“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Maionese vegetale

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La maionese…che goduria….ma non solo, purtroppo…

La maionese classica a base di uovo è un concentrato di grassi e colesterolo. Inoltre il potente yang dell’uovo crea tensione e contrazione nel corpo, favorendo accumuli soprattutto nell’apparato riproduttivo femminile.

Quindi, a tutte le fanciulle: preparatevi a casa la maionese vegetale!

Ingredienti

  • 100 ml latte di soia freddo
  • 150-200 ml di olio di mais
  • ½ limone
  • 1 cucchiaino scarso di sale marino integrale

Per evitare l’effetto troppo raffreddante, quindi troppo yin, del latte di soia crudo, e renderlo anche più digeribile, conviene cuocerlo per 3-4 minuti e poi lasciarlo raffreddare. Non è indispensabile ovviamente.

Quando è freddo frullalo con il succo di limone, il sale e se ti piace anche un po’ di senape, poi comincia a versare a filo l’olio. Se non monta a sufficienza aggiungi un po’ d’olio in più.

I trucchi per una maionese “sana di mente”

Anche la maionese vegetale può “impazzire”. Per ridurre le probabilità di questo terrificante evento, è fondamentale che il contenitore per frullare sia pulitissimo, meglio se freddo.
Anche il latte deve essere freddo perchè la bassa temperatura favorisce legami ionici più forti, facendo montare la maionese.
Ma il vero segreto è aggiungere l’olio moooolto lentamente, per dare il tempo al composto di emulsionarsi. Far emulsionare l’olio e il latte non è facile, perchè spontaneamente si separano, insomma proprio non si sopportano. 😉
Dobbiamo dargli il tempo di incontrarsi, piacersi ed emulsionarsi.

La maionese sembra essere sensibile anche alle condizioni metereologiche e….all’umore, quindi disponiti con lo stato d’animo migliore. 😉

Attenzione! Anche se è vegetale non significa che sia “light”!
Contiene comunque tanto olio, quindi va consumata in piccole dosi e saltuariamente.

Macro-consiglio

Se vuoi ottenere una maionese gialla, quindi dall’aspetto simile a quella classica, puoi aggiungere 1/2 cucchiaino di curcuma. Se vuoi dare un sapore più forte puoi aggiungere un po’ di senape.

Buon appetito!

Prova questa ricetta e poi raccontami come è andata lasciando un commento. Condividere la tua esperienza sarà di grande aiuto per tutti! 🙂

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

21 commenti
  1. Ciao!Quante bellissime ricette!!!Devo cominciare a provarne un pò!Ti chiedo una curiosità: come mai il latte di soia per la maionese lo fai cuocere con il sale e non lo utilizzi direttamente?
    Grazie!

    • Benvenuta Patricia!
      Ci sono due motivi. Il primo deriva dal fatto che la soia è il legume meno digeribile tra tutti, quindi cuocere il latte di soia è un modo per aumentarne la digeribilità. Il secondo motivo è di ordine energetico. Il latte di soia è piuttosto yin, cioè raffreddante. Cuocendolo riduciamo un po’ questa carica raffreddante. Ovviamente non è indispensabile ai fini della riuscita della maionese! Buoni esperimenti e raccontaci come è andata! 🙂

  2. Complimenti per il sito e le idee innanzitutto, ottima questa ricetta per la maionese vegetale, tra l’altro ho notato che aumentando un po’ la quantità di senape il tutto monta in maniera migliore e più veloce, certo ti deve piacere il gusto leggermente più forte dato dalla “mustard”.

    • Benvenuto Pierluigi!
      Interessante la tua nota sulla quantità di senape, proverò sicuramente. Grazie! 🙂

      • È stato un puro caso, semplicemente la senape mi piace molto, da quella all’antica in grani alla senape francese fino alla mustard inglese (che adoro su tutte), quindi dopo la prima versione ho semplicemente fatto una variante con più senape e mi è sembrato che sia montata più velocemente… Almeno mi sembra.

  3. Cara Dealma, per la maionese mi piace molto, una volta avevo trovato su una rivista la stessa maionese come la tua, mlto felice l’ho fatta, la 1° volta mi è riuscita mlto bene ma era un pò troppo sata( uso anch’io il sale vegetale), ma la 2° volta ne ho messo di meno e non è riuscita, leggendo la tua ricetta ho visto dove avevo sbagliato il latte di soya non era freddo da frigo. Come sempre sei mitica alla prossima ricetta.
    salutoni

  4. Fatta!!!
    Cara Dealma, è strepitosa!!!!
    Ti dirò… mi sa che, come sapore, la preferisco all’altra!
    Questa mi sembra più “fresca”, se mi spiego… 🙂
    Un abbraccio!

    PS: poi ti dedico un post ^^

    • Ciao Gata, sono contenta che ti sia piaciuta. In effetti è molto più leggera, infatti non sei la sola a preferirla a quella classica. Sarò felice se vorrai dedicarmi un post, grazie! 🙂

  5. Fantastica! Facilissima da realizzare!!! io ci metto una puntina di curcuma e un cucchiaino di senape autoprodotta…viene fuori una bomba! Domanda: credi che possa utilizzare il latte di soia autoprodotto? Ne ho usato uno bio al naturale che trovo in commercio, ma vorrei provare con quello che faccio io…di solito da 500g di fagioli di soia mi escono 4 litri di latte: credi ci sia abbastanza concentrazione proteica da far addensare la maionese? Grazie,
    Valentina.

  6. Ciao Dealma,
    avresti una qualche idea per farla più light? Magari con meno olio e usando tofu seta al posto del latte di soia potrebbe funzionare? O dopo di maionese non avrà più nulla? 🙂 Un abbraccio!

    • Bella l’idea del tofu silk!!! Da provare assolutamente. Sospetto che potrebbe funzionare, quindi sperimenta e poi fammi sapere. Io appena lo trovo provo. Purtroppo la maionese, anche se vegan, non è certo leggera, quindi va assolutamente usata con parsimonia e saltuariamente, però l’idea di cercare un modo per alleggerirla mi piace. 🙂

  7. Eccomi, con domanda: 100 ml di latte di soia corrispondono a … grammi di tofu silk?
    Ciao e grazie

    • Ciao Serenella, non ho ancora usato il tofu silk quindi non so darti indicazioni circa l’equivalenza con il latte di soia. Mi spiace!

  8. Ancora domande: il sale vegetale di cosa è fatto? E’ più salato del sale naturale?
    Si trova nei negozi bio?
    Lo so, sono una curiosona.

Scrivi un commento