“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Bastoncini di miglio, zucca e nocciole con crema di cannellini

Bastoncini di miglio, zucca e nocciole con crema di cannellini

Questa ricetta è pensata per i bambini, ma piacerà a tutti, ne sono certa. 🙂

La presenza del miglio, della zucca e della doppia cottura, la rendono adatta al freddo in arrivo.

Perchè doppia cottura? Perchè sia il miglio sia le verdure vengono cotti due volte, prima separatamente, poi insieme sotto forma di bastoncino.

 

 

 

Ingredienti

  • 100-120 g di miglio
  • 1 cipolla
  • 250 g di zucca pulita
  • 3 foglie di verza
  • 1 manciata di nocciole
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva o di sesamo
  • 2-3 cucchiai di tamari
  • sale marino integrale
  • farina di mais fioretto
  • olio q.b.

Per la crema:

  • 150 g di fagioli cannellini lessati
  • 1 cucchiaio scarso d’olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaio scarso di tamari
  • qualche goccia di succo di limone (a piacere)

Lava bene il miglio e lessalo con il doppio del volume di acqua e una presa di sale per circa 10 minuti.

La cottura del miglio è un po’ particolare soprattutto perchè a seconda delle marche cambia il tempo di cottura, che varia dai 10 ai 20 minuti. Quindi la prima volta bisogna sperimentare.

Quando la cottura richiede 10, massimo 15 minuti, basta il doppio di acqua, altrimenti ne serve il triplo.

Si porta a bollore, si abbassa la fiamma al minimo e si mette un coperchio lasciando una piccola fessura. Dopo 10 minuti, se il tempo di cottura è corretto, il miglio si sarà gonfiato e l’acqua sarà quasi completamente assorbita. A quel punto si spegne e si lascia riposare coperto altri 10 minuti. Altrimenti si aggiunge acqua e si continua la cottura.

Trita la cipolla e lasciala rosolare in padella con l’olio e una presa di sale per qualche minuto. Nel frattempo taglia la zucca a dadini e aggiungila in padella con un po’ d’acqua. Continua la cottura coperto.

Trita la verza e le nocciole. Quando la zucca è a fine cottura aggiungi la salsa di soia, la verza e le nocciole e continua la cottura finchè la verza sarà cotta, a quel punto puoi unire il miglio e mescolare bene.

Lascia intiepidire, quindi con le mani umide forma i bastoncini (o qualsiasi altra forma preferisci) e passali nella farina di mais fioretto. Se l’impasto è troppo umido e non sta insieme, puoi aggiungere della farina di mais fioretto per asciugare, poi fai i bastoncini e li impani.

Scalda una padella con un po’ d’olio e quando è caldo trasferisci i bastoncini e falli dorare su entrambi i lati. Se preferisci puoi trasferirli in una teglia unta e passarli in forno 15 minuti.

Prepara la crema di cannellini frullandoli bene con l’olio lo shoyu e qualche goccia di limone.

Servi i bastoncini accompagnati dalla cremina e da una fetta di limone da strizzare sui bastoncini.

Ho decorato la crema di cannellini con una strisciolina di paprika dolce e i bastoncini con lo Zatar, una miscela composta da origano, sesamo, sommacco e sale.

Prova questa ricetta e raccontami come è andata. I tuoi commenti, suggerimenti o domande sono molto importanti per me e sono sicura che saranno di grande aiuto per tutti. 🙂

Se hai difficoltà a trovare il miglio nei negozi, puoi ordinarlo online:

Miglio Bio

Voto medio su 15 recensioni: Da non perdere

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

31 commenti
  1. sembra buono provero’ ne approfitto ma riguardo lo zenzero se faccio il the quante fettine devo mettere e quanto devono rimanere prima di bere grazie e complimenti

    • Ciao Vanda, è molto soggettiva la quantità di zenzero. Io ne metto una fettina e la lascio qualche minuto a fuoco spento appena il tè è pronto. Più facile da dosare è il succo di zenzero, da mettere sempre alla fine. Basta grattugiare la radice e spremere tra le dita la polpa. 🙂

  2. Ciao, Dealma!

    E’ proprio vero: crocchette, polpettine etc per i bimbi sono il miglior modo per variare e fargli mangiare cose diverse senza sentire lamentele. In più sono facili da fare e veloci. Questa mi piace un sacco e la proverò. Poi ti dirò! Buona giornata!

  3. Perfetto! Procedo subito perche’ ho casualmente in casa tutti gli ingredienti ( tranne i cannellini per la crema, ma faro’ come quelli di Faenza che fanno senza ). Volevo aggiungere che io il miglio, prima di cuocerlo in acqua, LO FACCIO TOSTARE con pochissimo sale in padella. In questo modo non viene mai il pappone che molte amiche lamentano. Baci

    • Tostare il miglio è utile effettivamente e può anche togliere l’eventuale sapore amarognolo che non a tutti piace. Brava! 🙂

  4. Ciao, Dealma, amo le crocchette, qualsiasi tipo, questa tua ricetta sembra facile da fare e presumo anche buona,visto gli ingredienti! Domani la farò e ti farò sapere. Grazie. Sei unica!

  5. Ciao Dealma, belle le crocchette, proverò nel fine settimana di festa! e poi le dritte sul miglio son sempre preziose!! Grazie!!

  6. Ciao Dealma, il miglio lo adoriamo, e’ sicuramente buonissima l’idea della crema di cannellini con qualche goccia di limone, la provo e poi ti racconto,
    grazie!
    lucia

  7. Provati oggi: ottimi entrambi, bastoncini e crema!!

  8. Ciao Dealma, le crocchette le proverò prossimamente.

  9. Ciao Dealma, ho provato, l’impasto è venuto buonissimo, ma troppo molle! Impossibile friggerlo. Che cosa mi consigli? Ho provato ad aggiungere più miglio, ma non stava insieme….
    Grazie!

    • Ciao Simona, quando capita che rimanga troppo umido, tanto da non stare insieme, puoi aggiungere della farina di mais fioretto, la stessa che poi usi per impanare. Non arrenderti, riprova! 🙂

      • Grazie, ma posso usare un altro tipo di farina?

        • Ciao Simona, uso la farina di mais fioretto al posto del pan grattato. E’ buonissima e senza glutine. Però tu puoi utilizzare ciò che preferisci. 🙂

          • Grazie Dealma. Ho varie farine che in realtà uso poco, farò qualche prova per capire quale va meglio. Buona giornata!

  10. Sono venute una delizia! Morbide e leggere! Non le ho fritte ma lasciate incroccantire nella padella antiaderente e condite con un pesto delle ultime zucchine di stagione trovate addizionato con un filo di limone.
    Super! E come sempre Super Dealma con le sue idee eccellenti!:)

  11. ciao dealma
    ho provato ierisera questa ricetta
    buonissima e di successo anche con i miei carnivori
    ho aggiunto un pezzetto di zenzero tritato assieme alla cipolla
    non avevo nocciole e ho sostituito con le mandorle
    non pelate che ho tritato con la verza
    (mi sono fatta prendere la mano ed è venuta una cosa tritatissima che si è cotta in un attimo)
    non avevo nemmeno i cannellini che ho sostituito con i ceci frullati con shooyu e humeboshi per la salsina di accompagnamento
    veramente buoni i cereali declinati a crocchette
    grazie per i preziosi suggerimenti

    • Ciao Marzia, mi fa piacere risentirti e sapere che perseveri e riesci a coinvolgere la famiglia. Mi piacciono le tue variazioni, brava! 🙂

  12. Ciao Dealma,
    oggi ho provato queste crocchette con la salsa di cannellini e il risultato è stato grandioso, ci sono piaciute tantissimo. Ho aggiunto una zuppa di miso, delle carote tagliate a punta di matita lessate e del daikon crudo grattugiato. Che ne pensi dell’equilibrio del pasto ? può andare bene ? è da 2 mesi che stiamo seguendo la filosofia macrobiotica( tutto è iniziato con il tuo primo video di macrolibrarsi ) e sia io che mio marito abbiamo perso circa 5 kg perciò siamo un pò preoccupati visto che eravamo già magri. Grazie per i tuoi preziosi consigli Paola

    • Ciao Paola, mi fa piacere sapere che la ricetta vi è piaciuta. Mi sembra ottimo l’abbinamento con zuppa di miso, carote e daikon. Per il problema del dimagrimento, innanzi tutto è normale perdere qualche chilo i primi mesi perchè questo stile alimentare attiva l’eliminazione e la pulizia. Di solito dopo qualche mese il peso si assesta. Però se eravate già magri è importante non perdere troppo peso. Ecco alcuni accorgimenti per non dimagrire troppo: usa spesso cereali che aiutano a mettere massa (orzo, farro, avena, miglio), non usare solo riso integrale, abbinalo ad altri cereali, così smorzi il suo spiccato potere dimagrante, usa spesso il tofu, utilizza in cottura un po’ più olio, riduci il consumo di alghe (ad esempio dimezza la dose di Wakame nella zuppa di miso), non usare troppo spesso il daikon (è molto dimagrante!), consuma ogni tanto un po’ di pane (integrale, pasta madre) magari aggiunto ad una zuppa o minestrone, così si ammorbidisce la sua energia contraente. Sperimenta. 🙂

      • grazie per i tuoi preziosi consigli. Ti terrò informata spero di scriverti tra un mese con qualche chilo in pù, in questo momento io peso 49 kg e mio marito 56

  13. Ciao Dealma … ho provato questa marca di miglio ma purtroppo anche dopo aver accuratamente sciacquato e tostato il miglio ha sempre 1sapore amaro come mai?Nn vorrei continuare a buttare dopo la cottura il miglio cucinato …se puoi consigliarmi in tal caso 1altra marca da te provata ?ti ringrazio così potrò fare le tue crocchette ☺

    • Ciao Ilenia, io uso ogni tanto questo della Probios a volte quello della Ecor e ogni tanto quello della Ki, dipende cosa trovo. 🙂
      E’ anche possibile che tu sia particolarmente sensibile all’amaro del miglio.

  14. Buongiorno Dealma ok proverò le altre marche allora …io e la seconda volta che compro qst marca e mi capita ciò pensavo fosse 1 sensibilità mia ma anke la mia famiglia ieri ho aggiunto azuki e zucca ma davvero nn siamo riusciti a mangiarlo proprio amaro il chicco del miglio … con l altro miglio cucinato ciò ho fatto la crostata almeno così si smussa il suo sapore …. grazie mille

Scrivi un commento