Questa crema pasticcera si presta ad infiniti usi: come dessert abbinato alla frutta, come farcitura di crostate, torte e tiramisù vegan.

Puoi vedere la sua preparazione in questo video, all’interno della lezione sui dolci naturali che ho tenuto a Cesena poco tempo fa.

E’ una delle ricette più facili, di sicura riuscita….a prova di cuoco alle prime armi!

Cos’è il Mirin?

E’ un vino molto leggero ottenuto dalla fermentazione del riso, che si usa anche nelle preparazioni salate. In questa ricetta è assolutamente facoltativo. Volendo puoi sostituirlo con un liquore per dolci. Lo trovi qui.

Non è indispensabile in questa ricetta, ma conferisce un sapore davvero gradevole.

Ingredienti

Per 2 persone:

Per la crema:

Per le fragole:

Versa il latte in un pentolino, aggiungi un pizzico di sale, l’agar agar e mescola bene con una frusta.

Aggiungi la buccia di limone, la panna, la crema di mandorle e il malto.

Porta a bollore mescolando e cuoci 1 minuto dal bollore. Lascia raffreddare e trasferisci in frigorifero per 20 minuti circa.

Nel frattempo prepara le fragole. Puliscile bene e tagliale come preferisci: a metà, oppure in quarti, oppure a cubetti. Trasferiscile in una padella e aggiungi il malto, il pizzico di sale e il mirin.

Porta a bollore e lascia cuocere qualche minuto.

A questo punto la crema pasticcera sarà diventata una gelatina. Frulla bene per ottenere una crema, da usare per farcire torte, crostate, accompagnata da un biscotto vegan o dalle fragole in padella.

Se non riesci a trovare nei negozi il mirin, o l’agar agar in polvere (senza additivi) o gli altri ingredienti che ho usato, puoi acquistarli qui:

Alga Agar in Polvere
Versione in Polvere – 50 gr

Voto medio su 147 recensioni: Da non perdere

Amandino - Crema di Mandorle Pelate Bio
100% Mandorle Pelate, Senza Conservanti ed Emulsionanti

Voto medio su 30 recensioni: Da non perdere

Crema di Soya - Soya Cuisine
Crema da cucina – Alternativa vegetale alla panna da cucina

Voto medio su 120 recensioni: Da non perdere

 

Malto di Riso Bio
Dolcificante con un elevato potere nutrizionale

Voto medio su 284 recensioni: Da non perdere

Sale Integrale Trapani

Voto medio su 518 recensioni: Da non perdere

Sono nuovamente disponibili le box con le mie video ricette!

Le trovi a questa pagina.   Con lo sconto 15% 🙂

E’ uscita la nuova edizione dell’Apprendista macrobiotico!

Con 3 nuovi capitoli, nuove ricette, ricette aggiornate e nuove foto.

Lo trovi qui a questa pagina.

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina macrobiotica vegana

Voto medio su 97 recensioni: Da non perdere

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”.

E se hai bisogno della versione video, a questa pagina trovi il video corso L’apprendista macrobiotico, nato dalla prima edizione del libro.

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi.

E se ami i dolci naturali, golosi, ma sani, è uscito “Dolci buoni e sani”.

Dolci Buoni e Sani
Felicemente golosi senza dipendenza – Senza zuccheri raffinati, latticini e uova
€ 23,50

Hai bisogno di un aiuto per iniziare? Hai qualche disturbo che vuoi provare a migliorare con la macrobiotica?

Se hai bisogno di un guida per iniziare il viaggio sulla via macrobiotica oppure hai dei problemi di salute per cui è necessario personalizzare l’alimentazione, c’è la consulenza personalizzata:

Consulenza macrobiotica

 

11 Comments

  • Pubblicato 10 Aprile 2017 07:57 Marilena 0Likes

    Ciao Dealma, ho fatto proprio così! Non è stato necessario aggiungere altro liquido e la consistenza è perfetta! Ho pensato di farcire la torta con un velo di marmellata di albicocche (senza zucchero) è poi con metà della crema al cacao. Il resto l’ho spalmata sopra e poi ho cosparso un po’ la torta con granella di nocciole. Un successone!! Grazie Dealma

  • Pubblicato 7 Aprile 2017 19:26 Marilena 0Likes

    Ciao Dealma, mi sto cimentando con la ricetta del tuo pane di Spagna.. Ma volevo farne una torta di compleanno. La mia idea è di farcirla con due strati di crema pasticciera, ma volevo modificare la tua ricetta aggiungendo qualche cucchiaio di cacao amaro e sostituendo la crema di mandorle con la crema di nocciole…(questo perché mio figlio è “cioccolato-dipendente”e la torta è per lui) hai qualche consiglio da darmi? È il caso che aggiunga un po’ di latte di soia? Ti ringrazio tantissimo per la.tua disponibilità e per aver messo a disposizione di tutti le tue conoscenze e soprattutto le tue golosissime ricette! Grazie

    • Pubblicato 8 Aprile 2017 19:24 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Marilena, puoi fare tutte le modifiche che la tua fantasia ti ispira…e che tuo figlio preferisce. 🙂 Se nella crema vuoi sostituire la crema di mandorle con quella di nocciole, non mettere la buccia di limone. Aggiungi il cacao, così ottieni una crema cacao-nocciola. Non so dire se servirà più latte di soia. Ti dico come farei io: farei la crema con queste dosi e al momento di frullarla valuterei la densità. Se viene troppo densa a quel punto aggiungi latte vegetale o acqua. 🙂 Poi mi racconti come è andata!

  • Pubblicato 4 Agosto 2016 08:38 Ilenia 0Likes

    Ciao dealma x fare qst crema come si può sostituire la crema d mandorla sempre x la mia intolleranza….?grazie

    • Pubblicato 4 Agosto 2016 09:56 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Ilenia, in questa ricetta la crema di mandorle non è indispensabile. Serve a dare cremosità. Puoi eliminarla aggiungendo 2 cucchiai in più di panna vegetale, oppure sperimentare delle varianti che modificheranno però il sapore, ad esempio usando la crema di nocciole o di pistacchio. Magari scopri una ricetta favolosa! 🙂

  • Pubblicato 5 Giugno 2015 07:25 Luisa 0Likes

    Ciao Dealma,
    mi piacciono molto creme e gelatine. Volevo provarla ma non ho la panna di soia, devo aumentare la dose di agar agar?
    Che differenza c’è tra l’agar agar in polvere e quello in fiocchi?
    Ti auguro una splendida giornata
    Luisa

    • Pubblicato 5 Giugno 2015 10:33 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Luisa, non dovrebbe essere necessario aumentare l’agar agar. La differenza tra quello in polvere e quello in fiocchi sta nelle dosi e nei tempi di cottura. Se usi i fiocchi devi raddoppiare la dose (all’incirca) e cuocere per qualche minuto in più.

      • Pubblicato 5 Giugno 2015 16:02 Luisa 0Likes

        Grazie, avevo letto che l’agar agar in fiocchi non ha il tipico odore di alga che mei dolci può essere fastidioso.
        Non è la sede adatta ma volevo chiederti da cosa è causata la micosi sulle unghie

        • Pubblicato 5 Giugno 2015 16:36 Dealma Franceschetti 0Likes

          Possono esserci molte cause, sicuramente va considerato un indebolimento del sistema immunitario. Dal punto di vista della macrobiotica c’è un problema di intossicazione generale, di accumulo di eccessi, che trovano anche questa via come sfogo. E’ importante far funzionare bene intestino e fegato. Bisogna pulire l’alimentazione e usare regolarmente i funghi shitake per stimolare il sistema immunitario a reagire.

          • Pubblicato 5 Giugno 2015 18:26 Luisa 0Likes

            Grazie, a parlarne sembra che parecchie persone ne siano affette. Non mi ricordo anni fa che il problema fosse così diffuso, su alcuni giornali c’è la pubblicità quotidianamente

Rispondi a Dealma Franceschetti Annulla risposta