“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Crepes agli asparagi con salsa di miso bianco

crepes agli apsaragi con salsa al miso bianco

Il miso bianco (Shiro miso) è forse il mio miso preferito. Delicato e leggermente dolce, è perfetto per preparare salsine per condire o farcire. Viene chiamato miso “bianco” perchè ha un colore più chiaro rispetto agli altri tipi di miso, tutti più scuri.

Utilizzato diffusamente in Giappone, contiene riso/orzo e soia, ma rispetto al miso di riso od orzo che siamo abituati ad usare, contiene meno soia e meno sale e il tempo di fermentazione è inferiore.

La fermentazione più breve lo rende mono yang, quindi sicuramente adatto alla primavera e all’estate.

Può essere interessante alternarlo al miso classico per preparare la zuppa di miso. Ma è davvero fantastico per i condimenti di verdure, cereali, panini, crepes, ecc.

Lo shiro miso si trova di solito in confezioni di plastica, quindi consiglio di trasferirlo subito in un vasetto di vetro, appena aperto. Va conservato in frigorifero, però dura meno rispetto al miso classico, proprio perchè ha meno sale ed è meno yang. E’ meglio consumarlo nell’arco di 2-3 settimane.

In queste crepes ho aggiunto la farina di mais perchè volevo ottenere una consistenza particolare. La presenza del mais però, rende l’operazione di cottura più difficile eprchè tende di più ad attaccarsi. E’ necessario quindi che la padella sia ben unta di olio.

Ingredienti

Per 4 crepes di 15 cm di diametro

  • 400 g di asparagi
  • 100 g di farina di farro “0” o di grano
  • 50 g di farina di mais fioretto
  • ½ cucchiaino di sale marino integrale
  • 300-350 ml di acqua

Per la salsina:

  • 2 cucchiai di tahin
  • 1 cucchiaio di miso bianco
  • acqua q.b.

Elimina la parte finale del gambo degli asparagi (3-4 cm) e lessali in acqua bollente salata.

Nel frattempo prepara la salsina mescolando il miso, il tahin e acqua quanto basta per ottenere una salsina fluida. Se non hai mai utilizzato il tahin devi sapere che non si mescola facilmente coi liquidi, quindi bisogna mescolare bene.

Prepara l’impasto per le crepes mescolando le due farine con il sale e l’acqua poco alla volta. Mescola bene con la frusta perchè non si formino grumi.

Scalda bene una piccola padella aggiungendo un po’ d’olio, circa ½ cucchiaino. Io utilizzo una padellina dal fondo di circa 15 cm di diametro perchè mi permette di gestire bene le crepes, girandole senza fatica e senza romperle.

Quando l’olio è caldo versa una mestolata di composto, muovi la padella in modo da distribuirlo su tutto il fondo e cuoci per 1 minuto circa. Con una palettina di silicone morbida, smuovi i bordi e scrolla la padella per staccare la crepe dal fondo. Se necessario usa la paletta, ma se hai messo olio a sufficienza non è necessario. Gira la crepe usando la paletta oppure falla “saltare”.
Cuoci bene anche l’altro lato e mettila da parte. Aggiungi ancora olio in padella e fai un’altra crepe e così via fino ad avere fatte 4.

Scola gli asparagi e assembla le crepes: metti in ogni crepes 2 cucchiai circa di salsina, aggiungi 3-4 asparagi e chiudila. Prepara le altre e se necessario passale in forno per scaldarle.
Servi guarnendo con i semi di papavero.

Se non riesci a trovare il miso bianco nei negozi, puoi ordinarlo qui:

Shiro Miso Bio - 250 g
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

24 commenti
  1. buona cosa! proverò sicuramente queste deliziose crepes, ed il miso bianco per le pappe della mia pargoletta in estate, non l’ho mai preso, pensando che tempi di fermentazione inferiori siano leggermente più problematici e vista la presenza di vari cereali l’ho sempre visto come qualcosa di categoria 2, ma è solo una mia sensazione… spesso vado ad istinto, e le confezioni non mi hanno mai invogliata, perché come dici, sono di plastica sottovuoto, ci sarà in vetro? avrei una richiesta, se posso, amo i mochi di riso dolce, ma è comunque un prodotto elaborato industrialmente e me ne privo più di quanto vorrei… sebbene abbia comprato una confezione di riso dolce per farli da me… la vedo dura, e chiederei la tua versione di ricetta… per favore, per favore, per favore… 🙂

    • Ciao Margherita, fidati pure del miso bianco, è un buon prodotto. In tutti questi anni non l’ho mai visto in vetro, ma non si sa mai. Non ho mai fatto il mochi, quindi non so darti una ricetta, mi spiace! L’ho solo mangiato, lo confesso. Dicono sia un po’ complicato da fare, ma allenandosi un po’….sperimenta! 🙂

  2. Cara Dealma ti scrivo per comunicarti che ho scelto il tuo tra i miei blog preferiti per ricevere il “liebster award”. Sai come funziona?
    In pratica è un metodo per far conoscere meglio i blog che ci piacciono: è una sorta di catena… si viene scelti da un blogger, si deve rispondere alle sue dieci domande, si devono scegliere dieci blog che ci piacciono, proporre loro dieci domande e ringraziare chi ci ha scelto.
    Ti mando il link del post che ho scritto a riguardo: http://pensierieprofumi.blogspot.it/2014/03/liebster-award.html
    Un bacio e complimenti per il blog! 🙂 Susy

    • Ciao Susy grazie! Mi fa tanto piacere. E’ un’idea davvero carina, cercherò di continuare la catena. 🙂

  3. Cara Dealma,
    grazie per le tue squisite ricette! Amo le crepes in genere. Voglio farti i complimenti per la conferenza postata, come si dice chiara e concisa. Ho subito pensato alle dieci regole per mantenersi in salute del prof Berrino. In ogni campo è decisamente dura rompere i pregiudizi e le abitudini ma bisogna cominciare appunto parlandone e a poco a poco si vedranno i cambiamenti.
    Ti abbraccio
    Beatrice

  4. il mio preferito è l’hatcho miso, ma devo dire che quello bianco l’ho assaggiato solo una volta in un ristorante giapponese, nella classica zuppa di miso. Una volta ho provato a emulsionare il miso con tahin e limone, ma non mi è piaciuto granché, probabilmente proprio perché l’hatcho è troppo forte per fungere da condimento. proverò con quelo bianco, con gli asparagi poi dev’essere delizioso 🙂

    • Ciao Silvia, in effetti l’hatcho miso è troppo forte per una salsa. Vedrai che quello bianco è perfetto. 🙂

  5. Mmmmmmmm che buonoooooo!! Ho già l’acquolina in bocca!!! Ottima ricetta in nota per la prova weekend!! 🙂

  6. ciao, sempre con le tue meravigliose ricette….grazie
    Volevo dirti che il tuo patè di alghe stà facendo un successo strepitoso!!!!!

  7. Ciao Delma, buonissima la ricettaa.. la proverò sicuramente piu tardi… volevo pero’ chiederti una cosa riguardo i cereli integrali, visto che è da pochissimo che sto provvedendo al cambio di alimentazione. Io non li ho mai visti nei negozi biologichi con la scritta “integrali”, compro pero’ quelli “decorticati”, mi chiedevo se fossero la stessa cosa vista l’assenza dei primi. Ti ringrazio! 🙂

    • Ciao Mari, hai ragione, le diciture sulle confezioni possono confondere un po’. I cereali decorticati sono semi-integrali, ma vanno benissimo come gli integrali. Nel caso dell’orzo puoi trovare sia quello decorticato, quindi semi-integrale, sia quello definito Mondo, cioè integrale. L’unico che troviamo con la dicitura “integrale” è il riso. Comunque vai tranquilla col decorticato. 🙂

  8. ihihihihi ok grazie tante!! 🙂

  9. Buongiorno Dealma, ricetta provata. Molto buona e semplice. Grazie per i tuoi preziosi email
    Buona giornata

  10. finalmente ho trovato il tempo per cucinare questa ricetta! Le crêpes vengono buonissime, la salsa di miso e tahin é buona ma un po’ troppo dolce per i miei gusti.
    Quali altre ricette si possono pensare con questo miso così delicato?
    Comunque nel complesso il tutto mi é piaciuto! 🙂

    • Ciao Nives, io uso il miso bianco per fare queste salsine e ogni tanto per la zuppa di miso, soprattutto quella estiva. Non l’ho ancora provato in altri modi, che bisogna inventarsi, quindi sotto con la sperimentazione! 🙂

  11. Ciao Dealma, mi potresti spiegare la differenza fra i vari tipi di miso ed il loro utilizzo, anche stagionale se esiste? Il miso d’orzo è forse più indicato d’estate?
    Grazie

    • Ciao Luisa, solitamente si usa il miso di riso in inverno e quello d’orzo in estate, ma non è necessario andare così per il sottile. Miso di riso o d’orzo si usano per salare zuppe, minestre, ma anche per fare salse o salare legumi e cereali. C’è poi il miso bianco (Shiro miso) molto delicato, poco yang, quindi più estivo (ma va bene comunque tutto l’anno). E’ adatto soprattutto per fare salsine, come in questa ricetta, ma lo uso ogni tanto anche nella zuppa di miso. C’è poi l’Hatcho miso, fatto solo con la soia, dal sapore molto forte, che a me proprio non piace.

Scrivi un commento