“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Pomodori ripieni di cous cous

pomodori ripieni di couscous

I pomodori ripieni sono un must in estate. Qualcuno dirà: ma i pomodori anno parte della cucina  macrobiotica?

La macrobiotica non esclude nessun cibo a priori, come spiego in questo articolo.

Dobbiamo solo diventare consapevoli dei diversi effetti dei cibi sul nostro corpo e fare attenzione ad usare con moderazione i cibi presentano dei “difettucci” come le solanacee.

Il segreto è non abusarne! E nel caso dei pomodori usarli solo di stagione.

Però se ci sono in corso infiammazioni, problemi articolari e malattie autoimmuni….bisogna rinunciare.

Ingredienti

  • 100 g di cous cous (io ho usato quello di riso e mais)
  • 150 ml di acqua
  • 3 pomodori cuore di bue
  • 2 cucchiai di olive taggiasche (o altre olive nere)
  • 2 cucchiaini di capperi
  • 1 spicchio d’aglio (facoltativo)
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 2 cucchiai d’olio e.v.o.
  • Aromi a piacere (io ho usato basilico, origano, timo)

Porta l’acqua a bollore, spegni e versa il couscous. Mescola e lascia riposare coperto qualche minuto.

Nel frattempo taglia i pomodori a metà in orizzontale e svuotali dalla polpa, che terrai da parte.

Trita grossolanamente i capperi e le olive.

Taglia a pezzetti la polpa di pomodoro.

Sgrana con le mani il cous cous, quindi unisci la polpa di pomodoro, il trito di olive e capperi, gli aromi, la salsa di soia e l’olio.

Mescola e riempi i pomodori.

Inforna a 180° per 20-30 minuti.

Se vuoi sperimentare il cous cous di mais e riso, puoi ordinarlo online:


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

2 commenti
  1. Ciao Delma,
    ottima ricetta estiva!
    Mi chiedevo però che tipo di problemi possono dare i pomodori?

    grazie
    Rosy

    • Ciao Rosy, da un punto di vista energetico sono molto yin quindi potenzialmente raffreddanti e indebolenti. Sconsigliati in caso di allergie, malattie autoimmuni, disturbi cutanei, intestinali, ecc.

Scrivi un commento