Quando ho bisogno di prepararmi un cereale un po’ “diverso” dal solito, ricorro ai semi oleosi o alla frutta disidratata.

In questo caso ho provato ad abbinare al broccolo le nocciole e mi è piaciuto moltissimo.

L’aggiunta di semi oleosi ad un cereale è anche utile per rallentare ulteriormente l’assorbimento del glucosio da parte dell’intestino.

Mi farete sapere se incontra anche il vostro gusto. 🙂

Ingredienti

Per 2 persone circa

  • 1 bicchiere di riso basmati integrale (circa 150 g)
  • 1-2 broccoli (dipende dalla grandezza)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • 2-3 cucchiai di tamari
  • una-due manciate di nocciole sgusciate
  • 1 presa di sale marino integrale

Lava e lessa il riso con 2 parti d’acqua (2 bicchieri) e il sale per 20 minuti circa, parzialmente coperto.

A fine cottura spegni e lascia riposare 10 minuti.

Nel frattempo affetta sottile l’aglio e soffriggilo in padella con 2 cucchiai d’olio.

Taglia il gambo del broccolo, sbuccialo per togliere la parte esterna più dura e fibrosa e taglialo a dadini.

Riduci il fiore del broccolo in cimette piccole e trasferisci in padella con i dadini.

Fai saltare 2 minuti e poi lascia stufare coperto per 5 minuti aggiungendo un po’ d’acqua.

A fine cottura aggiungi 2 cucchiai di tamari e cuoci ancora qualche minuto.

Se il broccolo ha ancora le foglie, puoi tagliarle a striscioline e aggiungerle in padella cuocendo 1-2 minuti.

Aggiungi in padella il riso lessato, che a questo punto sarà cotto e avrà già assorbito tutta l’acqua.

Taglia le nocciole a pezzetti e aggiungile in padella.

Se non trovi il basmati integrale e bio nei negozi, puoi ordinare quello in vaso online:

Riso Basmati Integrale
Ideale per insalate, ricette etniche

Voto medio su 106 recensioni: Da non perdere

€ 2.75

Diventa anche tu un mio Apprendista!

Con il libro appena uscito o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi. 🙂

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”:

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 42 recensioni: Da non perdere

€ 9.8

4 Comments

  • Pubblicato 8 Novembre 2017 06:46 Laura 0Likes

    Ma se al posto del tamari si usa il shoyu? Non mi è proprio chiara che differenza ci sia tra l’uno e l’altro..

    • Pubblicato 8 Novembre 2017 08:11 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Laura, vanno bene entrambi. La differenza sta soprattutto nei tempi di fermentazione e nel sapore. Il tamari è fermentato più a lungo ed ha un sapore più intenso. I macrobiotici classici usano il tamari in inverno perchè più yang, e lo shoyu in estate perchè meno yang. In alcuni casi è anche possibile trovare del tamari senza glutine.

  • Pubblicato 1 Novembre 2017 15:05 Paola 0Likes

    Ciao!! Stamattina ho ricevuto via mail la tua ricettina..avevo proprio bisogno di un’idea sana e gustosa per pranzo e ho deciso di provarla…è venuto fuori un piatto meraviglioso!! Ho improvvisato con quello che avevo in casa: mi mancavano le nocciole(sostituite con successo da noci e pinoli)e avevo il riso baldo inegrale invece del basmati..devo dire che ci siam leccati i baffi io e mio marito, che,tra l’altro ,pian piano mi sta accompagnando in questa scoperta macrobiotica..grazie Dealma!! È una gioia leggerti!

Rispondi a Dealma Franceschetti Annulla risposta