“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Muffins alle carote e cannella

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Dei muffins salati???!!! Si, sono buonissimi!

Sono perfetti per un aperitivo, una merenda o un pic-nic, ma anche per portarli in ufficio per uno spuntino.

 

 

Ingredienti

  • 300 g di farina “0”
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 2 cucchiai di lievito (cremor tartaro)
  • ½  cucchiaino di cannella
  • 4 carote (circa 300 g)
  • 240 ml di latte di soia
  • 50 g di olio d’oliva o di mais
  • 1 cucchiaio di erba cipollina tritata
  • semi di papavero o di sesamo o di girasole o di zucca

Mescola la farina, il sale e il lievito. Aggiungi l’olio e il latte di soia. L’impasto deve risultare  molto morbido.  Aggiungi le carote grattugiate, l’erba cipollina e la cannella e mescola bene.

Con un cucchiaio, trasferisci l’impasto negli stampini per muffins e decora la superficie a piacere con semi di papavero, di zucca, di sesamo o di girasole.

Inforna a 180° per 20-30 minuti. Lascia raffreddare.

Buon appetito!

Prova questa ricetta e poi raccontami come è andata lasciando un commento. Condividere con gli altri la tua esperienza sarà di grande aiuto per tutti!

Se hai difficoltà a trovare il cremor tartaro nei negozi, puoi ordinarlo online:

Polvere Lievitante Bio - 4x21g

Voto medio su 13 recensioni: Da non perdere

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

12 commenti
  1. wow!!! li proverò sicuramente!

  2. Ciao Dealma, li ho proprio fatti 5 minuti fa,ora sono in forno e non vedo l’ora di provarli.
    Ma invece del cremor tartaro ho utilizzato il lievito che compri nei supermercati(giusto da finirlo),domanda: che differenza c’è tra il comune lievito e il cremor tartaro??

    • Ciao Tati, poi mi dirai se ti sono piaciuti! Il cremor tartaro è estratto dall’uva, ma viene comunque sempre abbinato ad un po’ di bicarbonato, quindi hai fatto bene. Bicarbonato e cremor tartaro insieme sono un po’ più efficaci del solo bicarbonato, ma dipende molto anche dagli altri ingredienti. 🙂

  3. Allora, provato e mangiato i muffun, ma non mi hanno colpito molto,magari perché nel momento che li ho fatti avevo voglia di dolce, e quindi pensavo tutt’altro. Ma comunque proverò di nuovo a farli…

  4. Ciao Dealma,
    neanche io ho capito cosa intendi per lievito: cioè dobbiamo usare il cremor tartaro da solo, oppure abbinato al bicarbonato ( se si inche dosi) oppure io a casa ho un lievito per dolci già pronto a base di amido di mais, cremor tartaro e bicarbonato… non so, magari potrei usare quello,che dici?

    • Si certo, quello va bene. In commercio si trovano solitamente bustine contenenti una miscela di cremor tartaro e bicarbonato e vanno benissimo. C’è chi usa anche solo il bicarbonato invece.

      • Ma tu cosa intendi esattamente quando nelle ricette scrivi “lievito (cremoro tartaro)”

        • Io utilizzo questo oppure questo. Intendo le bustine di lievito per dolci, che contengono di solito una miscela di bicarbonato e cremor tartaro (tartrato di potassio).

  5. Ciao Dealma, l’altro ieri ho provato i miei primi muffins. Una volta freddi (o tiepidi) , restano attaccati alla carta mentre il giorno dopo si staccano bene e facilmente. E’ normale? Oggi ho riprovato con quelli di zucca (la mia prima zucca del mio primo orto) e appena fatti non si staccano dalla carta se non rompendoli. Vanno quindi preparati sempre il giorno prima?

    • Ciao Elisabetta, se sono ancora un filino umidi si attaccano. Succede anche a me. Puoi provare senza pirottini usando solo lo stampo oliato bene e passato con un po’ di farina o di cacao. 🙂

Scrivi un commento