“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Tofu e cavolo nero spadellati

Cavolo nero e tofu in padella

Quando c’è poco tempo basta buttare in padella una verdura a cottura veloce e del tofu ed il gioco è fatto.

Se abbiamo in frigo, come consiglio sempre, un cereale già cotto da abbinare, abbiamo tutto pronto in 15 minuti.

 

Ingredienti

  • 1 panetto di tofu
  • cavolo nero
  • 1 cucchiaio di mirin (facoltativo)
  • 1 presa di sale marino integrale
  • curry
  • curcuma
  • zenzero
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo o e.v.0.

Taglia il tofu a cubetti. Pulisci il cavolo nero. Se vuoi puoi togliere la costa centrale dura. Io la lascio perchè non mi da fastidio.

Taglia il cavolo nero a listarelle sottili. Scalda l’olio in padella con la curcuma e il curry. Aggiungi il tofu e il cavolo nero e il sale e salta per qualche minuto mescolando.

Aggiungi poca acqua e lascia stufare coperto per qualche minuto.

Aggiungi il mirin e fai saltare ancora un paio di minuti.

Grattugia un pezzetto di radice di zenzero fresca e strizza tra le dita la polpa ottenuta per estrarre il succo. Spegni e aggiungi qualche goccia di succo di zenzero (a piacere).

Se non riesci a trovare nei negozi il tofu o il mirin, poi acquistarli qui:

Tofu in Vaso Biologico
Ricco di proteine

Voto medio su 34 recensioni: Da non perdere

€ 5,90

Mirin Mikawa - 250 ml

Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere

€ 12,59

Diventa anche tu un mio Apprendista!

Con il libro o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi. 🙂

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”:

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 59 recensioni: Da non perdere

€ 9,80

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

3 commenti
  1. Ciao Dealma,ti seguo con molto interesse e curiosità,ti faccio i miei complimenti per gli stimoli sempre innovativi che proponi, grazie! Avrei una domanda da porti:il tofu prima di essere mangiato o comunque cucinato deve bollire in acqua? E se sì, per quanto tempo? Lo stesso procedimento è valido anche per il tempeh?
    Grazie,un abbraccio
    Roberta

    • Ciao Roberta, ti ringrazio. 🙂 Dunque, il tofu va fatto bollire in acqua solo se poi non subisce nessun tipo di cottura, ad esempio se vuoi preparare una crema da spalmare o da condire la pasta (lo fai bollire e poi lo frulli con gli ingredienti che desideri, tipo basilico oppure olive, ecc, quindi non lo cuoci più). Se invece lo usi in cottura, ad esempio in padella o in una zuppa o al forno o in frittura, in uno sformato, ecc, non serve cuocerlo prima. Per il tempeh è diverso perchè è più digeribile, però usato “crudo” non ha molto senso, si usa comunque in cottura (al forno, fritto, in padella, impanato, frullato per fare crocchette, tritato per i ragù, ecc.).

Scrivi un commento