“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Quinoa con fagiolini e salsa al basilico e anacardi

Quinoa con fagiolini e salsa al basilico e anacardi

Questo esperimento è nato pensando alla pasta al pesto dei genovesi, che prevede anche fagiolini e patate. Ebbene, mi sono chiesta se l’abbinamento fagiolini e pesto potesse essere efficace anche con un cereale in chicco…..sembra di si! L’ho trovato buonissimo, ma mi direte voi cosa ne pensate.

Questa salsa è molto simile ad un pesto, ma non ho avuto il coraggio di chiamarla “pesto” per non scatenare le ire funeste dei puristi del pesto alla genovese. 😉

Ingredienti

Per circa 2 persone:

  • 150 g di quinoa
  • 300 g di fagiolini
  • 1 cipolla o cipollotto
  • 1 spicchio d’aglio (facoltativo)
  • 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di tamari
  • sale marino integrale

Per la salsa:

  • 50 g di anacardi
  • 30 g di basilico fresco
  • 1 cucchiaio di yogurt di soia (facoltativo)
  • 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • salsa di soia o sale q.b.

Per guarnire:

  • una manciata di anacardi

Lava la quinoa e cuocila con il doppio del volume d’acqua. 150 di quinoa corrispondono circa ad un bicchiere, quindi aggiungi per la cottura due abbondanti bicchieri d’acqua. Aggiungi anche una presa di sale e porta a bollore. Cuoci coperto (con un piccolo spiraglio) per 15 minuti, poi spegni e lascia riposare ben coperto per 10 minuti.

Nel frattempo prepara le verdure e la salsa.

Affetta la cipolla o il cipollotto e mettilo in padella con lo spicchio d’aglio, un cucchiaio d’olio e un pizzico di sale.

Fai rosolare qualche minuto. Se necessario aggiungi poca acqua affinchè non bruci.

Lava i fagiolini, spuntali per togliere il picciolo, tagliali a cilindretti e trasferiscili in padella.

Aggiungi poca acqua e cuoci coperto per 10 minuti. Quando i fagiolini sono teneri aggiungi la salsa di soia e cuoci ancora 1 minuto.

Prepara la salsa frullando il basilico con gli anacardi, lo yogurt (che puoi omettere oppure sostituire con un po’ di latte vegetale) l’olio e il sale oppure la salsa di soia. Io ho aggiunto circa mezzo cucchiaino di tamari.

Macro-info: la quinoa che ho utilizzato in questa ricetta è di due varietà con colorazioni differenti, ma va benissimo anche la quinoa classica di colore chiaro. Esistono infatti diversi tipi di quinoa oltre a quella più conosciuta di colore chiaro, ci sono ad esempio quella rossa e quella nera, che si prestano per creare piatti particolari anche dal punto di vista visivo.

E se hai bisogno di aiuto e video ricette….ecco il video corso L’apprendista macrobiotico!

banner-appredista-bottom-ricette (1)

Se hai difficoltà a trovare la quinoa nei negozi, puoi ordinarla online. Ne esistono tanti tipi:

Quinoa
Mix Quinoa

Voto medio su 1 recensioni: Buono

Quinoa Real - Quinoa Nera

Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere

Quinoa Rossa
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

2 commenti
  1. Ciao Dealma, in genere, prima di comporre il piatto, metti la salsa con gli anacardi oppure la disponi solo sopra?

    • Dipende dall’ispirazione del momento. 🙂 A volte la aggiungo nel piatto all’interno di una ciotolina. Altre volte la metto sopra, altre no. Lasciati guidare dalla fantasia. 🙂

Scrivi un commento