“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Sformatino di carote con agretti allo zenzero

5-6 carote

1 porro

1 cucchiaino di curcuma

1 cucchiaio di tahin

1 cucchiaino di agar agar in polvere

brodo vegetale q.b. (carota, sedano, cipolla, kombu)

sale

agretti

acidulato di umeboshi

succo di zenzero

Prepara il brodo vegetale facendo bollire per 15-20 min 1 cipolla, 1 carota, 1 gambo di sedano e 2-3 cm di alga kombu. A fine cottura regola di sale. Taglia a pezzetti le carote e il porro, metti in una pentola con la curcuma e l’agar agar e fai cuocere il tutto coperto dal brodo vegetale fino a quasi competo assorbimento. Togli dalla pentola e frulla bene per ottenere un composto molto liscio. Unisci il tahin, controlla la sapidità e trasferisci in formine di alluminio unte d’olio. Lascia raffreddare e poi sforma direttamente sul piatto di portata. Lessa gli agretti in acqua bollente salata e condiscili con l’acidulato di umeboshi e lo zenzero. Arrotola un po’ di agretti con la forchetta, come fossero spaghetti, e disponili accanto allo sformatino.

Buon appetito!

Prova questa ricetta e poi raccontami come è andata lasciando un commento. Condividere con gli altri la tua esperienza sarà di grande aiuto per tutti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

6 commenti
  1. Io adoro lo zenzero! Ci faccio i biscotti con cioccolato, cannella e farina di farro. Lo uso a fettine nelle insalate e lo strofino sul pane abbrustolito da mettere a pezzetti nelle vellutate.
    Il pediluvio è una piacevole novità, che proverò subito stasera.
    Grazie Dealma

  2. Ciao Dealma!
    Volevo sapere se questa ricetta posso prepararla il giorno prima. .
    tenere gli stampini in frigo …e servirla il giorno dopo ..
    in tal caso.. mi suggerisci di servirli freddo o si possono scaldare in forno qualche minuto senza far danni?
    Grazie mille!!! E sempre grazie per i tuoi preziosi consigli!!!!!!!

    • Ciao Olimpia, si puoi farli il giorno prima, lasciandoli negli stampini e poi riscaldarli un pochino, non c’è problema. Puoi scaldarli in forno oppure a bagno maria.

  3. Ok proverò grazie!

Scrivi un commento