“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Crema di tofu ai pomodori secchi

Crema di tofu e pomodori secchi

Questa crema è molto versatile, puoi usarla semplicemente spalmata su del pane integrale pasta madre, ma anche per accompagnare delle verdure, delle frittatine di farina di ceci, per farcire una piadina, delle verdure (come in questa ricetta) e persino per condire la pasta.

E’ facilissima e si conserva in frigorifero qualche giorno.

Ho aggiunto l’alga nori perchè lo iodio delle alghe marine bilancia l’effetto della soia di riduzione dell’assorbimento degli ormoni tiroidei.

Al posto della nori in fiocchi si possono aggiungere anche altre alghe marine in fiocchi o in polvere oppure mix di alghe marine.

Per avere una buona quantità di iodio devono essere alghe marine e non microalghe come klamath, sprirulina o clorella. E’ importante specificarlo perchè spesso le alghe in polvere in commercio sono più che altro le microalghe, che crescono in acqua dolce.

In alternativa all’aggiunta di alghe in fiocchi o in polvere, basta che le alghe marine siano presenti nel pasto (ad esempio la wakame nella zuppa di miso ).

 Ingredienti

Lessa il tofu in acqua per almeno 10 minuti. Il tofu va usato sempre ben cotto.

Scolalo e lascialo raffreddare (anche nell’acqua fredda volendo, per far prima).

Frulla il tofu con i pomodori, i capperi, la nori, l’olio, se ti fa piacere anche il basilico e acqua quanto basta per ottenere la consistenza che preferisci.

Ad esempio se usi questa crema sul pane è meglio lasciarla più densa, invece se la usi per condire la pasta, è meglio farla più fluida.

Se non riesci a trovare nei negozi il tofu o l’alga nori in fiocchi o dei pomodori secchi o capperi bio, puoi acquistarli online:

Tofu in Vaso Biologico
Ricco di proteine

Voto medio su 35 recensioni: Da non perdere

€ 5,90

Nori Fiocchi - Alghe
Dall’Oceano Atlantico

Voto medio su 8 recensioni: Buono

€ 3,34

Pomodori Secchi Bio in Olio Extravergine di Oliva

Voto medio su 1 recensioni: Buono

€ 5,14

Capperi in Salamoia

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

€ 3,05

Diventa anche tu un mio Apprendista!

Con il libro o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi. 🙂

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 63 recensioni: Da non perdere

€ 9,80

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

7 commenti
  1. Ciao Dealma che buona che deve essere questa ricetta!
    Ho una domanda: sono circa 7 mesi che ho iniziato a seguire l’alimentazione macrobiotica e sono dimagrita anche se non era questo il motivo per cui ho iniziato con la macrobiotica. La cosa è che sto continuando a dimagrire e ora è un po’ troppo. È segno che sto sbagliando qualcosa?

    • Ciao Michela, si se il dimagrimento è eccessivo oppure dopo 2-3 mesi non si stabilizza, ma si continua a dimagrire, allora c’è qualcosa da correggere. Ad esempio, devi valutare quanto riso integrale usi, perchè è dimagrante. E’ importante continuare ad usarlo per il suo potere disinfiammante, disintossicante e riequilibrante, ma in caso di dimagrimento eccessivo è necessario ridurlo. E’ anche da valutare se usi regolarmente i cereali che aiutano ad aumentare la massa: farro, orzo, avena, grano. Per recuperare peso è utile aumentare un pochino l’uso di farine (integrali) soprattutto sotto forma di pasta e meno di prodotti da forno, ma un po’ di pane integrale pasta madre ci vorrebbe. Utile anche aumentare l’uso di creme oleose in particolare il tahin, ma anche crema di mandorle e crema di nocciole. Andrebbe aumentato anche l’uso della soia, in particolare sotto forma di tempeh e in parte anche di tofu. Utili verdure tonde come zucca, cavoli e cipolle. Utili anche un po’ di dolcetti leggeri.
      Infine sarebbe da capire se magari usi troppi cibi molto yin che possono indebolire la capacità assimilativa, magari troppo latte vegetale, o troppi succhi/estratti oppure semplicemente troppo crudo. E’ sicuramente utile la zuppa di miso tutti i giorni e anche gli insalatini, per migliorare l’assimilazione. E mastica tanto! 🙂

  2. Grazie per la risposta. In effetti mangio riso tutti i giorni perché mi piace alternandolo ora d’estate soprattutto a orzo e farro e quinoa. La zuppa di miso tutti giorni mentre il latte vegetale ogni tanto è mai succhi o estratti. Anche i prodotti da forno li ho praticamente eliminati. Cibo crudo un po’ ora D’estate. Si verdure tonde ora uso la cipolla ma d’inverno tanto cavolo E zucca.
    Quindi reinserisco un po’ di pasta e un po’ di pane. Mi potresti indicare qualche ricetta con la tahin oltre all’hummus e qualche ricetta di dolcetti?

    • Potresti usare il tahin a colazione, abbinato all’umeboshi, che lo bilancia energeticamente. Mescola il tahin con la purea di ume e ottiene un fantastico “burro” salato, ottimo da spalmare su pane o gallette e fantastico se aggiungi un velo di marmellata senza zucchero. Prova ad aggiungere il tahin in questa ricetta.. Per colazione prova anche dei pancake, è un modo per aggiungere delle farine, ma non al forno. Io uso il tahin anche per creare salsine da abbinare a crocchette oppure a verdura cruda o cotta. Ad esempio questa o questa o questa. Per i dolci hai solo l’imbarazzo della scelta sul blog. Ad esempio queste due ricette, o questa, o questa molto golosetta, o questa leggera leggera. 🙂

      • Ho fatto i pancake proprio stamattina 🙂
        Grazie mille per tutti i tuoi consigli
        Sei sempre gentilissima

  3. Buongiorno e grazie per questa ricetta! La soia e in particolare il tofu non sono mai stati la mia passione ma con le tue indicazioni sto cominciando a reintrodurli nella dieta. Ormai rigorosamente macrobiotica! Questo pesto è favoloso, buonissimo. Non sapevo della necessità di usare le alghe per bilanciare i componenti nutritivi, ho usato le dulse in fiocchi. Per ora ti auguro buon riposo, continuo a studiare L’Apprendista macrobiotico che ho acquistato in formato ebook e….a settembre per un eventuale incontro “ravvicinato”!

    • Bene mi fa tanto piacere! Grazie e a presto. 🙂

Scrivi un commento