“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Panzerotti con ripieno di biete e tofu

panzerotti

Ogni volta che il mio vicino di casa mi porta un enorme sacco di biete del suo orto, mi devo ingegnare per trovare il modo di cucinarle tutte quante, perchè so che poi finiscono per stazionare nel frigorifero fino a doverle buttare.

Questa volta sono saltati fuori dei panzerotti.

Questi panzerotti sono un’ottima soluzione per un pranzo da asporto o un pic nic, ma anche per una merenda (anche per i bimbi!) o un aperitivo. Comodissimi da mangiare con le mani!

Si possono cuocere al forno o addirittura friggere in immersione per renderli davvero golosi.

 

Ingredienti

Per circa 15 panzerotti

Per la pasta:

  • 120 g di farina integrale
  • 30 g di farina di mais fioretto
  • 50 g di farina di farro “0”
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale marino integrale
  • ½ cucchiaino di lievito naturale
  • acqua q.b.

Per il ripieno:

  • 200 g di biete (solo la parte verde) o spinaci
  • 1 spicchio d’aglio
  • 80 g di tofu
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • noce moscata q.b.
  • 1 cucchiaio di miso bianco (o mezzo cucchiaio di miso classico)
  • 1 cucchiaino di tahin
  • timo
  • salvia
  • sale q.b. o salsa di soia

 

Prepara la pasta mescolando le diverse farine, il lievito, il sale e l’olio. Aggiungi poca acqua per impastare e ottenere un impasto abbastanza morbido, da riporre in frigorifero circa 30 minuti avvolto nella pellicola.

Nel frattempo prepara il ripieno. Lessa la biete e il tofu in acqua bollente e salata (nella stessa pentola). Quando le biete sono tenere scolale e strizzale bene. Metti da parte il tofu. Su un tagliere trita le biete in modo grossolano con un coltello. Passale in padella con l’olio e l’aglio tritato, la salvia tritata e il timo. Frulla il tofu, ma brevemente, per non renderlo troppo liscio, oppure tritalo a coltello

Mescola il miso con il tahin e poca acqua per ottenere una crema.

Unisci in una ciotola le biete, il tofu, la crema di tahin e miso e la noce moscata. Assaggia e se necessario aggiungi salsa di soia o sale.

A questo punto tira la pasta molto sottile. Taglia dei dischi usando un coppapasta o una tazza. Io ho usato un coppapasta di 9 cm di diametro.

Su ogni disco disponi un po’ di ripieno, solo un metà del disco, così potrai ripiegare la pasta a metà ottenendo una mezzaluna. Chiudi il panzerotto schiacciando con le dita il bordo.

Disponi i panzerotti su una teglia con carta forno e spennellali con un po’ d’olio. Io ho preparato una miscela di olio, tamari e un pizzico di curcuma, ma va bene anche solo un po’ d’olio.

Dopo averli spennellati ho spolverato con semi di papavero per guarnire. Puoi usare anche i semi di sesamo.

Inforna a 170° per 30-40 minuti. Dopo circa 20 minuti è meglio girarli.

Se hai difficoltà a trovare nei negozi il lievito naturale e il tahin, puoi ordinarli online:

Polvere Lievitante per Dolci Bio a base di Cremortartaro

Voto medio su 23 recensioni: Da non perdere

Tahin Scuro - Crema di Sesamo

Voto medio su 24 recensioni: Buono

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

26 commenti
  1. Ciao Dealma, che ricettina sfiziosa, la proverò sicuramente! Quali altre verdure consigli, a parte bieta e spinaci?

    • Ciao Luisa, potresti provare con cipolle, porri, cipollotti, insalate varie (sarei curiosa di provare con il radicchio), ma anche asparagi, peperoni, carote e chi più ne ha più ne metta. 🙂

  2. Ciao Dealma,
    che ricettina deliziosa … ho gli spinaci freschi in frigo dell’orto di mamma e dunque pomeriggio li farò.
    Mi spiace molto non aver potuto partecipare alla video ricetta in quanto ero via. Posso rivedere il video in qualche modo?
    Grazie e una luminosa giornata
    Beatrice

    • Ciao Beatrice, si sarà possibile prossimamente vedere la registrazione della diretta si Social Veg. Appena me la mandano la pubblico. 🙂

  3. Penso che li proverò anche se purtroppo non ho nessun vicino gentile che le coltiva!!!

  4. brava! buonissimi….chissà se è possibile fare i panzerotti con la farina di quinoa, e cioè senza glutine…secondo te?

    • Ciao Isabella, è sicuramente più complicato, ma si può provare. Praticamente tutte le mie ricette sono esperimenti. 🙂

  5. Ciao Dealma, grazie per questa ricetta sfiziosa. Vorrei portarli domenica per un pic nic tra amici, un consiglio: potrei prepararli venerdi e tenerli in frigo il giorno successivo? Sabato tra impegni e lavoro non avrò un minuto libero.
    grazie ancora!!!
    Cristina

    • Si sono buoni anche il giorno dopo. Magari passali in forno 5 minuti. Buon pic nic! 🙂

  6. Buonissimi questi panzerotti! Mi chiedevo se il tahin si vende nei negozi del
    punto

    • Ciao Laura, non saprei. Io non lo ricordo al Punto, ma è tanto tempo che non ci vado. Facci un giro. 🙂

  7. Provati e approvati! Strabuoni. Apprezzati anche da chi è sofficini-addicted 🙂

  8. Ricetta provata! Buonissimi!!! La farina di mais fioretto rende tutto più ‘crostoloso’ e buonooooo!! 🙂

    • Ciao Nives, sono contenta che ti siano piaciuti. Io adoro la farina di mais fioretto! Da quando l’ho scoperta la uso sempre. 🙂

  9. ciao Dealma è possibile usare solo la farina tipo 2?
    ciao grazie

    • Si certo! Puoi sperimentare le farine che desideri. Chiaramente ogni farina darà una consistenza particolare, ma il tipo 2 va benissimo. 🙂

  10. CIAO CARA PROVERO LA TUA COLAZIONE. VOLEVO CHIEDERTI POSSO FARE IL PANE INTEGRALE CON L’IMPASTO DEI PANZAROTTI? ALTRIMENTI MI DICI COME FARE IL PANE

    • Ciao Milena, volendo si, dovresti forse aggiungere del lievito diverso, magari del lievito madre (si trova anche liofilizzato in bustina) o il classico lievito per pane. Io non lo faccio mai, perchè non lo mangio, quindi non sono la persona giusta per consigliarti, ma sul web trovi una marea di ricette da sperimentare. 🙂

  11. Buonissimi!!!!!
    Ho messo gli spinaci al posto delle biete ma il risultato è stato ugualmente apprezzatissimo anche dagli amici!

  12. Dealma, che meraviglia!
    Gironzolando fra il Video-corso e il tuo Blog oggi ho deciso di sperimentare la base di questi golosissimi panzerotti per fare due minitortine salate: una con radicchio rosso e scalogno stufati in padella e qualche noce di decorazione e l’altra con cipolla carote e porro sempre pre-stufati in padella. Ma che bontà!!
    Grazie infinite per queste ricette che fanno bene.

    • Ciao Gloria, sono felice che la pasta dei panzerotti ti sia servita per le tortine salate, brava! 🙂

  13. ..e sono buonissime anche il giorno dopo!! 🙂
    L’apprendimento rinnovato attraverso il senso del piacere di cui hai cura nelle ricette che condividi è che l’amorevolezza nella scelta degli alimenti e nella loro combinazione è come un processo alchemico che rinutre non solo concretamente le cellule e gli organi, ma anche la parte di me che sa provare gioia per i piccoli istanti della vita.
    Grazie.

    • Meraviglioso. Bravissima, l’hai spiegato alla perfezione. 🙂

Scrivi un commento