“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Verdure pressate…di terra e di mare

Spaghetti di mare con verza e cipole pressate

Pressare le verdure è un ottimo metodo per yanghizzarle senza cuocerle, quindi lasciandole nutrizionalmente intatte.

Nel caso della cipolla, la presenza dall’acidulato di umeboshi è particolarmente efficace per togliere il piccante e renderla digeribile anche se cruda.

Nel caso dell’alga è utile per smorzare il sapore salmastro anche senza cottura.

Ho utilizzato i cosiddetti “spaghetti di mare”, alghe che amo particolarmente per il loro sapore delicato e la consistenza compatta. Ricchissima di vitamina C (sei volte più delle arance), si può usare cotta ma anche cruda. Come tutte le alghe marine aiutano a dimagrire, disintossicare, drenare, rimineralizzare.

Ingredienti

  • ½ cipolla rossa
  • 100 g di verza
  • 15 g di spaghetti di mare
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 2 cucchiai di acidulato di umeboshi
  • semi di zucca a piacere

Metti in ammollo le alghe per 20-30 minuti. Scolale bene. Puoi riutilizzare l’acqua per innaffiare le piante.

Taglia sottile la verza e la cipolla e trasferiscile in una ciotola grande.

Aggiungi le alghe e l’acidulato di umeboshi e “massaggia” con le mani.

Appoggia un piattino sulle verdure. Deve essere della misura giusta per poter scendere a schiacciare le verdure, senza incastrarsi sui bordi della ciotola.

Sopra al piattino appoggia un peso. Io metto solitamente una pentola piena d’acqua e sopra dei libri o una ciotola di cipolle.

Lascia in pressione per 3-4 ore.

Passato il tempo di pressione, le verdure di terra e di mare saranno pronte. Servi con un po’ di semi di zucca. Non serve aggiungere olio, sono buonissime così!

Se le avanzi puoi conservarle in frigo per un paio di giorni, nel liquido che avranno rilasciato.

Se hai difficoltà a trovare gli spaghetti di mare e l’acidulato di umeboshi nei negozi, puoi ordinarli online:

Spaghetti di Mare - Alghe
Alghe raccolte nella costa della Galizia (golfo di Biscaglia e acque portoghesi
€ 3.19

Acidulato di Umeboshi
Condimento a base di “Prugne di Umeboshi”

Voto medio su 92 recensioni: Da non perdere

€ 3.3

Diventa anche tu un mio Apprendista!

Con il libro appena uscito o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi. 🙂

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”.

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 41 recensioni: Da non perdere

€ 9.8

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

6 commenti
  1. Ciao Dealma.Buone le verdure pressate e ottima l’aggiunta di alghe. Si possono sostituire gli spaghetti di mare con le arame o le hijiki? Grazie mille.

    • Certamente, puoi usare le alghe che preferisci. 🙂

  2. Ciao Dealma, E’ relativamente da poco tempo che applico i principi macrobiotici alla mia dieta. Quest’anno, dopo questa ricetta che hai proposto, provato a fare per la prima volta i prestati, e devo dire che sono squisiti!!! L’unico mio dubbio è sul liquido prodotto. Lo utilizzi come condimento della stessa insalata, o lo butti via? E poi avrei ancora da chiederti un’altra cosa: nel caso io non disponga dell’umeboshi, posso utilizzare succo di limone e sale? Non ostante l’acidulato sia diventato un mio compagno inseparabile in cucina, a volte mi capita (in vacanza o nei weekend) di non averlo con me. Grazie e a presto!

    • Ciao Maritè, sono felice che i pressati ti siano piaciuti. Il liquido si può riutilizzare in una zuppa, una minestra. Si può usare anche il sale certo! 🙂 Ma con l’ume è più buono. .)

  3. A me l’acidulato di umeboshi piace invece non amo alcun tipo di aceto. E’ possibile non usarlo?
    Alle cipolle rosse preferisco i cipollotti rossi. Secondo te?
    Grazie
    Serenella

    • Ciao Serenella, è una questione di gusti personali, non c’è nessun problema. 🙂

Scrivi un commento