“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Riso basmati integrale speziato con fagiolini

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il riso basmati è meraviglioso, delicato e profumatissimo.

Il suo chicco lungo è perfetto per l’estate perchè possiede un’energia leggermente più yin del riso a chicco tondo.

E sappiamo che d’estate abbiamo bisogno di yin di buona qualità che ci aiuti a sopportare il caldo.

In commercio trovi il basmati anche nella versione integrale.

 

 

Ingredienti

Per circa 2 persone:

  • 150 g di riso basmati integrale
  • 200 g di fagiolini
  • aromi vari a piacere (basilico, timo, ecc.)
  • 1 cucchaino di curry dolce
  • 1 pizzico di cumino
  • 1 cucchiaio di acidulato di umeboshi (facoltativo)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • 1 presa di sale marino integrale

Lava il riso e lascialo in ammollo qualche ora. Butta l’acqua di ammollo e lessalo con il doppio del volume di acqua e un pizzico di sale per 10-15 minuti, parzialmente coperto. A fine cottura, quando l’acqua sarà assorbita, spegni e lascia riposare coperto 10 minuti.

Mentre il riso cuoce, salta in padella i fagiolini tagliati a cilindretti con l’olio, l’aglio e una presa di sale per qualche minuto. Aggiungi poca acqua e lascia cuocere coperto 10 minuti. A fine cottura togli l’aglio.

Trasferisci il riso in una padella spennellata d’olio e aggiungi gli aromi, il cumino e il curry. Salta il riso 1 minuto mescolando bene. Spegni e aggiungi l’acidulato di umeboshi.

Puoi servire il riso accompagnato dai fagiolini, oppure mescolarli insieme, oppure impiattare come nella foto, utilizzando un coppapasta o uno stampino per dare forma al riso e coprire con i fagiolini.

Buon appetito!

Prova questa ricetta e poi raccontami come è andata lasciando un commento. Condividere la tua esperienza sarà di grande aiuto per tutti. 🙂

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

2 commenti
  1. Non buttate via l’acqua di ammollo e di risciacquo di cereali e legumi, sarebbe uno spreco inutile di un bene comune, tenetela da parte ed usatela per annaffiare le vostre piante che vi saranno grate e, lo sarà anche la vostra coscienza.

Scrivi un commento