ottime come merenda o come colazione (ogni tanto), ma soprattutto sono perfette per portare con se una merendina al lavoro o a scuola.

Per i bambini e per gli studenti è fondamentale utilizzare a colazione e a merenda dei cereali, soprattutto integrali, in modo da beneficiare dei carboidrati complessi a lento assorbimento, che nutrono il cervello costantemente, garantendo lucidità e concentrazione per tutta la mattina.

Ho utilizzato cereali soffiati e in fiocchi. L’unico cereale integrale soffiato che sono riuscita a trovare è l’orzo, quindi è bene che sia presente.

Ingredienti

  • 4 cucchiai di fiocchi di cereali (avena, orzo, ecc.)
  • 4 cucchiai di cereali soffiati (riso, orzo, farro, quinoa, ecc.)
  • 3 cucchiai di uvetta
  • 3-4 albicocche secche
  • 3-4 pezzetti di pere secche
  • 2 manciate di nocciole
  • 2 cucchiai di semi di sesamo
  • 3 cucchiai di malto di riso
  • 50 di mandorle ridotte in farina
  • 150 g di cioccolato fondente (facoltativo)

Unisci in una ciotola i fiocchi di cereali, l’uvetta e la frutta disidratata e copri con acqua per far ammorbidire. In un’altra ciotola mescola i cereali soffiati con il sesamo, le nocciole tagliate a pezzetti, la farina di mandorle e il malto. Strizza bene gli ingredienti che erano in ammollo e aggiungili al composto. Mescola bene schiacciando con il cucchiaio.

Rivesti una una pirofila con la carta forno e versa il composto. Distribuiscilo bene, schiacciando e livellando. Inforna per 30 minuti a 160°. Nel frattempo sciogli il cioccolato che verserai sopra al composto una volta tolto dal forno. Lascia raffreddare e metti in frigorifero per una mezz’ora. Estrai il composto con tutta la carta forno e rovescialo su un tagliere. Togli la carta e taglia in barrette.

Questa ricetta si presta per mille variazioni. Io ho usato albicocche e pere, ma puoi utilizzare anche altri tipi di frutta disidratata.

Prova questa ricetta e raccontami come è andata. I tuoi commenti, suggerimenti o domande sono molto importanti per me e sono sicura che saranno di grande aiuto per tutti. 🙂

Se hai difficoltà a trovare il malto di riso, soprattutto il barattolo grande, più conveniente, puoi ordinarlo qui:

Malto di Riso Bio

Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

45 commenti
  1. Buonissime e super comode!

  2. buonissime!metto in moto l’essicatore e poi le faccio.comode da mangiare prima di fare ginnastica.
    leggo sempre le tue ricette, anche se commento poco.sei molto brava.
    buona giornata
    valentina

    • Mi fa piacere che le mie ricette ti piacciano. Buone barrette allora! 🙂

  3. Brava ottima ricetta. Complimenti

  4. Gentile Dealma,
    le tue ricette sono sempre uno stimolo per mangiare sano ma in modo gustoso. Qualche mese fa avevo realizzato una ricetta simile ma sono sicura che la tua sia migliore e più squisita. Anziché le pere metto i fichi secchi fatti da mamma e qualche noce. Non appena compro i cereali soffiati, la realizzerò. Grazie come sempre per la tua condivisione e il tuo amore per la cucina sana.
    una luminosa giornata
    Beatrice

    • Grazie a te Beatrice, sei sempre molto carina. Poi mi racconterai come sono venute con i fichi e le noci. 🙂

  5. Cara Dealma , ho fatto le barrette ieri, sono eccezionali, oggi le ho consegnate a mia figlia e mio nipote come merende o spuntini. Ho messo del grano saraceno soffiato, visto che l’avevo , ma non lo consiglio perchè si secca troppo e lo senti sotto i denti, quindi l’orzo soffiato bello grande va meglio. Un abbraccio e grazie Annamaria

    • Ciao Annamaria, sono contenta che siano venute bene, brava! 🙂

  6. grazie, ci proverò sabato…sono veramente comode!!

    • Ciao Miria, attendo notizie sul risultato allora. 🙂

  7. Ciao oggi sono riuscita a prepararle: ottime, sane ed economiche … Il che non guasta soprattutto per me che con due figlie risolvo egregiamente il problema della merenda a scuola. Complimenti e grazie per offrire sempre ricette gustose e di sicuro successo. Fino ad oggi ho provato diverse ricette tra quelle da te proposte e devo proprio ammettere che sono sempre riuscite bene e sono state apprezzate anche da persone abituate a mangiare in modo tradizionale, dimostrando che una alimentazione naturale e salutare non è necessariamente “senza” gusto anzi al contrario è piacevole e soddisfacente. Grazie ancora!!

    • Grazie a te Antonietta per il tuo commento, mi è di grande incoraggiamento. 🙂

  8. Sono fantastiche, semplici da fare e ottime da gustare!

  9. Grazie Dealma,
    le ho fatte ieri con gli ingredienti che avevo in casa, come cerali avevo solo i fiocchi d’avena, i cereali soffiati, li ho ordinati subito dopo aver letto la ricetta e mi dovrebbero arrivare la prossima settimana, al posto delle pere (che non avevo) ho usato le mele, no nocciole per problemi di allergia di mio marito, in ultimo ho aggiunto un fico.
    Che dire … veramente ottime, grazie infinte!

    • Brava Silvia, così si fa! Ci si ingegna con quello che si ha in casa. 🙂

  10. Splendida ricetta! pensa che proprio ieri cercavo a qualcosa di sano e pronto per gli SOS di mia madre che è diabetica ma ha episodi di ipoglicemia.
    Queste barrette saranno una soluzione ideale.
    Grazie ancora

  11. Ciao, brava bravissima! Le ho fatte e avrei alcune domande.. Il malto è necessario? Se ammollo i fiocchi nel succo di mela? Io le ho stese alte mezzo centimetro e sono rimaste compatte ma morbide e un po’ appiccicose è normale? Io come cereali soffiati ho usato miglio e grano saraceno perché ho pensato di usare “cereali” senza glutine secondo te ho fatto bene?
    Complimenti ancora è grazie per condividere tutto il tuo sapere con noi!
    Un abbraccio

    • Ciao Eleonora, il malto serve non solo per dolcificare, ma anche da collante. Non sono sicura che solo con il succo di mela si compattino, ma dovrei provare. Se hai problemi con il glutine puoi usare al posto del malto lo sciroppo di riso, che non contiene enzimi dell’orzo. Direi che qualsiasi cereale soffiato va bene, dipende solo dai gusti e dalle esigenze personali. Un filino appiccicose si, ma non troppo. L’altezza è da sperimentare, credo che possa andar bene anche come hai fatto tu, un po’ più sottili. 🙂

  12. ciao Dealma,
    Fatte oggi, con quello chce avevo in casa, ottime!
    Adesso che sono riuscita a farle, aumentero’ le dosi e via,
    a distribuire ad amici e colleghi. Grazie di cuore per la ricetta, sei fantastica!
    L.

    • Sono proprio contenta che ti siano piaciute, speriamo piacciano anche ad amici e colleghi! 😉

  13. Grazie Dealma sempre ottimi suggerimenti. Le ho fatte con quello che avevo in casa…piaciute a tuta la famiglia!
    Manuela

    • Fantastico! Il bello di questa ricetta è che ci puoi infilare quello che vuoi e viene sempre bene. 🙂

  14. Ciao dealma, ti seguo da tempo e ho già preparato alcune tue ricette…..interessanti negli ingredienti e gustose da assaporare. Questa però non l’ho ancora provata e quindi ti chiedo se puoi dirmi, per cortesia quante barrette si ottengono con i quantitativi indicati ……vorrei portarle a una serata di danze, non in forma di barrette ma di quadrotti, così da mangiare mentre si danza, per recuperare un po’ di energie. vorrei ottenerne almeno una cinquantina di 3 cm ciascuna.
    puoi aiutarmi con i quantitativi?
    grazie mille. daniela

    • Ciao Daniela, bella l’idea dei quadrotti monoporzione per “tirarsi su”. 🙂
      Dunque, con queste quantità io faccio circa 8-10 barrette, quindi direi che potrebbero venire 24-30 quadrotti, ma sto andando un po’ ad occhio. Poi raccontami se hanno avuto successo. 🙂

  15. ciao Dealma, nn le ho ancora provate… mi chiedevo: e se provassi senza la cottura in forno, cambierebbe molto il gusto? come collante si usa anche il cioccolato fuso… o sbaglio?
    grazie mille x le idee che proponi, ciao
    Miriam

    • Ciao Miriam, se usi il cioccolato come collante non serve metterle in forno. Se invece usi il malto si, perchè caramella leggermente (non come lo zucchero) tenendo insieme il tutto. La cottura in forno in questo caso serve anche a cuocere i fiocchi di cereali. Per evitare la cottura in forno ma non mangiarli crudi, puoi cuocerli 5 minuti in acqua o latte vegetale prima di mescolarli agli altri ingredienti.

  16. Ciao Dealma,
    ieri sera ho provato a fare le barrette seguendo la tua ricetta e il risultato è stato straordinario, Mi si è aperto un mondo!
    Grazie!
    Elisa

  17. sono DELIZIOSEEEE! giuro mai avrei pensato che una barretta potesse essere così buona, brava Dealma, grazie! Ho dvuto variare due ingredienti: niente uvetta e pere, perchè avevo solo albicocche secche che quindi ho triplicato, e niente sesamo: mi mancava e ho messo semi di canape e di zucca.

    • Sono felice che ti siano piaciute così tanto. Brava, hai fatto bene a variare improvvisando con ciò che avevi a disposizione, così si fa! 🙂

  18. Evvai è un periodo che ho bisogno di dolci! Prodotte anche queste con i miei kiwi essicati e albicocche…
    Per ultimo le ho passate a 45°nell’essicatore, mi piacciono “scrocchianti”….. golosamente deliziose!
    Ciao bacio …sei sempre geniale!

  19. Ciao, provate anche queste e confermo che sono buonissime…
    a presto

  20. Ciao,fatto ieri le barrette e davvero squisite e semplici da fare!!!!
    Ho fatto una versione un po diversa x via che non avevo tutti gli ingrdienti, ma comunque era squisito perché mi sono mangiata tutta una teglia

    • Bene sono contenta! A parte il fatto che ti sei spazzolata la teglia intera! 🙂

  21. Ciao Dealma
    ho provato varie volte a fare queste barrette e le trovo davvero goduriose, soprattutto conoscendo l’alto livello del contenuto! L’unico difetto secondo me è che, rispetto a quelle comprate, mi vengono barrette davvero troppo morbide! Esiste un trucco per tenerle più compatte e/o renderle un po’ più croccanti?
    Grazie come sempre!!

    • Ciao Cristian, è vero, restano un po’ molli. Sto cercando anch’io la soluzione al problema. Spero di trovarla. 🙂

  22. Ciao Dealma!
    Vorrei provare a fare queste barrette… puoi dirmi più o meno quante ne dovrebbero venire con queste quantità? Altri accostamenti di frutta secca da suggerire? grazie!

    • Ciao Michela, la quantità dipende un po’ da come le tagli, se grandi o piccole. Io le ho tagliate in modo da ottenerne 8-10 mi sembra. Come frutta disidrata puoi usare ogni tanto anche fichi e datteri, ad esempio. 🙂

Scrivi un commento