Questi gnocchi particolari sono preparati senza le patate, ma con i ceci la batata, un tubero che non presenta le problematiche delle patate, perchè non è una solanacea (appartiene alle Convolvulaceae) e da un punto di vista energetico non crea l’effetto “confusione ” delle patate, dato dalla loro assenza di un centro (tagliando a metà una patata si vede chiaramente che non ha un centro, a differenza di una carota, una mela, una cipolla o una batata).

Sono un po’ particolari perchè non sanno di patate, ma…di ceci! Però io li ho trovati buonissimi. Mi direte voi se il mio esperimento è riuscito.

Ingredienti

Per 2-3 persone:

  • 400 g di ceci lessati
  • 1 batata grande (350 g circa)
  • 80-100 g circa di farina integrale o semi integrale per l’impasto
  • farina integrale o semi integrale  q.b. sulla spianatoia
  • sale marino integrale

Per il condimento:

  • 3 cipolle rosse
  • 2 cucchiai di olio e.v.o.
  • 2 cucchiai di shoyu o tamari (salsa di soia)
  • rosmarino

Pulisci la batata con un pelapatate, tagliala a fette e cuocila al vapore.

Nel frattempo pulisci le cipolle e tagliale a fettine. Trasferisci in padella con l’olio e una presa di sale e fai rosolare qualche minuto a fiamma bassa.

Aggiungi un po’ d’acqua e fai stufare coperto finchè saranno morbide.

A fine cottura aggiungi lo shoyu, mescola e cuoci ancora qualche minuto. All’ultimo trita qualche fogliolina di rosmarino e aggiungila in padella.

Trasferisci in un mixer la batata cotta, i ceci cotti e il sale e frulla bene.  Con un po’ di pazienza, aprendolo ogni tanto per mescolare, si riesce a ridurli in quasi in purea.

Se con il mixer non riesci bene puoi usare un frullatore ad immersione (io ho terminato così).

In una ciotola mescola al composto di ceci e batata, la farina.

Su una spianatoia forma dei rotolini con l’impasto, aiutandoti con la farina.

Taglia gli gnocchi della misura che preferisci e mettili da parte ben infarinati.

Trasferisci in frigo. Nel frattempo metti a scaldare l’acqua per farli bollire e frulla metà delle cipolle stufate. Rimetti in padella la crema ottenuta. Avrai quindi un sugo composto da una parte di cipolle ridotte in crema e una parte intere.

Quando l’acqua bolle aggiungi una presa di sale e butta gli gnocchi.

Quando vengono a galla sono pronti. Raccoglili con una schiumarola, trasferiscili nella padella delle cipolle e mescola delicatamente.

Servi ben caldi.

Se non riesci a trovare nei negozi una buona farina integrale o semi integrale (tipo 1 o tipo 2), puoi acquistarla qui:

Farina di Farro Integrale

Voto medio su 96 recensioni: Da non perdere

€ 2,52

Farina Verna - Tipo 1
Un grano antico macinato a pietra

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

€ 3,97

Mix Grani Antichi - Farina Tipo 2

Voto medio su 7 recensioni: Da non perdere

€ 3,89

Diventa anche tu un mio Apprendista!

Con il libro o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi. ?

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”:

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 55 recensioni: Da non perdere

€ 9,80

4 Comments

  • Pubblicato 4 Gennaio 2019 09:35 Michela 0Likes

    Buongiorno, ho preparato questa ricetta ieri e devo dire che sono veramente gustosi e leggeri oltre che facili da preparare.
    Sono piaciuti a tutta la famiglia.
    Per portare in purea la batata e i ceci ho usato il passaverdura quello con i fori più piccoli.
    Grazie

    • Pubblicato 4 Gennaio 2019 09:58 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Michela, sono felice che ti siano piaciuti! Il passaverdure va bene, ti serve anche se hai bisogno di ridurre le fibre, in particolare dei ceci, per renderli più facili da digerire. 🙂

  • Pubblicato 3 Gennaio 2019 09:12 Luana 0Likes

    Buon Anno Dealma, 🙂
    Senti ma la batata è la patata americana che si trova anche al supermercato?
    Io l’avevo assaggiata una volta in sostituzione alla patata classica ma l’avevo trovata un pò dolce x i miei gusti.

    • Pubblicato 3 Gennaio 2019 11:01 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Luana, non te lo so dire….me lo chiedo anch’io. Ho fatto ricerche sul web ma non si capisce. Quel che so (spero sia corretto!) è che la Batata è quella arancione e la trovo solo da Natura Si. Al supermercato si trova quella che chiamano patata americana”, che non è arancione come quella che viene chiamata “Batata”. Quindi non so darti certezze purtroppo. Io nel dubbio uso la Batata arancione. E’ un po’ dolce è vero, ma è il suo buono! Ed essendo dolce è perfetta anche per dei dolcetti speciali senza farina e senza zucchero. Li propone Berrino. Basta mescolare batata cotta e frullata con farina di mandorle. Fare palline e mettere in forno. 🙂

Rispondi a Luana Annulla risposta