“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Tortino di miglio, zucca e porri

tortino a strati con miglio zucca e porri

 Il miglio è un cereale che non piace a tutti, soprattutto per la sua consistenza.

Un buon sistema per aggirare questo problema è trasformarlo in crocchette, tortini e sformati.

Oggi è il turno del tortino, che ho voluto sperimentare con uno strato intermedio di porri rosolati in padella. Risultato: buono!

 

Ingredienti

Per due persone:

  • 150 g di miglio
  • 300 g di zucca mondata
  • 400 ml di acqua
  • sale marino integrale
  • 2 porri grandi
  • olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di shoyu
  • semi di sesamo
  • farina di mais fioretto

Lava bene il miglio e trasferiscilo in pentola a pressione. Aggiungi la zucca tagliata a cubetti, una presa di sale e l’acqua. Chiudi la pentola e porta a bollore. Quando “fischia” abbassa la fiamma e cuoci per 15 minuti. A fine cottura spegni e lascia riposare 10 minuti. Se non hai la pentola a pressione puoi cuocere in pentola normale con un coperchio per 20 minuti circa.

Pulisci i porri e affettali sottili. Falli rosolare in padella con 1 cucchiaio d’olio e un pizzico di sale. Aggiungi anche un cucchiaio di shoyu.

Prepara una pirofila o una teglia rivestita con carta forno oppure unta d’olio. Io ho usato una teglia quadrata di 16 cm.

Apri la pentola a pressione e aggiungi 1 cucchiaio di shoyu e 1 di olio. Mescola bene e trasferisci metà del miglio nella pirofila, livellando bene. Aggiungi ora i porri, distribuendoli bene su tutta la superficie. Aggiungi sopra i porri il resto del miglio.

Distribuisci sulla superficie una manciata di farina di mais fioretto e un po’ di semi di sesamo. Aggiungi un filo d’olio e inforna a 180° per 20 minuti.

Ho aggiunto qualche semino di papavero per decorare.

Se hai difficoltà a trovare il miglio nei negozi, puoi acquistarlo online:

 

Miglio Decorticato Bio - 500 gr
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

29 commenti
  1. Gnam gnam, questa la devo proprio provare. Ho sempre un problema con le crocchette perchè tendono a disfarsi: cosa posso usare come legante?

    • In questo caso non serve legare, invece per le crocchette dipende. Se l’impasto è troppo umido aggiungo farina di mais fioretto, se invece è troppo secco e non sta insieme, aggiungo dei legumi in purea (semplicemente frullati).

      • Grazie, comprerò la farina fioretto e proverò a fare così

        • Proprio buono, l’ho preparato ieri sera con la variente delle verdure rimaste dal brodo di verdure dolci, aggiunte al porro. Grazie, una bella base per potersi sbizzarrire 🙂

          • Brava Luisa, usa questa ricetta come canovaccio e inventa! 🙂

  2. ciao Dealma io ho usato il miglio ieri ho fatto dei gnocchi solo che non li ho fatti raffreddare abbastanza ed ho usato molta farina integrale per farli risultato un po’ duretto ma a me sono piaciuti molto, proverò anche questa ricetta, da diversi giorni ho bandito dalla mia cucina farine bianche , zucchero di ogni genere e sto sperimento alimenti nuovi più sani (un problema di salute mi ha fatto prendere questa decisione) speriamo bene, ciao

    • Brava Caterina, sperimenta. Vedrai che il tuo corpo ti guiderà nella giusta direzione. 🙂

  3. Gentile Dealma,
    Grazie per il nuovo suggerimento poiché io amo il miglio e amo il cibo gratinato. Il miglio è veloce e si sposa bene con diverse verdure. Molto tempo fa usavo di più il cous cous anche se integrale ma poi ho iniziato a mangiare il miglio e l’ho sostituito quasi completamente.
    Baciotti
    Beatrice

    • Ciao Beatrice, hai fatto bene a tralasciare il cous cuous perchè una farina. Meglio privilegiare i chicchi interi come il miglio.

  4. A me il miglio piace molto, sono 24 anni che lo mangio in minestroni o in altri modi. Mi piace molto anche la zucca, per cui se riesco farò questi tortini per stasera. Complimenti, una ricetta azzeccata.

    • Ciao Marina, sono molto curiosa di scoprire se ti piacerà. Ho visto il tuo sito, molto carino, brava! 🙂

  5. Ciao Dealma,
    mi ispira molto e la proverò, il miglio piace a tutti in casa, ma
    al momento ho una confezione di amaranto aperta, che non so bene come usare…Posso provare a sostituire l’amaranto al miglio o faccio pasticcio?
    Grazie!

  6. Ottima ricetta:-) grazie Dealma! Rinnovo i miei complimenti

  7. Che bella ricetta, veloce e gustosa. Oggi l’ho fatta e devo dire che funziona. I bimbi l’hanno mangiato due volte. Sperimenterò con altre verdure e consistenze. Grazie e buona giornata!

    • Che bella notizia! Quando piace ai bambini per me è un vero successo. Grazie per averlo condiviso, sono sicura che sarà di aiuto e incoraggiamento per le tante mamme che mi consultano. 🙂

  8. Grazie Dealma un’altra fantastica ricetta !! Provata ieri sera …..buonissima !!!!!

  9. Ricetta fatta subito!! Buonissima!! L’ho trovata solo un po’ troppo “porrosa” e credo la prossima volta ci aggiungerò un pochino di peperoncino…
    Comunque ottima!

    • Bene sono contenta! Riduci i porri al prossimo giro. 🙂

  10. Provato ieri, piaciuto tantissimo! Grazie
    Volevo chiederti, Dealma, quale piatto mi consigli di preparare per un gruppo di amici con i quali trascorrero il w end? Vorrei fare assaggiare loro qualcosa che possa far loro apprezzare la macrobiotica.. pensavo a un dolce.. non troppo complicato perché saremo in un rifugio alpino,gli ingredienti me li porto nello zaino.. ti ringrazio tanto

    • Ciao Cinzia, sono felice che ti sia piaciuto. Dunque…un dolce che possa piacere a tutti e sia facile da fare….direi di evitare un prodotto da forno, perchè non sappiamo al rifugio cosa troverai in cucina. Ti propongo una crema di pere e mandorle, un budino alla nocciola, dei dolcetti di riso integrale, delle crepes alle pere e frutti rossi (ti puoi portare quelli surgelati), un budino al caffè yannoh. Secondo me le crepes sono la scelta migliore, perchè sono facili, pronte subito e non devi portarti troppi ingredienti. Però dovrai forse portarti la padellina, a meno di non telefonare al rifugio e verificare che l’abbiano. Se invece ti puoi portare il dolce già fatto, senza cucinarlo al rifugio, la scelta migliore sono i dolcetti di riso. Magari da rotolare nel cocco solo al momento. I budini e la crema di pere prevedono dei tempi di raffreddamento. Poi raccontami come è andata! 🙂

  11. Buonasera mi chiamo Cristina e mi sono iscritta proprio ieri al suo meraviglioso sito. ho ricevuto in omaggio il corso e la ringrazio.
    questa sera ho cucinato questa ricetta . buonissimo . davvero tantissimi complimenti e grazie mille per tutto cio’ che condivide. la seguiro’ molto volentieri. cry68

    • Benvenuta Cri, mi fa piacere sapere che il tortino le sia piaciuto. Buon viaggio sulla via macrobiotica. 🙂

  12. Ciao, nuova iscritta e complimenti per questo bellissimo e utilissimo blog!
    Ho tutti gli ingredienti ma ho la farina di mais che non è fioretto , è un po più grossa la mia come macinatura , dopo non vorrei compromettesse il tutto , posso metterla comunque oppure con cosa la posso sostituire?Ciao Grazie 😀

    • Ciao Sara e benvenuta! In questa ricetta la farina di mais fioretto non è indispensabile, puoi ometterla. Volendo si può sostituire con un po’ di pan grattato. Sperimenta e poi raccontami se ti è piaciuto. 🙂

  13. Ciao Dealma, ho appena provato a fare questa ricetta che è venuta davvero gustosa!
    Io sono tra quelle che amano il gusto del miglio, ma non troppo la consistenza, ma la cottura in pentola a pressione lo ha reso leggero e gonfio…buonissimo:-)

    • Bene! In effetti il tallone d’Achille del miglio è proprio la consistenza. Risolta quella è delizioso. 🙂

Scrivi un commento