“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

I benefici per la coppia

Lo scopo principale della macrobiotica è portare equilibrio. Questo equilibrio può essere raggiunto anche nell’interazione delle energie maschili e femminili. L’uomo e la donna possono trovare armonia ed equilibrio quando possono esprimere le loro differenti energie e quando queste sono equilibrate.

Viviamo in un mondo in cui l’equilibrio tra le energie maschili e femminili vacilla.

La donna ha dovuto assumere atteggiamenti maschili e aggressivi per farsi strada nel mondo del lavoro ed essere rispettata. Di conseguenza si è “yanghizzata”, si è caricata cioè, di troppa energia yang, l’energia attiva e aggressiva, tipicamente maschile. Tutto questo non ha danneggiato solo la donna, ovviamente, ma anche l’uomo, che deve relazionarsi con un’energia troppo forte, troppo maschile, rimanendo spiazzato e in alcuni casi, intimorito. Noi donne abbiamo creduto che, ricalcando il modello maschile, avremmo avuto finalmente un posto nel mondo che non fosse esclusivamente quello delle madri. Abbiamo creduto che avremmo ottenuto finalmente rispetto e considerazione dagli uomini. In parte ha funzionato, ma ci ha snaturate. Mi auguro che il futuro veda una donna che sa farsi avanti nel mondo, ottenere ciò che desidera ed essere rispettata, attraverso l’espressione delle sue caratteristiche femminili, come la capacità di ascolto, la collaborazione, la compassione, la creatività, l’intuito e l’empatia.

L’uomo, d’altro canto, si è lasciato intrappolare dal lavoro, lavorando troppo, o lasciandosi guidare da un eccesso di ambizione e competizione. Anche l’uomo quindi si yanghizza eccessivamente, diventando aggressivo, teso e in alcuni casi, addirittura violento, Oppure, quando lo yang estremo è portato all’eccesso, si trasforma nel suo opposto, lo yin, con la conseguenza di indebolire il corpo, la mente e le emozioni.

La natura ha dotato l’uomo e la donna di energie differenti, che vanno conosciute, rispettate e nutrite, se vogliamo conservare relazioni armoniche tra i sessi.

Come fare?

Attraverso un stile alimentare adeguato alle diverse esigenze energetiche e all’attenzione a certi aspetti dello stile di vita, come il lavoro, lo sport, le amicizie, ecc.

L’energia maschile e femminile

L’energia maschile è un’energia yang, che porta all’azione (alla battaglia addirittura), all’ambizione, alla competizione, che spinge l’uomo ad agire, a prendere iniziative, a lottare. Questa energia, quando diventa eccessiva, porta l’uomo ad essere aggressivo e violento.

L’energia femminile è yin, un’energia meno attiva, più pacata, che porta alla riflessione, all’introspezione, che stimola la ricerca della bellezza, l’accoglienza, la dedizione e l’accudimento. Quando quest’energia è eccessiva, può portare la donna ad essere sottomessa, passiva, incapace di affrontare gli eventi.

La struttura fisica maschile e femminile

Yin e yang sono sempre presenti in ogni fenomeno, infatti dal punto di vista fisico, le cose cambiano, anzi si invertono.

L’uomo ha una struttura fisica yin (per esempio è solitamente più alto e ha organi riproduttivi esterni).

La donna ha una struttura yang (per esempio è più bassa e con organi riproduttivi interni)

Per una sana espressione sessuale e organi riproduttivi sani

Quali sono i fattori che influenzano queste energie? Il cibo e lo stile di vita sono i fattori più importanti.

Il cibo

Per conservare l’armonia sul piano fisico, mentale e spirituale, l’uomo e la donna devono avere una dieta simile, ma con qualche differenza, che dipende dai diversi bisogni fisici ed energetici. Una dieta troppo diversa può portare ad una risposta fisica, emotiva e spirituale molto diversa, con conseguente incomprensione e disarmonia nella sfera sessuale. I fattori yin o yang degli alimenti influiscono profondamente sull’attività riproduttiva, sia sugli organi riproduttivi, sia sull’espressione sessuale.

In generale, la base alimentare comune è costituita da cereali, verdure e legumi, ma gli uomini possono beneficiare in alcuni casi particolari, di una piccola quota di cibo animale (pesce) e le donne hanno bisogno di più frutta, verdure e dolci (naturali).

Gli uomini possono seguire un’alimentazione più varia e se fanno molta attività fisica, possono introdurre una piccola quantità di alimenti di origine animale, ma non è assolutamente indispensabile. Per nutrire l’energia maschile, l’alimentazione deve essere indirizzata maggiormente verso lo yang, attraverso cereali yang e verdure a radice e lunghe cotture. Devono cercare di evitare o ridurre i dolci di tutti i tipi, anche quelli naturali.

Le donne devono mangiare di meno rispetto agli uomini. L’organismo femminile sembra progettato per ottimizzare le risorse disponibili, probabilmente in funzione della gravidanza e dell’allattamento. La donna ha bisogno di avere più riserve di grasso rispetto all’uomo, anche perché nel grasso sottocutaneo si formano parte degli estrogeni. In termini pratici significa che alla donna necessita meno cibo e un cibo meno grasso rispetto all’uomo. Dovranno quindi limitare il più possibile il cibo animale, se non addirittura eliminarlo e mangiare più frutta e verdura. La buona notizia è che non devono evitare i dolci (se naturali). Per nutrire l’energia femminile, l’alimentazione deve essere orientata verso lo yin, attraverso cereali più yin, verdure a foglia verde, frutta, grassi vegetali e dolci di qualità.

I cibi migliori per l’uomo

Cereali
Verdure a radice (carota, bardana, daikon)
Poco cibo animale (pesce)

I cibi migliori per la donna

Verdure a foglia verde
Cereali
Soia nera
Alga arame
Verdure dolci (cipolla, zucca, carota, verza)
daikon, ravanelli, rape, catalogna, orzo selvatico, foglie verdi scottate
Frutta

Lo stile di vita

Per una sana espressione sessuale è importante considerare le differenze tra uomo e donna che creano differenti bisogni.

Per nutrire l’energia femminile, la donna ha spesso bisogno di stare in ambienti caldi, di fare attività rilassanti, di fare bagni caldi, massaggi, di vestire femminile e godere della compagnia di altre donne. Tutto questo per nutrire l’energia yin e rimanere accogliente e rilassata. Deve fare attenzione a non prendere freddo, soprattutto al ventre, che dovrà essere sempre ben coperto. La donna in carriera, che lavora troppo, che sta in un ambiente di lavoro pieno di uomini competitivi, si yanghizza eccessivamente diventando tesa, nervosa e aggressiva, sopprimendo l’energia femminile e quindi danneggiando la sana espressione sessuale femminile, con l’insorgenza di disturbi di vario tipo, fisici ed emotivi.

Per nutrire l’energia maschile, l’uomo ha bisogno di muoversi molto, evitando di essere troppo sedentario e deve dedicare molto tempo ad attività sportive o ricreative con altri uomini, per nutrire l’energia maschile. L’attività sportiva con gli amici è sicuramente il modo migliore per nutrire l’energia maschile. Deve fare attenzione a coprire bene i reni, ma trarrà beneficio da ambienti poco riscaldati e dall’attività fisica all’aperto e al freddo, per yanghizzarsi.

Oggi, molti uomini fanno lavori sedentari in ambienti riscaldati, che non nutrono l’energia yang, oppure al contrario, cadono nella trappola del superlavoro o dell’eccessiva competizione, con conseguente aumento dell’aggressività e della tensione.

Richiedi una Consulenza!

consulenza-macro-blog

Commenti

20 commenti
  1. Francamente 80 euro per una consulenza di un’ora mi pare davvero troppo yang!! sono laureata in biologia molecolare e faccio ricerca e questa cifra la guadagno in due giorni di lavoro. La vostra filosofia è interessante ma questi prezzi sono proibitivi, preferisco documentarmi gratuitamente nel web seguendo scienziati come il professor Berrino che nei suoi seminari riporta dati scientifici.

    • Ciao Adele, hai tutto il diritto di informarti autonomamente. E fai benissimo a seguire Berrino, lo seguo anch’io. Sono sicura che con la tua formazione riuscirai a informarti adeguatamente anche in modo autonomo. Ci tengo a precisare alcune cose però, più che altro per chi leggerà il nostro scambio. La consulenza via skype costa 60 euro. Quella live 80 perchè richiede che mi sposti fisicamente, oltre che pagare gli spazi che mi vengono forniti dai vari centri a cui mi appoggio. La consulenza dura un’ora e mezza ed è seguita a distanza di 3 settimane da una seconda consulenza di mezz’ora. Seguo poi le persone via mail continuamente, quindi credo che il servizio che offro sia molto completo e che, insieme agli anni di studi che ho fatto, ne sia motivato il costo. Ovviamente ognuno è libero di dare il valore che crede ad ogni cosa. Il significato della consulenza non è quello di ricevere informazioni, ma di essere seguiti nel tempo nel cambiamento alimentare, che non è mai facile. E di ricevere consigli personalizzati in base ai propri problemi di salute e alle proprie esigenze. 🙂

    • Ciao Adele, ho letto per caso il tuo commento, sono tornata a cercare questo post per inviarne il link ad un’amica che, dopo un’interruzione spontanea di gravidanza qualche anno fa, sta cercando di avere un figlio, per ora senza successo; dopo aver speso centinaia di euro in consulti medici, test di fertilità, stimolazioni ormonali in cliniche private in Italia e all’estero, è ormai rassegnata. L’unica cosa che non ha ancora provato a fare è intervenire sull’alimentazione, e sono certa che questa sarà la chiave. Le ho consigliato di rivolgersi a Dealma, come ho fatto io a gennaio quando ho avuto un problema di salute che grazie a Dealma ho risolto definitivamente e anche in poco tempo. Dealma è stata disponibile, gentilissima, esauriente, generosissima con il suo tempo (chiacchierando di macrobiotica abbiamo sforato il tempo previsto dalla consulenza, ma non ho proprio avuto la sensazione che avesse fretta di liquidarmi, anzi) e mi ha caricato veramente di tanta energia, che mi è servita ad intraprendere dei piccoli cambiamenti alle nostre abitudini alimentari famigliari – che già erano improntate più o meno sul modello macrobiotico – di cui tutti devo dire hanno beneficiato, insomma: 60 euro ben spesi, anzi direi che per due consulti via Skype e un supporto via email praticamente in tempo reale (ti risponde sempre e subito) ho anche speso poco!!! Hai mai fatto una visita con un dietologo o un nutrizionista? Ti assicuro che i prezzi sono ben diversi, e molto spesso le diete che ti danno sono elaborate da un computer nel quale inseriscono sterili dati, tipo i cibi che preferisci e gli orari in cui abitualmente mangi, senza minimamente considerare che alcuni alimenti possono essere dannosi per te, o che mangiare in orari in cui l’organismo sta svolgendo altre funzioni può crearti dei problemi. Capisco la tua frustrazione di ricercatrice sottopagata, hai tutte le ragioni del mondo per sentirti così, ma non è certo dando a Dealma dell’avida e dell’esosa che migliorerai il tuo stato d’animo. Regalati o fatti regalare una consulenza, vedrai che conoscere questa persona speciale ti cambierà la vita, io ormai la considero un’amica, sulla quale posso sempre contare, e come me credo anche tutti quelli che l’hanno conosciuta, basta che ti leggi i commenti alle consulenze, trovi anche il mio… Internet e i libri non possono sostituire l’entusiasmo e l’esperienza di una terapista alimentare macrobiotica preparata come Dealma, e alla fine se ci pensi anche i libri e la connessione internet costano… Auguri per il tuo lavoro!

  2. belle risposte, sono interessata a questo tipo di alimentazione, ultimamente è proprio il mio organismo che la cerca, ma non riesco a controllarmi con le quantità ho paura di ingrassare.

    • Ciao Alessandra, siamo stati abituati a preoccuparci delle quantità perchè questa società ci offre continuamente cibi problematici, che creano accumulo e fanno ingrassare, soprattutto se consumati in eccesso, mi riferisco alle farina raffinate, ai dolci, alla carne, ai latticini. Ma cambiando la tipologia di alimento, le cose cambiano. Ti assicuro che mangiando cibo di qualità, non si ingrassa, anzi….Mi riferisco ai cereali integrali e semi-integrali in chicco (non in farina!), ai legumi, alle verdure e alle alghe. Il riso integrale, in particolare, è uno spiccato effetto dimagrante, anche se ne mangi tanto. Provare per credere.

      • gentile dealma, ti ringrazio molto per la risposta, non come fai a seguire tutto. proverò. soffro di stipsi ostinata da tantissimo tempo (20 anni) ho 48 anni ora, so che è un motivo psicologico (ansia) a provocarla più che alimentare, ma non sono riuscita a venirne a capo in nessun modo.

        • Ciao Alessandra, ti assicuro che si può risolvere anche una stipsi ostinata e di vecchia data, ci vuole solo un po’ più di tempo. L’ho visto accadere in moltissimi miei clienti. Quindi coraggio e se non te la senti di affrontarlo da sola, prova a prendere in considerazione la consulenza.

  3. Scusate, ma come si fa a scrivere VEGAN OK e poi consigliare o consentire e comunque scrivere che i maschi dovrebbero e possono mangiare pesce. Non si può proprio vedere!!!!

    • Ciao Andrea, il marchio Vegan Ok è presente sul blog in quanto tutte le ricette sono vegan al 100%. In questo testo ho voluto spiegare che ci possono essere dei motivi per consumare cibo animale, ma che ognuno è poi libero di scegliere, come nel mio caso, di essere vegan. Credo che prima di tutto sia importante essere consapevoli dell’effetto del cibo sul corpo, per poter compiere scelte davvero libere. Detto questo, ci tengo a precisare che sono vegana e animalista da una vita, ma mi sforzo di essere moderata, per lo meno nella divulgazione. 🙂

      • Ciao Dealma, lo so 🙂 Ho visto tutto… sono anche andato a vedere il profilo su FB e ho visto diverse foto pro vegan 🙂
        Facevo solo notare questa cosa perchè da VEGAN 100% crudista fruttariano 80% non potevo esimermi, era più forte di me. Ho acquistato alcuni libri sulla macrobiotica (Ohsawa e Kushi) che sto aspettando e volevo anche io avvicinarmi a questo mondo e fare ricerca e approfondire. Ho partecipato a un incontro con Suravi settimana scorsa e un po’ mi ha catturato. Io peso 70 Kg, tua stessa classe ’75 per 176 cm di altezza, sono arrivato sul sito cercando articoli per dimagrire (ho un collega molto molto in sovrappeso e volevo dargli qualche consiglio sfruttando come leva yin e yang). Il sito è molto bello e l’ho salvato tra i preferiti… ma da buon vegano quando leggo che si parla di pesce e prodotti animali non riesco a trattenermi 🙂

        • Ti capisco perfettamente. Per il dimagrimento, se tendi al fruttariano, mi sento di consigliarti di ridurre la frutta. Purtoppo la quantità considerevole di fruttosio non aiuta a dimagrire. Ho esperienza diretta di fruttariani venuti in consulenza per lo stesso motivo. Se vuoi dimagrire concentrati su riso integrale in chicco (dal forte potere dimagrante), verdure, legumi e alghe. Le alghe alzano il metabolismo perchè stimolano la tiroide. Elimina o riduci drastticamente le farine (anche il seitan!) e gli zuccheri raffinati.

  4. Buongiorno. Sono veramente basita nel leggere ancora una volta considerazioni sessiste e chiaramente svantaggiose per la donna e mi riferisco a ciò che scrivete in merito alla attività fisica e ricreativa…l ‘ uomo ne ha bisogno e la donna no? Ma in quale epoca vi siete persi? L ‘ attività fisica e’ una componente indispensabile della quotidianità per tutti, uomini e donne e tutti ne traggono un fantastico beneficio. E sostenere che invece per la donna non sia così corrispondente ad operare una discriminazione sessuale dato che si induce la donna a rinunciarvi. Fare attività fisica regolare invece ha effetti stupefacenti sulla donna sia in termini di equilibrio emotivo sia in termini di controllo del peso corporeo. Allora evolviamoci tutti e muoviamoci quanto più ci è possibile.
    Saluti
    Margherita

    • Ciao Margherita, mi dispiace che tua abbia interpretato ciò che ho scritto in termini sessisti, perchè lungi da me dal farlo! Ci tengo a precisare che non ho scritto che la donna non ha bisogno di attività fisica, ci mancherebbe, tutti ne abbiamo bisogno, ho solo specificato che l’uomo ne ha bisogno in modo particolare.

    • Ciao Margherita, mi dispiace che tua abbia interpretato ciò che ho scritto in termini sessisti, perchè lungi da me dal farlo! Ci tengo a precisare che non ho scritto che la donna non ha bisogno di attività fisica, ci mancherebbe, tutti ne abbiamo bisogno, ho solo specificato che ha bisogno di attività rilassanti (ma non significa SOLO rilassanti) e che l’uomo ha bisogno di attività fisica in modo particolarmente intenso.

    • Ciao Margherita, mi dispiace che tua abbia interpretato ciò che ho scritto in termini sessisti, perchè lungi da me dal farlo! Le mie considerazioni sono esclusivamente energetiche, dal punto di vista orientale dello yin e dello yang. Ci tengo a precisare poi che non ho scritto che la donna non ha bisogno di attività fisica, ci mancherebbe, tutti ne abbiamo bisogno, ho solo specificato che ha bisogno di attività rilassanti (ma non significa SOLO rilassanti) e che l’uomo ha bisogno di attività fisica in modo particolarmente intenso.

  5. Cercasi orzo selvtico disperatamente
    Sono intrigata da questo cereale ma riesco solo a trovarlo in polvere…

    • Ciao Barbara, purtroppo sono ormai alcuni anni che in Italia è praticamente introvabile. Il negozio Kathay ha questo prodotto, che somiglia molto all’orzo selvatico, ma non ne sono certa, bisognerebbe verificare. Nel frattempo si può acquistare all’estero qui. Fammi sapere se hai notizie e se riesci ad ordinarlo. 🙂

  6. Sei sempre troppo gentile e disponibile … grazie mille Buona Giornata
    Bacione

  7. concordo che nell articolo ci sia una buona dose di sessismo ma questo perché partiamo sempre da un concetto troppo dualistico della donna e dell uomo prima ancora dello jang e dello jing c’era unicamente il tao e così rimane la distinzione serve solo a noi ad afferrare il concetto di equilibrio, ma sia donna che uomini hanno in sé queste caratteristiche, dimenticare questo ha portato la società a sentirsi liberi da preconcetti vestendo su abitudini omosessuali spostando la questione da un lato puramente fisico. in realtà la donna si è maschilizzata perché altrimenti non l avrebbero capita e accettata, c’è bisogno di una coscienza che ci faccia capire che siamo tutti jing e jang dentro d noi…accettando ci a 360 saremo in grado di esprimerci completamente

    • Ciao Niki, hai ragione, dentro ognuno di noi c’è yin e yang, la dualità appunto, che si esprime in tutto l’universo. Unire gli essere umani al di là di differenze di genere, di orientamento sessuale, di razza, di religione è uno dei compiti più importanti che ognuno di noi dovrebbe prendere su di sè. Ma questo va al di là della presa di coscienza dell’esistenza della dualità e delle differenze tra uomini e donne, che non tolgono nulla a nessuno, ma arricchiscono entrambi. Mi spiace che tu abbia visto del sessismo in ciò che ho scritto, perchè è davvero lontano da me e dalla mia visione del mondo, che non solo non è sessita, ma persino antispecista, quindi ancora un passo più in là.

Scrivi un commento