“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Torta semplice per la colazione: cacao e nocciole

torta cacao e nocciole

Qualche tempo fa due mie lettrici, Beatrice e Serenella, mi hanno chiesto una torta semplice per la colazione ed eccola qua. 🙂 Veramente facile e veloce.

Ho scelto di utilizzare lo zucchero di canna integrale al posto del malto, per migliorare la lievitazione e rendere la torta soffice. Il malto tende ad “appesantire” la lievitazione, rendendo i dolci lievitati meno soffici. Dato che i prodotti da forno andrebbero comunque usati solo ogni tanto (perchè creano tensione) possiamo permetterci di usare lo zucchero integrale.

Invece per altri dolci da preparare più frequentemente, perchè meno problematici, come budini, kanten, ecc, quindi dolci senza farine cotte al forno, è meglio usare il malto. In questo tipo di dolci il malto è adattissimo.

Quando dico “zucchero integrale” intendo quello scuro chiamato Muscobado o Muscovado. La dicitura “grezzo” non è equivalente alla dicitura “integrale”.

Questa torta semplice per la colazione è adatta anche come merenda da portare a scuola per i bambini.

Ingredienti

  • 200 g di farina di farro “0” o di grano tipo 1
  • 50 g di maizena
  • 1 bustina di lievito naturale
  • 200 g di farina di nocciole
  • 50 g di nocciole intere
  • 2 cucchiai di cacao
  • 150 g di zucchero di canna integrale (o 250 g di malto di riso)
  • 350 ml di latte di soia
  • 1 pizzico di sale marino integrale

Mescola la farina con la maizena, il lievito, il sale, il cacao, lo zucchero, le nocciole intere e la farina di nocciole.

Aggiungi gradualmente il latte di soia, mescola bene e trasferisci il composto in una teglia rivestita con carta forno.

Se scegli di utilizzare il malto al posto dello zucchero, servirà meno latte.

Inforna in forno caldo a 180° per 30-40 minuti. Lascia raffreddare prima di servire.

Puoi usare anche una farina semi integrale come quella di grano di tipo 1 o 2, oppure mescolare un po’ di integrale con la farro “0”. Sperimenta.

Serenella e Beatrice, spero di aver esaudito il vostro desiderio. Mi direte se vi è piaciuta. 🙂

Se hai difficoltà a reperire nei negozi il Muscobado o il lievito naturale, puoi ordinarli qui:

Mascobado - Zucchero di Canna Integrale

Voto medio su 24 recensioni: Da non perdere

Polvere Lievitante per Dolci Bio a base di Cremortartaro

Voto medio su 23 recensioni: Da non perdere

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

62 commenti
  1. Ciao Delama, questa torta devo proprio provarla!
    Secondo te posso sostituire il latte di soia con latte di riso?
    A casa ho la farina di farro integrale, devo “tagliarla” con altra per migliorare la levitazione?
    grazie
    Luisa

    • Ciao Luisa, il latte di riso è più magro del latte di soia, ma dovrebbe andar bene lo stesso. La parte grassa del latte di soia è molto utile per sostituire in parte l’assenza del burro. Se vuoi puoi usare solo farina integrale, ma il risultato finale sarà più compatto, meno soffice. Altrimenti puoi mescolare all’integrale un po’ di raffinato. 🙂

  2. Evviva!!! Però è terribilmente vero che i dolci da forno creano tensione, sento la differenza nelle spalle anche aggiungendo solo qualche biscotto al budino 🙁

    • E si, è il guaio dei prodotti da forno. Anch’io lo sento, ma tra le scapole. Infatti molti mal di schiena cronici si alleviano o addirittura scompaiono semplicemente eliminando per un po’ i prodotti da forno.

      • ciao Dealma ricevo sempre molto volentieri le tue newsletter ma per mancanza di tempo non sono mai riuscita a scriverti…questo dolce lo voglio provare appena reperisco tutti gli ingredienti…
        Mi ha incuriosita questo tuo commento, quindi tu dici che i farinacei potrebbero essere causa dei mal di schiena frequenti? Io ho sempre molto dolore sia alla schiena e sia ai lombi , a volte quasi insopportabili e i farinacei fanno parte della mia dieta quotidiana: pane di semola di grano duro, la pizza una volta a settimana (fatta a casa) e i miei dolcetti per colazione , provo in questo caso a sostituire lo zucchero bianco con quello integrale, uso spesso il farro ma …non miglioro , in più ho sempre la pancia gonfia (dubbio sui lievitati in particolare) ma non so cosa potrei mangiare a colazione , suggerimenti? Grazie

        • Il miglior modo per capire l’effetto del cibo sul proprio corpo è sperimentare. Prova a ridurre drasticamente le farine cotte al forno per almeno un mesetto e vedi come va. Ci sono altri cibi che possono creare tensione e quindi dolori alla schiena: carne, salumi, uova, formaggi stagionati. Anche il tuo problema di pancia gonfia può essere legato ad un consumo eccessivo di farine. Cosa mangiare a colazione? Sperimenta la famosa crema di cereali. Puoi provare la versione con mele e cannella di questa ricetta. Un’altra opzione è il porridge. Io lo faccio così: 2 cucchiai rasi di fiocchi d’avena, una tazza abbondante di latte vegetale, 1 cucchiaio d’uvetta e 1 cucchiaio di malto di riso. Cuoci il tutto per 5 minuti mescolando ed è pronto. I fiocchi sono una scelta migliore rispetto alle farine, ma la crema di cereali è ancora meglio, perchè utilizzi un chicco integro, non schiacciato come nel caso dei fiocchi. Sperimenta e se non ne vieni a capo puoi provare a considerare la consulenza, in modo che io possa capire meglio la tua situazione e darti suggerimenti più mirati.

  3. Dealma cara: un fantastico dolce da provare!
    È ottobre ….. a quando il primo video del tuo corso
    per noi apprendisti macrobiotici?
    Lo aspetto con ansia! 😉

    • Ciao Gigliola, ci siamo quasi….resisti. 🙂

  4. Ciao Dealma, se non trovo la farina di nocciole come posso fare??
    Trito finissime le nocciole??
    Grazie delle ottime ricette!

    • Ciao Marzia, io faccio proprio così, trito le nocciole in un macinino e ottengo la farina. 🙂

  5. Dealma pensi sia possibile sostituire le nocciole con le mandorle (intendo sia per la farina sia per i semi all’interno?)

    • Ciao Carmen, certamente. Poi sperimentare con altri semi oleosi, anche con le noci ad esempio.

  6. Intrigante…ma il lievito naturale? Tipo lievito di birra che uso per il pane? Quello che lascio lievitare??
    Grazie!

    • Ciao Cori, no non è il lievito per il pane, ma un lievito per dolci fatto con bicarbonato e cremor tartaro. Lo trovi nei negozi di alimentazione naturale. Di solito la dicitura è “lievito per dolci” e si usa come un normale lievito per dolci.

  7. Ho saputo ieri di essere intollerante a frumento
    lievito e latte
    Cosa posso mettere al posto del lievito per questa
    torta ?
    Grazie mille lu

    • Ciao Luciana, solitamente quando viene individuata un’intolleranza al lievito si intende quello di birra. Questo lievito per dolci è fatto con bicarbonato e cremor tartaro, un derivato dell’uva, quindi è difficile che possa darti fastidio. Ma nel dubbio usa solo bicarbonato.

  8. Gentilissima Dealma,
    grazie!! Sei attenta, sensibile e soprattutto anche per te vale il proverbio “ogni promessa è un debito”. Sei fantastica e preziosa. Ero qui che aspettavo ma non avevo dubbi che mi avresti regalato la tortaaaaa!
    Devo comprare la farina di farro normale poiché ho solo quella integrale al momento e dunque la farò presto e mi concederò una ottima colazione per qualche mattina.
    Ti abbraccio
    Beatrice

    • Grazie a te Beatrice, poi mi racconterai se ti è piaciuta. 🙂

      • Gentile Dealma,
        la torta viene benissimo, è deliziosa. E’ vero che la farina di mandorle è buona ma quella di nocciole ha un sapore superiore e dunque la torta è squisita, davvero. Quando avrò voglia di torta, la farò nuovamente. Sai, penso anche che per un compleanno potrebbe essere un’ottima base da farcire a piacere. Grazie ancora, ti seguo sempre con infinito piacere.
        Una luminosa giornata
        Beatrice

        • Sono felice che ti sia piaciuta. E’ vero, può andar bene come torta di compleanno, soprattutto con una bella crema al cioccolato all’interno o una glassa al cioccolato che la copre. O entrambe….per esagerare. Ma nei compleanni si può. 😉

  9. Ciao Dealma,
    ti ringrazio perchè indirettamente hai dato risposta ad un dubbio che ho sempre sperimentato e cioè che il malto appesantisce la lievitazione. Infatti, per i dolci lievitati, non lo avevo usato più, anche che con dispiacere.
    Ne approfitto solo per farti una domanda: ho appena acquistato della farina biologica di orzo. Secondo te, posso usarla per fare questa torta? E per quali altri usi potrei usarla? Grazie mille, come sempre.

    • Ciao Mara, non ho ma provato la farina d’orzo, ma credo che vada bene per questa torta. Altri usi: credo per qualsiasi uso, dalle crepes, alla pastella per tempura. Dovrai sperimentare. Per ciò che riguarda il malto nei dolci lievitati, ho notato che è effettivamente un problema quando nell’impasto ci sono ingredienti pesanti, come la farina di nocciole, semi oleosi, cioccolato. Se invece l’impasto è più semplice, tipo pan di spagna, il malto crea meno problemi. 🙂

  10. Ciao Dealma,
    nel mio negozio bio ho acquistato lo zucchero di canna integrale che però si chiama MASCOBADO (proviene dalle Filippine) Pensi sia lo stesso che raccomandi tu? Questa la prima domanda
    2) tagliando la torta si tagliano facilmente anche le nocciole intere oppure è preferibile dimezzarle prima di incorporarle agli altri ingredienti?
    Grazie

    • Ciao Serenella, si lo zucchero è quello che intendo io. Le nocciole diventano più morbide cuocendo, però non è detto che si taglino. Nel dubbio puoi tagliarle a coltello prima di aggiungerle alla torta. 🙂

  11. ciao dealma, grazie per la ricettina nuova,la provo nel fine settimana.approfitto per chiederti se hai in programma di mettere nel blog la ricetta del panettone vegan fatto con il lievito madre.quest’anno volevo provarlo!ciao

    • Ciao Marina, non sono una grande utilizzatrice di pasta madre, quindi non mi sento molto ferrata tanto da proporre una ricetta. Ho provato a tenere in frigo la pasta madre, ma per me è un’impegno eccessivo dato che non faccio praticamente mai pane, pizza, ecc. Sul blog puoi trovare la ricetta del panettone, ma senza pasta madre. Puoi fare una ricerca sul web, dove trovi un mare di ricette con pasta madre, e vedere se riesci ad adattarla. Buon lavoro!

  12. Ciao Dealma,
    come ti avevo scritto, ieri ho preparato la torta al cacao con le nocciole ed è buonissima.
    Le nocciole si tagliano facilmente e la consistenza è piacevole anche se ho usato solo farina di farro integrale.
    Però devo dirti che c’è un problema serio: non riesco a smettere di mangiarla….. 🙂
    Imparerò.

    Grazie per questa buonissima ricetta e fammi sapere per tempo se e quando vieni a Firenze/Siena.
    Un caro saluto e a tutte le tue lettrici…. provate questa torta, è fantastica!

    • Ciao Serenalla, sono felice che ti sia piaciuta. In effetti il problema di questa torta è che è difficile mangiarne solo un pezzettino….ecco perchè quando la preparo la distribuisco subito ad amici e parenti e ne tengo per me solo qualche fettina. 😉 Se mi capiterà qualcosa in zona Firenze-Siena lo comunicherò sicuramente. 🙂

  13. Ciao Dealma! Torta PROMOSSA a pieni voti da mio figlio 17enne…e ho detto tutto.
    La prossima volta provo con le mandorle
    Grazie

  14. Ciao Dealma,
    ho fatto la torta che hai proposto già due volte e in due versioni. una con farina di nocciole e una con farina di mandorle. Entrambe buonissime ma preferisco la prima. Piaciuta tantissimo anche agli amici 🙂 Grazie per la ricetta e per i consigli.

    • Fantastico! Ora potresti provare con la farina di noci. 🙂

  15. Ciao, ho provato anche io la torta ed è riuscitissima! Non avendo lievito per dolci ho usato solo un cucchiaino raso di bicarbonato insieme ad un cucchiaio di aceto di mele…. e devo dire che è lievitata benissimo… anche io l’ho distribuita (alla mamma, che ha apprezzato) per non divorarla in un sol colpo. Ed anche la treenne ha apprezzato…
    Ottima torta. 🙂

  16. Dealma sei una garanzia! 😀
    Questo dolce l’ho fatto ieri e portato ad una festicciola tra amici, tutti assolutamente entusiasti.
    Grazie!

  17. Gentile Dealma,
    torta riuscita io purtroppo cerco dolci in quantità, puoi mandarci una bella ricetta dolce con la zucca?
    ma soprattutto non sto ricevendo la tua newsletter perchè
    very worry
    grazie di tutto
    annalisa

    • Ciao Annalisa, controlla la cartella Spam perchè può capitare che finiscano lì per sbaglio. Mi inventerò qualcosa con la zucca, nel frattempo puoi sperimentare il budino di zucca 🙂

  18. Ottima torna, l’ho preparata senza le nocciole intere, è piaciuta a tutti.
    Mi sono lanciata nei budini, oggi ne ho fatto uno alle nocciole, con latte di soia amido di mais e malto di riso… posso metterci anche i cereali? Inoltre, a mio marito hanno totalmente vietato il riso per un problema di zuccheri. E quindi ora non lo stiamo usando, tu cosa ne pensi?

    • Ciao Lia, sono felice che la torta sia piaciuta. Cosa intendi per cereali? Per tuo marito: immagino che ci sia un problema di glicemia. I medici tolgono il riso perchè la maggior parte delle persone usa quello bianco, cioè raffinato. In questo caso è giusto, perchè alza la glicemia. Ma non è così per il riso integrale, che invece la stabilizza!

      • Grazie, pensavo proprio al riso integrale cotto da aggiungere al budino. Noi usiamo solo quello integrale. E lo abbiamo reintegrato nella dieta.

        • Perfetto. Puoi provare a metterlo anche nel budino, chissà cosa salterà fuori….:)

  19. Ciao Dealma,
    fantastica la tua torta! Piace anche ai miei bambini. Confesso che per necessità ho fatto due sostituzioni: ho usato la farina integrale di grano tenero (poco male) al posto di quella di farro, e 50g di fecola di patate (gravissimo, vero?) al posto della maizena che non avevo.
    La prossima riprendo la tua ricetta originale.

    • Ciao Raffaella, ma non è affatto grave! Non preoccuparti, hai fatto benissimo. Nel momento in cui già eliminiamo gli ingredienti più problematici come uova, latte, burro e zucchero bianco, possiamo non farci troppi problemi per un po’ di fecola di patate! 🙂

  20. Complimenti Dealma! Strabuona, bella, sana e facile. Io ho usato la farina 00 che avevo già in casa ed ho infornato a 200 °C per 45 minuti (forno elettrico). Il risultato é eccezionale!!!

  21. Ciao Daelma,
    piacere di conoscerti e di conoscere e beneficiare del tuo lavoro. Mi sento molto grata per la mole di informazioni, consigli e ricette che doni gratuitamente. E’ davvero ammirevole:)
    Inizio ora ad entrare in questo mondo nuovo dell’alimentazione sana e ne sono entusiasta, meravigliata oltre a sentirmi molto meglio, nel corpo e nello spirito.
    Il consiglio che volevo chiederti riguarda i lieviti su cui faccio confusione, mi erano stati sconsigliati per via di una disbiosi intestinale, ora vorrei provare a reintrodurre qualche prodotto lievitato, pane o un dolce ogni tanto. Quale tipo di lievito mi consigli e con che frequenza?
    Ti ringrazio di cuore.

    • Ciao Nadia, mi fa piacere che il mio lavoro ti piaccia e ti sia utile. 🙂 Dunque, più stiamo lontani dai lieviti e meglio è! Mi riferisco al lievito di birra ovviamente. Se vuoi consumare un po’ di pane, cerca quello lievitato con il levito madre. Non si tratta di una lievitazione fungina, ma batterica, quindi innocua per l’intestino. Per i dolci invece usa il cremor tartaro. E’ estratto dall’uva. Esistono in commercio le bustine chiamate di solito Lievito naturale, contenenti cremor tartaro e a volte anche bicarbonato. Vanno benissimo. Di solito consiglio di non consumare prodotti da forno più di 2-3 volte la settimana, ma è tutto molto relativo. Dipende dalle condizioni di ognuno. A volte bisogna eliminarli drasticamente per un po’. Per la disbiosi intestinale ti consiglio un rimedio fantastico, la bevanda di kuzu e umeboshi. Trovi qui la ricetta. Prendila tutte le mattine a digiuno per qualche settimana, anche un mesetto e vedi come va. 🙂

  22. Ciao Dealma,
    a casa ho solo farina di farro integrale… come viene la torta secondo te? E se la mischiassi con un’altra farina? Aspetto un tuo consiglio… grazie!

    • Ciao Michela, viene anche con la sola farina integrale, solo un po’ meno soffice. Puoi mescolare le farine che preferisci. Sperimenta! 🙂

  23. Cara Dealma, grazie per questa ricetta…è davvero leggera, gustosa e molto equilibrata!
    E’ troppo buona, l’ho fatta nel primo pomeriggio e dubito che avanzerà per la colazione!!

    • Sono contenta che ti sia piaciuta, ma non mangiartela tutta!!!!!!!!! 😉

  24. Ciao Dealma,
    questa torta è fantastica!non avendo il latte di soia ho utilizzato quello di avena ed il risultato è stato ottimo ugualmente.
    Il mio compagno me ne ha già prenotata un’altra!
    Grazie per queste ricette semplici, ma gustose e salutari e per i toui consigli.
    Buona giornata
    Arianna

  25. Ciao Dealma, si può fare interamente con farina di farro (400gr) quindi senza farina di nocciole?

    • Si certo, ottieni però un risultato diverso, cioè non è più una torta alle nocciole, però va bene lo stesso. 🙂

  26. Ciao Dealma volevo provare questa torta che sicuramente sarà buona xo volevo capire come sostituire la maizena se metto farina d farro integrale x avere 1consistenza pur sempre soffice e morbida… che mio marito preferisce..e cottura in forno statico o ventilato ?.. grazie

    • Ciao Ilenia, se usi solo farina integrale la consistenza è più dura. Userei quella di grano tipo 1 o 2 (semi integrale quindi). Puoi sostituire la maizena con altrettanta farina. Userei il forno statico, però devi provare perchè io ho un fono a gas.

  27. Se uso 200 gr farina di farro integrale e poi al posto
    della maizena metto 50 gr quella di riso o amido mais o fecola d patate cosa mi consigli . Quella più salutare ..?.. xke quella tipo1 semintegrale nn mi è ancora arrivata…. poi agg..farina nocciole e così cm è la tua ricetta …. voglio provare a farla pomeriggio …. grazie

Scrivi un commento