“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Riso venere al limone con carciofi in padella

Riso venere al limone con carciofi in padella

Il riso venere, chiamato anche riso nero,  è un riso integrale molto aromatico, che si presta a moltissime ricette e abbinamenti diversi. Io lo adoro con la zucca! Provalo anche in questa versione.

E’ particolarmente ricco di antociani, ne contiene di più persino dei mirtilli. Gli antociani sono potenti antiossidanti, che combattono i radiclai liberi e impediscono l’accumulo di placche nelle arterie.

Spesso piace ai bambini perchè si divertono a sporcarsi i denti e la lingua di nero. Se hai bimbi che non vogliono il riso, prova a farli divertire con il riso venere!

Ingredienti

Per circa 2 persone:

  • 150 g di riso venere
  • 3 carciofi
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 limone
  • 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale marino integrale

Lava il riso e fallo cuocere con il doppio del volume di acqua e una presa di sale marino integrale per circa 20 minuti parzialmente coperto. Poi spegni e lascia riposare 15 minuti coperto.

Nel frattempo prepara i carciofi in padella.

Grattugia la buccia del limone, oppure usa il pelapatate per ottenere qualche fettina di buccia, da tagliare in bastoncini come ho fatto io.

 

Taglia il limone a metà. Una metà servirà per il riso, l’altra per non far annerire i carciofi.

Pulisci i carciofi dalle foglie esterne, taglia le punte con le spine e taglia il gambo. Taglia i carciofi in quattro e togli la peluria interna, poi tagliali a fettine. Man mano che li tagli mettili in una ciotola con acqua e il succo di mezzo limone per non farli annerire.

Puoi usare anche il gambo, che va sbucciato e poi tagliato a cubetti o a bastoncini.

Scalda l’olio in padella, aggiungi lo spicchio d’aglio e i carciofi. Fai rosolare un minuto, poi aggiungi la salsa di soia e un po’ d’acqua e lascia stufare coperto per 10-15 minuti. Controlla ogni tanto che non brucino, aggiungendo magari un po’ d’acqua.

Quando il riso è pronto (dovrà essere morbido e aver assorbito tutta l’acqua di cottura), aggiungi il succo di limone e mescola bene. Assaggia e valuta se l’acidità è sufficiente o ti piacerebbe sentire di più il limone. Nel caso aggiungi altro succo di limone a piacere.

Quando i carciofi sono teneri, spegni e aggiungi la buccia di limone grattugiata oppure in bastoncini. Puoi servire separatamente come ho fatto io, oppure mescolare riso e carciofi.

E se hai bisogno di aiuto e video ricette….ecco il video corso L’apprendista macrobiotico!

banner-appredista-bottom-ricette (1)

Se hai difficoltà a trovare nei negozi il sale marino integrale (fino o grosso), puoi ordinarlo online:

Sale Integrale Mothia - 1 kg

Voto medio su 60 recensioni: Da non perdere

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

15 commenti
  1. Non si capisce bene quando dici il doppio per l’acqua, dopo 10 minuti secondo me si evapora tutta,

    • Ciao Fabrizio, devi cuocere con un coperchio, così non evapora, ma viene assorbita dal cereale. Per cuocere il riso si usa di solito il doppio del volume. Significa che se hai misurato un bicchiere di riso, aggiungi per cuocere 2 bicchieri abbondanti di acqua. Porta a bollore, poi abbassa la fiamma e metti un coperchio lasciando un piccolo spiraglio. A fine cottura spegni e chiudi bene con il coperchio lasciando riposare 10 minuti. Prova e vedrai che dopo 2-3 volte ci prenderai la mano.

    • Ciao Fabrizio, devi cuocere con un coperchio, così l’acqua non evapora, ma viene assorbita dal cereale. Per cuocere il riso si usa di solito il doppio del volume. Significa che se hai misurato un bicchiere di riso, aggiungi per cuocere 2 bicchieri abbondanti di acqua. Porta a bollore, poi abbassa la fiamma e metti un coperchio lasciando un piccolo spiraglio. A fine cottura spegni e chiudi bene con il coperchio lasciando riposare 10 minuti. Prova e vedrai che dopo 2-3 volte ci prenderai la mano.

  2. Buongiorno Dealma, ma i carciofi non sono fuori stagione?

    • Ciao Gianna, io li ho nell’orto! 🙂

    • Ciao Gianna, io li ho nell’orto! 🙂 Considera comunque che la questione della stagionalità non va presa troppo rigidamente, anche perchè in Italia cambia molto in base all’area geografica. Solo per le verdure decisamente estive come pomodori, zucchine, melanzane, peperoni, sarebbe meglio essere un po’ più “fiscali”, ma questo significa non utilizzarli in inverno.

  3. Ciao Delama, dato che si parla di riso ne approfitto per farti una domanda che ho da tempo: pentola a pressione o pentola “normale”? Cosa é più consigliabile e soprattutto cosa cambia?
    Un’altra cosa: so che esiste il malto di riso integrale, ma non riesco a trovarlo…tu lo conosci? Quello che si trova di solito è da riso bianco, giusto?
    Grazie mille, vado a leggere il tuo ebook appena acquistato!!

  4. Anche a me piace molto il riso Venere che di solito mischio con riso integrale. Proverò comunque con il limone…
    Grazie.

  5. Cara Dealma vorrei scaricare il mini corso, risulta che l’abbia già fatto ma non ce l’ho, tu hai consigliato di cancellarsi poi reiscriversi ma non ci sono riuscita dove trovo lo spazio per cancellarsi. Grazie e tanti complimenti.
    Maria

    • Ciao Maria, per cancellarti devi cercare all’interno di una delle mail che ti sono arrivate. In fondo c’è il bottone per cancellarsi. Poi puoi re-iscriverti. Ti mando comunque via mail tutte e 7 le lezioni, così siamo sicure che tu le abbia. 🙂

  6. Buongiorno, Dealma,
    ho provato oggi la ricetta del riso venere al limone con carciofi.
    Sono rimasto piacevolmente sorpreso, è OTTIMO, sia il riso in sè che la combinazione limone-carciofi.
    Consiglio a tutti di provarlo.

    Grazie per le ricette.

    • Sono felice che ti sia piaciuto Luca! 🙂

  7. Ciao Dealma, ammetto che comprendo il tuo approccio morbido alla macrobiotica..ma sono un po’ in crisi riguardo pomodori, zucchine e peperoni…un mio amico ha l’orto pieno e non mangiando verdura rifila tutto a me..non che mi dispiaccia anzi…ma il problema è la frequenza del consumo…come dovrei regolarmi??

    • Dipende dalle tue condizioni di salute. Se stai bene non hai motivo di preoccuparti. Magari non mangiare le solanacee proprio tutti i giorni.

Scrivi un commento