“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Crostata con crema di pere e nocciole

Costata con crema di pere e nocciole

La crostata mette sempre di buon umore. 🙂

Questa volta ho provato a frullare le pere cotte con le nocciole e ho scoperto una crema buonissima!

Ottima per una crostata, ma anche per un un semplice dessert al cucchiaio, o merenda, magari con una spolverata di cannella e di nocciole in granella.

Come tutte le torte, il giorno dopo è ancora più buona, quindi perfetta per una colazione golosa!

Ingredienti

Per la base:

  • 180 g di farina tipo 1 o 2
  • 40 g di olio e.v.o.
  • 80-90 g di malto di riso
  • 1 cucchiaino raso di lievito naturale o bicarbonato
  • 1 pizzico di sale marino integrale
  • 2 cucchiai circa di acqua

Per la crema:

  • 2 pere mature
  • 50 g di nocciole
  • 1 bel pizzico di cannella
  • acqua q.b.

Da spalmare sulla base:

  • 2 cucchiai di composta senza zucchero (io ho usato quella di fragoline di bosco)

Prepara la crema: sbuccia e monda le pere. Tagliale a pezzi e mettile in un pentolino con un pizzico di sale, di cannella e le nocciole.

Aggiungi circa un dito d’acqua e porta a bollore. Cuoci coperto per 10 minuti.

A fine cottura scola l’eventuale liquido rimasto e frulla bene per ottenere una crema.

In una ciotola mescola la farina con il lievito e il sale. Aggiungi l’olio e il malto e mescola. Aggiungi anche 2 cucchiai di acqua e impasta velocemente.

Stendi la pasta sottile (circa 5 mm), trasferisci in una tortiera (io ho usato una tortiera piccola di 24 cm di diametro) e sistema i bordi. Bucherella la superficie e spalma la composta.

Aggiungi la crema e distribuiscila bene.

Se ti è avanzata della pasta sistemando i bordi, puoi usarla per decorare.

Inforna a 170-180° per 25-30 minuti (dipende dal forno). Lascia raffreddare bene e servi con un cucchiaino di composta accanto.

Se non riesci a trovare nei negozi la farina tipo 1 o 2, il malto e il lievito naturale, puoi acquistarli qui:

Farina Verna - Tipo 1
Un grano antico macinato a pietra
€ 3.67

Farina di Grano Tenero tipo 2
Da agricoltura Biodinamica per preparare pizza, pane, torte, pasta sfoglia, biscotti e focacce.

Voto medio su 7 recensioni: Da non perdere

€ 2.8

Diventa anche tu un mio Apprendista!

Con il libro o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi. 🙂

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”:

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 45 recensioni: Da non perdere

€ 9.8

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

7 commenti
  1. Mi viene l’acquolina in bocca! La farò per la mia bimba ( Putroppo la mattina vuole solo i biscotti).

    • Poi mi racconti se le è piaciuta! 🙂

    • Anche io ho pensato lo stesso: anche i miei bambini si son fissati con biscotti e plum-cake.. è dura. ciao

  2. Io l’ho già testata! Spettacolooooooooo!

  3. Ciao Dealma, la crostata è piaciuta a tutti! Spazzolata in un pomeriggio.
    Per i prodotti da forno me li mangiamo, ma le creme di cereali o le mousse non c è niente da fare( oggi ho fatto un budino con riso integrale e latte di riso con uvetta e scorza di limone, per me buonissimo, ma né la mia bimba né mio marito non lo hanno apprezzato, giusto assaggiato) sono un po scoraggiata perché a volte mi tocca fare più menù ed devo fare i salti mortali per riuscire a fare sola la cena! Hai qualche consiglio? È normale?
    Scusa lo sfogo.

    • Ciao Grazia, non scoraggiarti, è normale. Per conquistare le famiglia ci vuole tempo. Tu hai una motivazione personale che ti si sei creata col tempo, mentre tuo marito e tua figlia no, quindi è normale che non apprezzino molto all’inizio tutto ciò che è molto semplice.
      Il segreto è acchiapparli per la gola! Quindi è importante che i primi tempi gli cucini cose golose, come la crostata, senza preoccuparti troppo del fatto che sarebbe meglio un altro tipo di dolce non al forno. Non importa! E’ già un passo avanti l’aver tolto lo zucchero, le farine raffinate, il burro, le uova, ecc. E’ un primo passo. Per i pasti cerca di fare cose golose che piacciano a tutti, altrimenti diventa un lavoro immane creare più menù. Un’idea da provare: prepara un sugo alle verdure da usare per condire per loro la pasta e per te un cereale in chicco. Considera che un cereale in chicco lessato dura in frigo 5 giorni! Se ti organizzi bene, accetti dei compromessi e ti ingegni con qualche trucchetto…ce la puoi fare! 🙂

Scrivi un commento