“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Dimagrire rinforzando la salute

arton5839

Arriva l’estate e con lei arrivano anche le diete lampo pubblicizzate sulle riviste e in tv: la dieta dell’anguria, dell’ananas, del limone, del minestrone, la sempre alla moda dieta iperproteica, ecc…

Queste diete promettono un dimagrimento rapido, anche 5 kg a settimana!

Ma la salute? La rinforzano o la indeboliscono? E il peso? Resta stabile nel tempo?

Dimagrire in modo sano e duraturo richiede tempo e pazienza e va fatto pensando alla salute, che dovrebbe essere il primo obiettivo.

Queste diete “lampo” hanno 3 gravi difetti:

  1. Non educano ad uno stile alimentare più sano e ad un duraturo cambiamento dello stile di vita.
  2. Il peso perso è transitorio. Si recuperano sempre i chili persi!
  3. Creano squilibrio e spesso innescano i meccanismi d’emergenza del nostro corpo, quando ha l’impressione che la reperibilità del cibo nell’ambiente sia cambiata, che si sia ridotta. In questo caso il nostro saggio corpo corre ai ripari abbassando i consumi, quindi abbassando il metabolismo. E’ per questo motivo che le diete ipocaloriche ad un certo punto non funzionano più e si finisce per riprendere i chili persi e guadagnarne qualcuno in più rispetto al punto di partenza: perchè il metabolismo ha rallentato.

Il nostro DNA non si è ancora “aggiornato”

Chi desidera dimagrire deve sapere una cosa importantissima per evitare di darsi la famosa “zappa sui piedi”: il nostro DNA non si è ancora “accorto” che oggi, in questa parte di mondo ricco, il cibo è sempre a disposizione e abbondante. E’ rimasto al tempo in cui il mondo era un luogo in cui non era garantito il cibo ogni giorno, perchè bisognava andare a procurarselo da soli.

Quindi, quando ci mettiamo “a dieta” nel senso di uno stile alimentare privativo e temporaneo, il nostro DNA si allarma, teme che sia in corso una carestia e abbassa il metabolismo.

Cosa scatena le “reazioni di emergenza”?

  • La riduzione calorica
  • La riduzione drastica o peggio l’eliminazione dei carboidrati
  • Il dimagrimento veloce

Quindi le diete ipocaloriche e le diete iperproteiche che riducono drasticamente o eliminano i carboidrati sono “zappe sui piedi”. Non fatevi ingannare dal fatto che i primi tempi funzionano, perchè poi le cose cambieranno.

E’ vero che le proteine fanno dimagrire?

Oggi va di moda la dannosissima dieta iperproteica che aumenta proteine animali e grassi e riduce drasticamente i carboidrati, forzando il corpo a ricavare energia da una via diversa da quella abituale, utilizzando una via che si attiva “in emergenza”, quando non c’è abbastanza cibo a disposizione, in particolare la principale fonte di glucosio: i carboidrati. Questa dieta affatica gravemente il nostro corpo, lo acidifica, lo infiamma e lo carica di scorie acide. Ma non solo…il dimagrimento è effimero! Sono tantissime le persone che vengono in consulenza raccontando della brutta esperienza con questa dieta e la storia è sempre la stessa: dimagrimento rapido – comparsa di stitichezza, mal di testa, malesseri vari – recupero dei chili persi – aumento della difficoltà a dimagrire.

Purtroppo questa dieta è efficace nel primo periodo, quindi inganna facilmente ed è anche pericolosa, infatti non si può seguire una dieta iperproteica a lungo.

Il prof. Berrino insiste molto nel non farsi ingannare e illudere da queste diete e cita spesso lo studio Epic, un enorme studio epidemiologico che dura da vent’anni e che osserva il comportamento alimentare di migliaia di persone sul lungo periodo.

Ebbene, hanno osservato che sul lungo periodo, chi consuma una maggiore quantità di proteine animali, tende ad ingrassare di più.

Come dimagrire in modo sano?

Innanzi tutto dobbiamo pensare di modificare le abitudini dannose che favoriscono il sovrappeso e introdurre abitudini virtuose che aiutano il corpo ad eliminare i grassi e disintossicarsi. Insomma, l’obiettivo dovrebbe essere quello di modificare il proprio stile di vita, di cui fa parte l’alimentazione, non per qualche settimana, ma per sempre! Cambiare alimentazione per qualche settimana o per qualche mese è inutile, è uno spreco di tempo, di energie e spesso è persino dannoso e controproducente. E’ poi è essenziale ricordarsi che l’obiettivo primario è la salute e non il dimagrimento a tutti i costi.

3 passaggi chiave:

  1. alzare il metabolismo
  2. attivare l’apparato circolatorio e linfatico
  3. aprire i rubinetti: attivare l’eliminazione

Per avviare questi 3 processi dobbiamo lavorare contemporaneamente con l’alimentazione e con l’attività fisica.

Non possiamo pensare di migliorare la salute e recuperare il peso forma senza un’attività fisica regolare, ma non per un semplice motivo legato al bruciare le calorie, ma perchè l’attività fisica alza il metabolismo, attiva l’apparato circolatorio e linfatico, riducendo il ristagno e favorendo la disintossicazione e infine, ma importantissimo, migliora l’umore e il rapporto con il cibo quindi sarà più facile modificare l’alimentazione e rinunciare a tutta una serie di cibi dannosi.

L’alimentazione andrà modificata nella direzione dei cibi che alleggeriscono il corpo e lo disintossicano e lo disinfiammano, riducendo o eliminando i cibi che creano ristagno, intossicazione e infiammazione.

Cibi che alleggeriscono, disintossicano e disinfiammano:

  • Riso integrale
  • Alghe marine
  • Verdure (in particolare le rape e le foglie verdi, ed escluse le solanacee)

Questi sono i cibi che hanno una maggiore attività dimagrante, che riducono l’infiammazione e aiutano il corpo ad eliminare, ma vanno comunque introdotti anche i legumi, dei semi oleosi, un po’ di frutta (meglio se poco zuccherina) e per chi non è vegano o vegetariano, può andare bene anche del pesce azzurro pescato. Preziosi anche i funghi shitake e lo zenzero!

Cibi che appesantiscono, creano ristagno e infiammazione:

  • Salumi e carni di ogni tipo
  • Latticini
  • Uova
  • Farine raffinate
  • Zuccheri raffinati
  • Alcol

Cosa mangiare quindi ogni giorno?

  • cereali in chicco integrali e semi integrali conditi con verdure
  • un po’ di legumi (3-4 cucchiai, non di più), che puoi aggiungere al cereale oppure cucinare a parte
  • verdura cotta
  • verdura cruda
  • se ti piace, anche della verdura pressata e degli insaltini (verdure fermentate)
  • alghe marine, ad esempio la wakame, la nori, la kombu (ne basta un pezzettino in una minestra, zuppa, minestrone o la famosa zuppa di miso)
  • poca frutta, poco zuccherina (anche non tutti i giorni)
  • una manciata di semi oleosi (nocciole, mandorle, ecc.)

Condimenti: olio evo, miso, acidulato di umeboshi, salsa di soia e gomasio.

Dolci: se arriva la voglia di dolce, possiamo soddisfarla con dolci leggeri a base di agar agar, un estratto di alghe marine (quindi avendo lo iodio stimola il metabolismo).

Ad esempio la mousse di mirtillo e zenzero oppure un budino dolcificato con i datteri o una crema super golosa e tanti altri sul blog!

Per chi non è vegetariano o vegano, va bene anche del pesce azzurro o pesce magro (pescato, non allevato!).

Sul blog ci sono tantissime ricette di cereali, legumi, dolci, ecc.

E la colazione?

Consiglio di puntare anche a colazione sul cereale in chicco e usare di rado le farine, perchè il cereale sotto forma di chicco aiuta a dimagrire (se non è raffinato!), mentre le farine fanno ingrassare (anche se integrali!).

Idee per la colazione:

Riso integrale dolce

Riso integrale salato

Dolcetti di riso

Torta di riso integrale

Crema di cereali

Considerazioni finali e un invito alla felicità

Il dimagrimento è viaggio personale, a volte difficile, a volte frustrante, che ci mette di fronte ad uno specchio, dove guardare tutti i nostri limiti (che possiamo superare!) e le nostre paure.

E’ essenziale una mente aperta, predisposta al cambiamento, curiosa ed elastica.

Niente estremismi e rigidità!

Ti invito a personalizzare ogni passo, ogni piatto e ogni momento del viaggio, perché siamo tutti diversi.

Ho usato il termine “viaggio” non a caso. Vorrei aiutarti a cambiare il modo di concepire il dimagrimento, stimolandoti a vederlo come un percorso, spesso più lungo di quanto vorresti, ma più sarà lungo e lento e più duraturi saranno i risultati!

Niente scorciatoie….perchè hanno sempre un prezzo da pagare.

Ti invito a vivere questo viaggio con leggerezza, con gioia, con ottimismo, ma soprattutto con fiducia nelle enormi capacità del corpo di riequilibrarsi. Abbi pazienza, lavora bene ogni giorno e i risultati arriveranno, non solo quelli legati al peso, ma tanti altri: maggiore benessere ed energia, miglioramento del sonno, della digestione, della funzionalità intestinale, dei valori del sangue, dell’umore persino.

E tanti altri da scoprire durante il viaggio, come tante stazioni ferroviarie da raggiungere.

Ti lascio con una preziosa citazione di Johann Wolfgang Goethe:

Senza fretta, ma senza sosta.”

Se hai bisogno di un aiuto, c’è la consulenza personalizzata. Scopri come funziona:

Consulenza macrobiotica

Crea la tua dispensa per dimagrire:

Riso Integrale Rosa Marchetti
Rosa Marchetti è un’antica varietà di Riso

Voto medio su 32 recensioni: Da non perdere

€ 6,02

Riso Ribe Lungo Integrale

Voto medio su 39 recensioni: Da non perdere

€ 4,29

Alga Kombu
Versione in Strisce – 50 gr

Voto medio su 105 recensioni: Da non perdere

€ 5,20

Alga Wakame
Alghe Marine di Bretagna

Voto medio su 106 recensioni: Da non perdere

€ 5,57

Alga Nori per Sushi
Alghe Marine di Bretagna

Voto medio su 39 recensioni: Da non perdere

€ 5,78

Alga Agar Agar
Polisaccaride usato come gelificante naturale

Voto medio su 51 recensioni: Da non perdere

€ 6,62

Miso di Riso Bio
Soia, riso integrale e koji – Ricco in proteine ed enzimi vitali

Voto medio su 190 recensioni: Da non perdere

€ 7,61

Acidulato di Umeboshi
Condimento a base di “Prugne di Umeboshi”

Voto medio su 217 recensioni: Da non perdere

€ 3,30

Gomasio Bio
Condimento biologico da tavola a base di sesamo

Voto medio su 37 recensioni: Da non perdere

€ 3,10

Shoyu Bio
Salsa di soia

Voto medio su 69 recensioni: Da non perdere

€ 4,08

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

2 commenti
  1. Eccellenti consigli! E’ tutto così semplice. Grazie Dealma!

Scrivi un commento