“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Riso integrale con cavolfiore e prugne secche

riso integrale con cavolfiore e prugne secche copia

Sarà che sono particolarmente amante dell’agrodolce, ma l’abbinamento del riso con le prugne secche è uno dei miei preferiti.

Questo piatto è davvero semplicissimo e se hai in frigorifero del riso e del cavolfiore già lessati, è pronto in 5 minuti.

 

Ingredienti

  • 150 g di riso integrale
  • 10-12 prugne secche
  • 1/2 cavolfiore piccolo (o più, a piacere)
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di tamari
  • erba cipollina (o altri aromi a piacere)
  • gomasio

Dopo aver ammollato il riso per 8 ore circa, lessalo con il doppio di acqua e un pizzico di sale, per circa 20-30 minuti, coperto.

Lessa il cavolfiore al vapore oppure in acqua bollente e salata.

Taglia le prugne a pezzetti e trita l’erba cipollina.

Ora unisci in una padella tutti gli ingredienti: il riso, le cimette di cavolfiore, le prugne e l’erba cipollina.

Se hai riso e cavolfiore già lessati è davvero semplice, basta solo tagliare le prugne e l’erba cipollina!

Aggiungi l’olio e il tamari (o lo shoyu) e fai saltare in padella per un paio di minuti.

Servi con una spolverata di gomasio.

Buon appetito!

Prova questa ricetta e lascia un commento per raccontarmi come è andata!
Condividere la tua esperienza sarà di grande aiuto per tutti. 🙂

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

14 commenti
  1. Ciao Dealma,
    si, è proprio vero, avendo il riso o altro cereale già cotto è decisamente semplice fare questi risotti, come li chiamo io. Grazie come sempre per il tuo suggerimento
    gradito e apprezzato.
    Baciotti
    Beatrice

    • E si, organizzandosi per avere sempre in frigorifero almeno un cereale già lessato, diventa tutto più facile. 🙂

  2. Adoro l’agrodolce, questo piatto è davvero irresistibile lo proverò certamente…! e poi è molto nutriente fornisce tutti i nutrienti in un solo piatto ottimo!! Grazie per il tuo suggerimento… un abbraccio Renèe

    • Benvenuta Renè,
      mi fa piacere che la mia idea ti sia piaciuta! 🙂

  3. Cara Dealma, ormai ho imparato anch’io a cucinare riso legumi e verdure un po’ più abbondanti quando ho tempo x poi ritrovarmeli solo da scaldare quando ho fretta, l’unica cosa “negativa” è che forse rischio di abbondare troppo coi condimenti perché quando poi salto il tutto in padella mi vien da mettere shoyu o un goccio di olio per legare il tutto senza che si asciughi troppo. Una domanda: ho capito che prediligo il riso rispetto agli altri cereali e per cambiare mi sono procurata tutte le varianti possibili in forma integrale, ma poi ho pensato che il rosso é thailandese, il nero cinese e il basmati indiano. Va bene lo stesso se non sono prodotti locali? Dopotutto anche le alghe, le umeboshi e il miso non sono proprio italiani… Oggi provo a usare le prugne secche, una volta le abbinavo alle carni (tipo coniglio) e piacevano molto a tutti, vediamo come reagiscono al nuovo abbinamento… Buona giornata e grazie per i tuoi suggerimenti!

    • Ciao Sara,
      nella macrobiotica si fa attenzione affinchè il cibo, più cha altro frutta e verdura, appartenga alla propria fascia climatica (quindi i condimenti giappo vanno bene). Per i cereali e i legumi invece è relativo, ci fanno bene comunque. L’unico motivo per cui potremmo decidere di non utilizzare riso basmati o riso rosso, ma anche cereali come la quinoa, è di ordine ecologico perchè vengono da lontano, quindi non sono certo a km 0. Ma qui si tratta di scelte molto personali. Non ti preoccupare se riscaldando in padella i cereali o i legumi usi dei condimenti, va bene, basta non esagerare. E se sei preoccupata per l’olio, puoi aggiungere solo un po’ d’acqua e poi i condimenti salati che preferisci. 🙂

  4. Ciao Dealma ! Questo piatto da te proposto è stato la nostra cena di ieri sera. Avevo del riso avanzato così è scattata la ricetta del riciclo. Mio marito mi ha fatto notare giustamente che ormai non è più stagione di cavoli, anche se guardando fuori dalla finestra si potrebbe pensare diversamente! Ma io non ho resistito perché adoro l’agrodolce. La ricetta è stata all’altezza delle aspettative: davvero molto buona!

    • Ciao Nichi,
      è vero non è la stagione piena dei cavoli, ma ci sono gli ultimissimi e ne ho approfittato. Sono contenta che la ricetta ti sia piaciuta. 🙂

  5. Sono stato molto contento di aver trovato questo sito. Voglio dire grazie per il vostro tempo per questa lettura meravigliosa! Io sicuramente mi sto godendo ogni post e ho gi

    • Benvenuto Angelo,
      sono contenta che il mio progetto ti piaccia. Mi spiace che il tuo commento sia interrotto a metà, prova a riscriverlo magari. 🙂

  6. Fatta, sia nella variante broccolo che cavolfiore, un successo strepitoso.

  7. Che bontà! Il cavolfiore si sposa benissimo con le prugne secche e la semplicità della ricetta permette di preparare il tutto in un attimo. Grazie!

    • Bene! Sono contenta che ti piaccia questo abbinamento. Io lo adoro. L’ho scoperto a Catania tanti anni fa e me ne sono innamorata. 🙂

Scrivi un commento