“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Ci siamo quasi – Conferma la tua iscrizione!

Ti ho appena inviato una e-mail contenente un link di conferma.

Per confermare la tua iscrizione, controlla la posta e clicca sul link contenuto nella mail. Non riceverai nessuna comunicazione finché non avrai confermato la tua iscrizione.

Se non ricevi nessuna mail a breve, ricompila il form e te ne invierò un’altra.

Commenti

32 commenti
  1. Mi sto orientando verso la macrobiotica e sono una cultrice dell’agopuntura. Mi interessano ricette semplici e gustose

    • Ciao Rosaria, sul blog trovi un po’ di tutto, sia ricette semplici sia gustose. 🙂

  2. salve, ho cliccato sul link ricevuto via email ma mi dà un errore e mi dice che la pagina non esiste…attendo un altro link onde confermare la mia iscrizione. grazie e a presto, sofia p.

    • Ciao Sofia, in questi giorni di cambiamenti sul sito, ci sono stati degli inconvenienti. Uno di questi è stato proprio un problema con i link che non funzionavano. Ora sono a posto. Clicca di nuovo sui link e vedrai che si apriranno e potrai confermare l’iscrizione e scaricare la prima lezione. Scusa per il disagio. 🙂

  3. Non riesco a scaricare il mini corso

    • Ciao Mara, ti ho risposto nell’altro tuo commento nella pagina “ricette curative”, qui. 🙂

  4. Salve, ho ricevuto mail per iscrizione ma mi risulta la pagina inesistente.

    • Ciao Sabrina, in questi giorni ci sono stati dei problemi con i link. Ora funzionano quindi cliccando di nuovo sul link dovrebbe aprirsi la lezione. Se così non fosse avvisami e ti mando io la lezione in allegato via mail. Scusa per il disagio. 🙂

  5. Il link che mi avete inviato per la conferma dell’iscrizione non risulta valido (pagina non trovata errore 404)

    • Ciao Grazia, in questi giorni ci sono stati dei problemi con i link. Ora dovrebbero funzionare quindi cliccando di nuovo sul link dovresti poter confermare l’iscrizione e poi aprire la prima lezione. Se così non fosse avvisami e ti mando io la lezione in allegato via mail. Scusa per il disagio.

      • Scusami come posso fare per aver inviata la prima lezione?
        Grazie.

        • Ciao Marina, dovrebbe esserti arrivata una mail di benvenuto con la prima lezione. Controlla la cartella Spam e se non c’è avvisami.

  6. Ciao Dealma, ho dato un occhiata al tuo sito ed è molto interessante. Mi sto documentando sulla cucina macrobiotica perché ho un piccolo problema di salute e ho sentito parlare di come questo modo di mangiare sia molto utile all’organismo. Ho pero una domanda anche per capire come funziona…se, come può capitare, esco la sera con amici in pizzeria o un pomeriggio per un gelato o un aperitivo come bisogna comportarsi? Cioè bisogna evitare completamente e di conseguenza isolarsi cmq perché se hai un invito a cena devi rispondere di no o una volta ogni tanto si può concedere un dolce nn proprio naturale? Grazie della risposta, Melita.

    • Ciao Melita, quando il problema di salute non è serio, non è necessario adottare misure “estreme” come la totale esclusione di alimenti problematici. Il mio consiglio è di curare molto bene l’alimentazione nella quotidianità, per poi concedersi qualche “sgarro” nelle occasioni conviviali con amici o parenti. Non è mai una buona scelta isolarsi per non cadere in tentazione, perché abbiamo bisogno ogni tanto anche di momenti di condivisione del cibo. Se vuoi puoi usare ogni tanto il mio “trucchetto” per godermi le cene a casa di amici: portare qulche piatto particolarmente buono che possa piacere a tutti. In questo modo posso condividere un cibo che non mi fa male, evitare di abbuffarmi di quelli problematici, limitandomi ad un assaggio e godere della condivisione. Cosa portare? La mia torta salata ha sempre successo! http://www.veggiechannel.com/rubriche/ricette-vegane-dieta-vegana/torta-salata 🙂

      • Grazie sei stata molto chiara… e grazie della ricetta appena avrò l’occasione la farò sicuramente. Ciao e… ti seguo con interesse.

  7. Ciao Dealma,
    una curiosità: gli hamburger di soia fanno bene? Sono un valido sostituto o no della carne? Con quale frequenza si possono mangiare in settimana?
    Grazie!

    • Ciao Elena, gli hamburger di soia non sono una scelta ottimale, per due motivi: perchè sono un prodotto industriale molto elaborato, e perchè la soia è il legume più indigesto del pianeta. Non è un caso che la tradizione millenaria dell’uso della soia in oriente, ne preveda la fermentazione (come nel caso del miso, della salsa di soia e del tempeh), per renderla più digeribile, oppure una lavorazione particolare in cui si elimina la parte più difficile da digerire, ottenendo il tofu. Non cercare dei “sostituiti della carne”, è sufficiente mangiare tutti i giorni i cereali integrali e i legumi (alternando i legumi con tofu e tempeh) per soddisfare il bisogno proteico. Abbinando cereali e legumi puoi completare il quadro amminoacidico, al pari della carne. Se ti piace l’idea degli hamburger, puoi preparali a casa con i vari legumi, lenticchie, fagioli, azuki, ceci, ecc. Ne esistono infinite versioni. Prova questa ricetta per iniziare e poi scatena la fantasia. 🙂

  8. Buonasera Dealma,
    ho assistito oggi alla tua Live trasmessa da Macrolibrarsi, i tuoi argomenti, per quanto mi riguarda, sono molto interessanti, è da tempo che gradualmente (ritengo che ogn’uno abbia i propri tempi)sto modificando la mia alimentazione, ho diminuito di molto la carne, eliminato completamente caffè, zucchero raffinato e tutto gli alimenti privi di energia, che dire, MI SENTO MEGLIO A TUTTI I LIVELLI.
    Inizierò sicuramente anche a mettere in pratica quanto da te trasmesso durante il Live e quanto troverò nel tuo sito e Bloog, tenendoti aggiornata, logicamente sempre che a te faccia piacere.
    Ancora un caloroso grazie.
    Gianni

    • Ciao Gianni, sono felice che la lezione ti sia piaciuta. Hai ragione, ognuno ha i suoi tempi per mettere in pratica un cambiamento e vanno rispettati. Chi va piano va sano e va lontano! Continua così. 🙂

  9. Ciao Delma ho appena letto la tua prima lezione dove sconsigli il cioccolato anche quello crudo ?
    grazie Paola

    • Ciao Paola, si perchè uno dei problemi del cioccolato è la sua provenienza tropicale, che lo rende energeticamente molto raffreddante (yin), quindi da questo punto di vista, il fatto che sia crudo non migliora la situazione.

  10. Buongiorno Dealma, mi sono appena iscritta per ricevere la tua prima lezione. A circa 20 anni guidata dal mio istinto mi sono voluta documentare sulla dieta vegetariana, che poi è diventata il mio normale modo di alimentazione…come per naturale evoluzione sono arrivata ad un alimentazione vegana e successivamente sempre dopo avere letto libri, sono giunta alla macrobiotica. Ho seguito la macrobiotica per 4 anni e vorrei condividere il fatto che è un modo davvero affascinante di alimentarsi, perchè il cibo è la medicina con cui ci si cura e ci si prende cura di noi stessi ogni giorno, e la macrobiotica in questo è regina. E’ stato facile seguire la macrobiotica per me fino a quando ho vissuto da sola, seguendo i mei ritmi. Questi ritmi e la macrobiotica nel momento in cui ho cominciato ad avere una famiglia sono diventati sempre più difficili da seguire e sentire. Adesso pur mantendendo una dieta vegetariana sono ormai tre anni che lentamente ho abbandonato la macrobiotica, sinceramente sento che il mio corpo ne sta soffrendo.Vorrei ricominciare a seguire la macrobiotica, ieri sono rimasta piacevolmente sorpresa quando ho trovato il tuo sito, spero che divenga un punto di ispirazione e sopratutto di forza e determinazione per me, sapendo che c’è una persona come te, che si mette a disposizione con informazioni, consigli e ricette.
    Ti vorrei chiedere se ci sono letture specifiche che riescano a farmi capire bene il concetto di yin e yang nel dettaglio e in modo approfondito. Grazie.
    Buon 2015 a tutti :)…

    • Ciao Manu, abbiamo un percorso simile, che parte dal vegetariano, per passare dal vegan e arrivare alla macrobiotica. Immagino sia difficile con una famiglia, ma credo si tratti solo di adattare le tue abitudini macrobiotiche, alla tua famiglia. Vedo tante famiglie che riescono a trovare un buon equilibrio, quindi sono sicura che riuscirai anche tu. Libri specifici su yin e yang dal punto di vista macrobiotico non ne conosco. Di solito se ne parla all’interno dei libri di macrobiotica. Ad esempio: Il nuovo libro della macrobiotica. C’è puoi un libro utilissimo per chi ha dei bambini: Macrobiotica per il bambino e per la famiglia. Entrambi di Michio Kushi. Auguro anche a te un buon 2015…ricco di letture macrobiotiche. 🙂

  11. Credo molto nella macrobiotica e trovo questo corso decisamente interessante, ma da sempre ho un dubbio su questo tipo di alimentazione: che sia troppo difficile da seguire quotidianamente, tra ristoranti, lavoro e viaggi?

    • Ciao Benedetta, hai ragione, se devi mangiare fuori casa è difficile. Ma non è indispensabile seguire sempre alla lettera la macrobiotica. E se mangi fuori puoi cercare ristoranti vegetariani, vegani, oppure quelli etnici, dove si trovano spesso cereali e legumi. E se ti organizzi bene, puoi anche riuscire ogni tanto a portarti al lavoro il pranzo. 🙂

  12. Ho appena letto so un altro sito la raccomandazione di non usare mai tofu perché fatto con soia ogm e per via della procedura di lavorazione

    • Ciao Caterina, qualsiasi prodotto contenente soia è a rischio ogm, non solo il tofu. Per questo motivo è meglio acquistare bio, magari marche affidabili, in modo da ridurre il rischio. La procedura di lavorazione, se quella originale, non ha nulla di problematico. La soia viene cotta, frullata, filtrata per ottenere il latte, che viene poi cagliato con il Nigari, un sale del magnesio.

    • Ciao Caterina, qualsiasi prodotto contenente soia è a rischio ogm, non solo il tofu. Per questo motivo è meglio acquistare bio, magari marche affidabili, in modo da ridurre il rischio. La procedura di lavorazione, se quella originale, non ha nulla di problematico. La soia viene cotta, frullata e filtrata per ottenere il latte, che viene poi cagliato con il Nigari, un sale del magnesio.

  13. Sono un po’ disorientata e comunque io penso che sia meno salutare usare prodotti altamente elaborati piuttosto che un normalissimo e naturalissimo uovo o una fettina di carne o formaggio. Non parliamo poi della panna vegetale!!!!

    • Concordo! E’ meglio usare cibi semplici e non industriali. E’ il messaggio che cerco di trasmettere con il blog. Purtroppo il cibo animale oggi non è più “semplice” come una volta, ma carico di tossine e di residui farmacologici.

  14. Ciao Dealma. Ho appena comprato una sfioccatrice ma non so come usarla. Mi sai dare qualche indicazione?

    • Ciao Patrizia, non sono un’esperta di queste macchine, ma credo si usi sia per fare i fiocchi, sia per la farina. L’importante, avendo un attrezzo di questo tipo, è fare tutto al momento, così da beneficiare del vantaggio della riduzione dell’ossidazione. 🙂

Scrivi un commento