“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Crocchette di ceci

crocchette di ceci

 

Se c’è una cosa che conquista tutti, dai grandi ai piccini, sono le crocchette.

Di ogni tipo, con i cereali, con le verdure, con i legumi.

E sono perfette per recuperare gli avanzi del giorno prima, dandogli una nuova veste.

Queste crocchette di ceci sono facilissime e se non hai dei ceci cotti avanzati, puoi utilizzare in emergenza anche i ceci in scatola, quindi si preparano in un attimo.

 

 

Ingredienti

per circa 40 crocchettine piccole

  • 1 cipolla grossa
  • 250 g di ceci lessati
  • 2 cucchiai di amido di mais
  • 2 cucchiai d’olio
  • 2 cucchiai di shoyu o tamari
  • rosmarino
  • timo
  • ½ cucchiaino di curry dolce
  • farina di mais fioretto q.b.
  • sale marino integrale

 

Affetta la cipolla sottile e falla rosolare in padella con l’olio, un pizzico di sale e il curry. Aggiungi i ceci lessati, lo shoyu, il rosmarino tritato, le foglioline di timo e poca acqua per stufare fin quando saranno cotte le cipolle.

Frulla bene le cipolle e i ceci e aggiungi l’amido di mais. Se è necessario aggiungi un po’ di farina di mais fioretto, quanto basta per ottenere una consistenza sufficientemente compatta, ma morbida, per formare delle crocchette con le mani.

Impana le crocchette nella farina di mais fioretto.

Per la cottura puoi procedere in due modi, in padella con un filo d’olio per farle dorare, oppure friggendo in immersione.

Se le vuoi fare in padella, perchè siano più leggere, ti conviene dare alle crocchette una forma appiattita, se invece vuoi friggerle in immersione (consigliato, buonissime), è meglio dare alle crocchette un forma a pallina o a cilindretto.

Lascia intiepidire prima di servire accompagnando con insalata fresca. Io ho utilizzato rucola, tarassaco, valeriana e germogli.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

20 commenti
  1. Ciao Dealma,
    queste crocchette devono essere buonissime!!
    Io quando sono di fretta le faccio spesso con i fiocchi di avena messi in ammollo e poi ci aggiungo tutti gli avanzi che trovo in frigorifero.
    Ogni volta una polpetta diversa ma sempre gustose.

    Cristina

    • Brava! E’ una buona idea usare i fiocchi, anch’io li uso ogni tanto. Le crocchette si prestano davvero per scatenare la fantasia. 🙂

  2. Non male come idea, anch’io ho sempre in dispensa qualche “scatoletta” che regolarmente arriva alla scadenza senza che sia stata usata! questo utilizzo però è simpatico dal momento che mi piacciono molto i ceci.
    Ho appena finito di fare una colazione corposa con del riso integrale ( tuo suggerimento per digerirlo meglio mangiato di mattino) cotto nel latte di miglio a cui ho aggiunto delle castagne cotte, e un pizzico di cannella: dovrebbe bastarmi per una mattinata intensa anche perchè ho tirato fuori la bici per fare più in fretta le commissioni.
    Buona giornata.

  3. Ho l’acquolina in bocca… e sono solo le 11!! Stasera le provo!!

  4. Gentile Dealma,
    grazie per il tuo odierno suggerimento … le preparerò in settimana.
    Al posto dell’amido, posso usare il kozu? tu cosa dici?
    Baciotti
    Beatrice

    • Di solito si usa per addensare dei liquidi, ma puoi provare. nel caso è meglio scioglierlo a parte con poca acqua. Al posto dell’amido puoi usare della farina di riso. 🙂

  5. Grazie, Dealma!
    Queste crocchette le proverò sicuramente.
    Con tutte le volte che sono di fretta e in frigo non trovo niente da combinare assieme…

  6. Vorrei informazioni su come mangiare il tofu. Si deve cuocere? Si può mangiare cosi tolto dal sacchetto? Coap e grazie m.grazia

  7. Ho preparato le crocchette di ceci sono state strepitose! gustosissime a sorpresa !! grazie

  8. Ciao Dealma,
    avrei una domanda “fuori contesto” (non riguarda le crocchette, che devono essere buonissime!).
    Esistono degli alimenti indicati per equilibrare l’elemento fuoco?
    So ad esempio che le verdure dolci, il miglio e la frutta cotta sono utili per equilibrare l’elemento terra…
    ma il fuoco?

    Grazie!
    simona

    • Ciao Simona, “riequilibrare” può voler dire due cose differenti, potenziare un’energia debole oppure controllare un’energia troppo forte. L’esempio che mi hai fatto per l’energia terra mi fa capire che intendi più che altro “nutrire” l’energia. In questo caso è corretto usare cibi ad energia terra come miglio, ecc. Per fare lo stesso con l’energia fuoco usiamo cibi fuoco, ad esempio: mais,lenticchie rosse, alga nori, verdure a foglia verde come porri e cicoria e in generale il sapore amaro, che puoi ottenere con gomasio, sesamo, radici amare, verdure amare.

  9. Grazie DEalma.
    Se invece ci fosse bisogno di controllare un’energia fuoco troppo forte?

  10. Ciao Dealma,
    e se volessi farle al forno come verrebbero? Eventualmente per quanti minuti e a quanti gradi?

    • Dovrebbero venire bene. Io le faccio sempre in padella perchè sono più veloci. Se dovessi provare in forno le lascerei una ventina di minuti girandole dopo 10 minuti, con una temperatura di 180-200°.

  11. buonasera, chiedo cortesemente di modificare il mio indirizzo email. Fra pochi giorni non sarà più attivo.
    Gradirei ricevere le email a questo indirizzo:
    annarosagini@gmail.com

    Grazie Anna Rosa Gini

Scrivi un commento