Seguimi su
Carrello 0 items - €0,00 0
Shopping Cart 0 items - €0,00 0

Nella cucina macrobiotica esistono delle ricette speciali, considerate addirittura “curative”, perchè sono particolarmente benefiche, soprattutto quando ci sono problemi di salute.

Te ne propongo due sperimentare. Seguimi anche sul blog, dove ne troverai tante altre!

Legenda
C Cucchiaio
c Cucchiaino
T Tazza
B Bicchiere
AZUKI, ZUCCA E KOMBU

Questo è un tipico piatto della tradizione macrobiotica, che combina tre ingredienti preziosi per la salute e che, uniti insieme, creano un vero e proprio piatto curativo. E’ particolarmente adatto per i problemi alla pelle, all’intestino, allo stomaco, per problemi mestruali, allergie e per la glicemia alta. Provalo 2-3 volte a settimana e sentirai che ti aiuta anche a rilassarti e a dormire bene.
[one_third][message type=”custom” width=”100%” start_color=”#f6f5ee” end_color=”#ecebe5″ border=”#cecec7″ color=”#333333″]

Ingredienti

[custom_list style=”list-7″]

  • 1 T di azuki
  • 2 T di zucca a dadini
  • 5 cm di alga kombu
  • 2 ½ T d’acqua
  • ½ c di sale o 2 C di salsa di soia

[/custom_list]
[/message][/one_third]
Lava e metti in ammollo gli azuki per una notte. Ammolla la kombu per10 minuti e disponila sul fondo di una pentola dal fondo spesso. Aggiungi gli azuki e la zucca e copri con acqua. Porta a bollore, cuoci 10 minuti, copri e cuoci 1 ora circa, aggiungendo acqua sul lato della pentola, se necessario. Quando sono quasi cotti, aggiungi il sale o la salsa di soia e cuoci altri 5-10 minuti fino a completa evaporazione dell’acqua. Spegni e lascia riposare qualche minuto, poi mescola. Quando la zucca non è disponibile puoi usare le carote o le cipolle.

Se hai difficoltà a reperire gli ingredienti nei negozi, puoi acquistarli online qui.

ALGHE ARAME E VERDURE DOLCI

Questo piatto unisce le virtù disintossicanti delle alghe, a quelle rilassanti delle verdure dolci. E’ un piatto particolarmente adatto ai problemi mestruali, per via della particolare affinità dell’alga arame con l’endometrio.
[one_third][message type=”custom” width=”100%” start_color=”#f6f5ee” end_color=”#ecebe5″ border=”#cecec7″ color=”#333333″]

Ingredienti

[custom_list style=”list-7″]

  • 10g di alga arame (circa ½ T)
  • 2 C di salsa di soia
  • olio d’oliva o di sesamo
  • 1 cipolla
  • 2 carote
  • una manciata di pinoli
  • 1 C di aceto di riso o di mele

[/custom_list]
[/message][/one_third]
Lava le alghe e lasciale in ammollo per 10 minuti. Ungi d’olio una padella e saltale per qualche minuto. Aggiungi la cipolla affettata sottile e un po’ d’acqua per coprire. Cuoci coperto per 10 minuti circa, fino a parziale riassorbimento del liquido. Aggiungi la salsa di soia, l’aceto e le carote a pezzetti. Cuoci coperto per 10 minuti. A fine cottura aggiungi i pinoli, mescola e servi tiepido.

Se hai difficoltà a reperire gli ingredienti nei negozi, puoi acquistarli online qui.

35 Comments

  • Pubblicato 3 Novembre 2014 19:07 Barbara BB 0Likes

    “Cucina che cura” pag 141…..

    • Pubblicato 4 Novembre 2014 09:14 Dealma Franceschetti 0Likes

      Quello mi manca, perchè uno degli ultimi. Non ti so dire perchè sconsiglia gli azuki in caso di fibromi. Non ho mai letto di questa indicazione in nessun libro di medicina macrobiotica, nemmeno dove si parla nello specifico di fibromi e durante i corsi con Martin non ha mai accennato problemi con gli azuki. Proverò a fare ricerche, perchè a questo punto sono molto curiosa.

  • Pubblicato 3 Novembre 2014 16:13 Barbara BB 0Likes

    Deaaaaalmaaaa…aiutooooo
    Azuki, zucca e kombu…li adoro, non vedevo l’ora che giungesse l’autunno per raccogliere le mie zucche, si sposano alla perfezione con questi meravigl iosi fagioli e invece scopro che non posso più mangiarli…non ho potuto esimermi dal comperare il libro del tuo maestro e a pag. cisti, fibromi e omi omi si legge: “Non mangiare gli azuki”
    Dimmi che non é vero… é stato un errore di trascrizione?!
    Capperi non mangio neanche più il cioccolato…..
    bacio…..

  • Pubblicato 25 Settembre 2014 23:34 paola 0Likes

    ciao sono interessata a conoscere gli alimenti o una dieta per chi soffre di emorroidi.
    purtroppo sono a conoscenza che un intervento chirurgico non è risolutivo e mi chiedevo se cambiando la mia alimentazione posso risolvere o perlomeno rendere le crisi meno severe.grazie

    • Pubblicato 26 Settembre 2014 10:12 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Paola, ho visto grandi risultati sulle emorroidi. Lo stile alimentare macrobiotico, abbinato a rimedi specifici per tonificare le pareti venose, è davvero di grande aiuto. Devi essere disposta però a fare un grosso cambiamento. Pensaci e se ti senti pronta puoi valutare la possibilità di fare la consulenza, perchè per un problema così ho bisogno di capire a fondo la tua situazione, per aiutarti davvero. 🙂

  • Pubblicato 2 Maggio 2014 15:38 Giorgia 0Likes

    Grazie mille per la tua rapida risposta. Capisco che non è una ricetta a risolvere dei problemi e credo molto nel potere e nell’influenza del cibo sulla nostra salute. Ti ho “conosciuto” su Veganblog e mi sono spulciata bene blog e sito 😉
    Ci risentiremo!
    Giorgia

  • Pubblicato 2 Maggio 2014 12:50 Giorgia 0Likes

    Ciao Dealma, in he modo le alghe possono aiutare nei problemi mestruali? Per me è un problema veramente invalidante che mi sfinisce ogni volta e mi fa vivere con apprensione l’arrivo del ciclo.
    Mi sono da poco iscritta alla tua newsletter e magari con le lezioni posso provare a capire qualcosa in più. Pensavo di scriverti una mail e nel caso chiederti una consulenza…

    Cosa mi consigli?
    Grazie, Giorgia

    • Pubblicato 2 Maggio 2014 14:36 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Giorgia, nel caso del piatto Azuki, zucca e kombu, viene fatto un lavoro di riequilibrio delle energie. Nel caso di Alghe arame con verdure dolci, c’è l’effetto rilassante delle verdure dolci, combinato con la particolare affinità dell’arame per l’endometrio. Però per risolvere i problemi mestruali (come qualsiasi altro problema) non basta da sola una semplice ricetta. E’ necessario rivedere nel complesso l’alimentazione e cercare di capire quali sono i problemi. Prova a pensare alla possibilità della consulenza, se vuoi tentare la strada della terapia alimentare, perchè per me è l’unico modo per conoscere a fondo la tua situazione e seguirti nel tempo. Nel caso scrivimi pure una mail. 🙂

Lascia un commento