“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Soufflè di tofu tricolore

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Quando nomino il tofu spesso mi sento dire “Ma il tofu non sa di niente!”

In effetti è vero! Il segreto è cucinarlo bene. Anzi, la sua mancanza di sapore è un vantaggio perchè possiamo dargli il sapore che vogliamo, dolce o salato.

Questa ricetta rappresenta uno dei tanti modi per rendere il tofu delizioso….puoi provarla per il cenone di Capodanno, vedrai che piacerà a tutti! 🙂

E poi sarà l’unico soufflè a non rischiare di sgonfiarsi, perchè è senza uova!

Ingredienti

  • 400 g di tofu naturale
  • 200 g di biete
  • 200 g di carote
  • 200 g di zucca pulita
  • 1 cucchiaino e ½  di sale marino integrale
  • ½ cucchiaino di cannella
  • ½ cucchiaino di noce moscata
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaino di agar agar in polvere

Lava le biete e scottale in acqua bollente per 2 minuti, scolale e strizzare molto bene. Taglia le carote e la zucca a pezzetti e cuocile al vapore.

Frulla il tofu con l’agar agar, il sale e l’olio. Cerca di ottenere una consistenza cremosa, quindi se è necessario aggiungi poca acqua. Dividi il composto in tre parti uguali e frulla  una parte con le biete, una parte con carote e noce moscata e l’ultima parte con zucca e cannella.

Fodera di carta forno uno stampo da plumcake oppure utilizza le vaschettine d’alluminio (unte d’olio) e versavi la crema di carote, poi quella di biete e infine quella di zucca.

Livella la superficie e inforna a 180° per 20-30 minuti. Lascia raffreddare completamente, togli dallo stampo e decora con semi di papavero o altre decorazioni a piacere. Se hai usato lo stampo da plumcake taglia a fette. Preparandolo diverse ore prima rimane più compatto.

Prova questa ricetta e lascia un commento per raccontarmi come è andata!
Condividere la tua esperienza sarà di grande aiuto per tutti. 🙂

Ricordati che se hai bisogno di un aiuto in cucina c’è L’apprendista macrobiotico!

Se hai difficoltà a trovare l’agar agar nei negozi, puoi acquistarlo online:

Agar Agar in Polvere

Voto medio su 43 recensioni: Da non perdere

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

18 commenti
  1. La foto mi ha fatto venire l’acquolina in bocca…non ho mai assaggiato il tofu in vita mia. Mi sa che è giunta l’ora di gustarlo (meglio dolce)! Grazie per la ricetta…

  2. Ciao Dealma, questa ricettina è veramente bella, vorrei chiederti se l’agar agar lo usi in fiocchi e se lo
    aggiungi a secco,
    grazie e a presto.

    • Ciao Gigliola, io uso quello in polvere. Lo trovo più comodo. Grazie per avermelo chiesto perchè mi hai permesso di notare che nella ricetta non ho specificato quale tipo di agar agar. Ora l’ho aggiunto, grazie! Se usi quello in fiocchi devi raddoppiare le dosi. 🙂

  3. MmmH…l’idea mi piace..lo proverò. Colgo l’occasione per ringraziarti di cuore per avermi reso piacevole l’incontro con la macrobiotica.. Per il nuovo anno ti auguro grande successo per la tua attività e…non ci abbandonare!!

    • Grazie Cristina!
      Faccio anche a te tanti auguri!!!!! 🙂

  4. Ciao Dealma!

    Prima di tutto ti lascio Tanti, Tantissimi Auguroni per questo nuovo anno! :)))

    Forse te l’ho già detto, ma il tofu non è proprio-proprio tra i miei alimenti preferiti (anzi… mettiamolo pure in fondo alla lista, appena prima dei peperoni :DDDD) ma presentato così mi ispira proprio TANTO!

    Mi segno la ricetta, la provo e poi ti farò sapere ^^

    Un abbraccio!

    • Ciao Gata!
      Tanti auguri anche a te!!!!! Aspetto notizie del soufflè allora… 😉

  5. ciao, l’ho appena sfornato e devo dire che non ho resistito e l’ho mangiato caldo…..è buonissimo, pero’ era poco addensato proprio perchè troppo caldo, aspettero’ per vedere se freddo si rapprende di piu’…..comunque ottimo…potresti postarci altre ricette con il tofu per fare dei dolci? grazie mille !!!

    • Ciao Maria Cristina,
      mi fa piacere che il soufflè ti sia piaciuto! Raffreddandosi si compatta….bisogna resistere e aspettare. 😉
      Cercherò di postare qualche ricetta di dolci con il tofu, nel frattempo puoi provare la mia tofu cake che ho pubblicato su Veggie Channel. 🙂

  6. Ciao, posso confermare il consiglio che hai dato a Maria Cristina. L’ho preparato domenica mattina, in uno stampo grande e solo a 2 colori (carote e spinaci) perchè volevo strati più alti e stacco di colore netto.
    Domenica a cena l’ho mangiato, gusto buonissimo, ma ancora piuttosto friabile, le fette si sbriciolavano. L’ultima fetta l’ho mangiata martedì a pranzo ed era perfetto!!!!
    Quindi meglio farlo il giorno prima e dargli il tempo di compattarsi.
    Domandina: volendo servirlo con una salsa cosa mi consigli? (oltre a quella di soia che peraltro ci sta divinamente!)

    • Ciao Elica,
      mi fa piacere che sia venuto bene! In effetti il giorno dopo è più compatto. 🙂
      Una salsa per accompagnarlo….mmm…mi viene in mente una salsina che ho sperimentato un po’ di tempo fa e che non è ancora sul blog…l’ho fatta con i fiori di zucchina e lo zafferano. Mi sa che ci starebbe bene, ma devi aspettare che ci siano le zucchine! 😉 Ho fatto andare in padella i fiori di zucchina a pezzetti con un po’ d’olio e un pizzico di sale e poi ho aggiunto lo zafferano. Poi vedi tu se frullare o usarla così. Chissà, bisogna provare…. 🙂

  7. Che bell’idea! Proverò sicuramente
    Guarda per quanto riguarda frutta e verdura di stagione ora non posso sbagliare. Compro al mercato dei contadini della zona a km 0 (o quasi) quindi quel che non c’è ancora nei banchi non c’è verso di trovarlo. Quest’inverno mi faceva un certo effetto non vedere neanche un’arancia o un banana 😉

    • Brava, mi sembra un’ottima idea comprare da loro! 🙂

  8. Ciao Dealma, non ho mai usato il tofu, perché non lo sapevo cucinare, ma la tua ricetta del soufflé è proprio strepitosa e molto buona, grazie mille

    • Ciao Patrizia, in effetti sono molte le persone che non sanno come cucinare il tofu oppure che lo hanno assaggiato crudo al naturale e giustamente lo hanno trovato terribile. Se si impara ad utilizzarlo è davvero prezioso. Provalo anche in questa ricetta della torta salata. Vanno adeguate le verdure alla stagione (io ora uso cipolle, carote e broccoli per questa ricetta) 🙂

  9. Ciao Dealma!
    Li ho preparati oggi …solo con le erbette….erano bellissimi e buonissimi!!!!!
    È facile grazie a te seguire la macrobiotica. …con queste ricette golose e di effetto per tutta la famiglia!!!!
    Grazie di cuore!

    • Ciao Olimpia, grazie a te! Sono felice di esserti utile. 🙂

Scrivi un commento