Seguimi su
Carrello 0 items - €0,00 0
Shopping Cart 0 items - €0,00 0

Cos’è la Macrobiotica

“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

 

Macrobiotica deriva dal greco makros: grande o lungo e bios: vita, che possiamo tradurre come “lunga vita”, ma anche come “grande vita”, nel senso di una vita vissuta pienamente.

La macrobiotica è una filosofia di vita basata sulla ricerca dell’equilibrio dell’uomo con il suo ambiente e dell’armonia tra corpo, mente e spirito. Una delle possibili strade per trovare l’equilibrio e l’armonia, è la scelta consapevole del cibo.

Ma cos’è l’equilibrio? Equilibrio significa benessere fisico, mentale, emotivo e spirituale. In una sola parola: salute. Il concetto di salute non può significare soltanto assenza di malattia.

E’ ora di iniziare a considerare la salute qualcosa di più della semplice assenza di sintomi. La salute è un insieme di fattori, che portano al risultato finale della felicità.

Quali sono questi fattori? Armonia e benessere del corpo, della mente, delle emozioni e dello spirito.

Come raggiungere tutto questo? Esistono infinite strade, ma quella più semplice e a portata di tutti è sicuramente la scelta del cibo. Mangiare è un atto naturale, che anche tu compi ogni giorno tre volte al giorno, se vuoi sopravvivere.

Puoi imparare a mangiare in modo più consapevole, per raggiungere quella che dovrebbe essere la salute, ossia una vita piena di energia, di benessere, di vitalità.

della macrobiotica classica

I principi fondamentali

  • Seguire la stagionalità di frutta e verdura
  • Scegliere frutta e verdura appartenente alla fascia climatica in cui si vive
  • Ridurre al minimo il cibo animale
  • Evitare gli zuccheri raffinati e tutto ciò che li contiene
  • Introdurre nella propria alimentazione i cereali integrali in chicco e i legumi
  • Introdurre la zuppa di miso
  • Imparare ad utilizzare i condimenti speciali e le alghe
  • Alternare i vari tipi di cereali, di legumi e di verdure
  • Utilizzare sale marino integrale del Mediterraneo
  • Scegliere e cucinare il cibo attraverso la “bussola” yin e yang

La dispensa macrobiotica

La dispensa macrobiotica è ricca di cereali, verdure e legumi, ma anche di ingredienti dai nomi strani e curiosi, come kuzu, umeboshi, tekka, da lasciare perplessi gli amici che vengono a cena. Ma sono ingredienti come gli altri, a cui ci si abitua in fretta e che diventano amici fidati di cui non si può più fare a meno. Condimenti speciali come miso, umeboshi, gomasio, tamari e shoyu, arricchiscono di sapore e salute i tuoi piatti e non possono mancare in una cucina naturale e salutare.

Sul web è possibile trovare praticamente tutto, soprattutto gli ingredienti speciali che non si trovano nei supermercati. Qui ad esempio.

Cereali integrali e semi-integrali in chicco Cous-cous
Bulgur Pasta integrale
Verdure di stagione, tonde, a radice e a foglia verde Farine “0”, semi-integrali e integrali
Farina di ceci Caffè yannoh
Alghe Funghi shitake
Tempeh Tofu
Seitan Pane integrale con lievito naturale
Olio extravergine d’oliva Olio di sesamo
Olio di mais o di girasole Sale marino integrale del Mediterraneo
Tamari e shoyu Aceto di riso
Prugne umeboshi Acidulato di umeboshi
Mirin Gomasio
Tekka Semi di sesamo
Semi di zucca, di girasole, ecc. Frutta secca
Frutta di stagione Miso di riso o d’orzo
Radice di zenzero Daikon secco
Radice di loto secca Verdure fermentate
Tahin Kuzu
Malto d’orzo Malto di riso
Fiocchi di cereali Latte vegetale
Agar-agar Lievito naturale (cremor tartaro)
Tè bancha Caffè di cereali
Legumi secchi

Quali alimenti

Nella cucina macrobiotica si privilegiano alcuni alimenti rispetto ad altri.
Gli alimenti principali sono:

  • I cereali: possibilmente integrali e interi, cioè sotto forma di chicco, rappresentano il cardine di questo stile alimentare.
  • Le verdure di stagione: abbinate sempre ai cereali, oltre che cucinate a parte.
  • I legumi secchi: compaiono tutti i giorni in piccole quantità.
  • Le alghe: tutti i giorni in piccole quantità.
  • I condimenti speciali: miso, tamari, shoyu, umeboshi, gomasio, ecc.
  • Verdure fermentate: insalatini e verdure pressate.

Questi alimenti, se utilizzati regolarmente, possono favorire le funzioni del tuo corpo, rinforzando gli organi e stimolando la disintossicazione e la rigenerazione.

Gli alimenti utilizzati meno frequentemente sono:

  • I derivati della soia: tempeh e tofu.
  • Frutta di stagione
  • Frutta secca
  • Pesce a carne bianca
  • Prodotti da forno
  • Farine
  • Dolci macrobiotici

Gli alimenti considerati “problematici” e quindi evitati o ridotti al minimo sono:

  • Carne bianca e rossa e salumi
  • Uova
  • Latticini
  • Formaggi
  • Crostacei e molluschi
  • Frutta tropicale
  • Cioccolato
  • Caffè
  • Alcol
  • Zuccheri raffinati

Questi alimenti, se utilizzati frequentemente, possono rallentare o addirittura ostacolare le funzioni del tuo corpo, creando squilibri, sotto forma di accumuli, tensioni e debolezza.

LA SCELTA VEGAN DELLA VIA MACROBIOTICA

Nella macrobiotica classica il cibo animale è presente in una piccola percentuale sotto forma di pesce a carne bianca. Se si gode di buona salute è considerato accettabile mangiare gli altri tipi di cibo animale molto raramente nelle occasioni speciali.

La Via Macrobiotica però sceglie di eliminare totalmente il cibo di origine animale proponendo uno stile alimentare completamente vegetale. Questa scelta nasce dal desiderio di migliorare la salute delle persone e del pianeta e salvaguardare gli animali dalla sofferenza.

Per poter spiegare cos’è la macrobiotica è necessaria una visione più ampia che comprenda anche il cibo animale, anche se poi si sceglie di non mangiarlo. Quindi nella teoria è incluso il cibo animale per meglio comprendere gli effetti del cibo sul corpo a livello energetico, ma in pratica può essere escluso, pur seguendo i principi base della macrobiotica. In ogni caso la macrobiotica non prevede regole rigide, né divieti, ma suggerisce un diverso modo di guardare al cibo nella speranza che ognuno possa trovare il proprio stile alimentare.

La Via Macrobiotica suggerisce di eliminare il cibo animale, ma non lo vieta, proprio in accordo con i principi della macrobiotica che non prevedono divieti assoluti. Chiunque è benvenuto a La Via Macrobiotica, anche chi non è vegetariano o vegano. Ognuno è libero di compiere le proprie scelte e di rispettare i propri tempi. La scelta di abbandonare il cibo animale va attentamente considerata, capita e “metabolizzata”. E per questo a volte ci vuole un po’ di tempo. Nella maggior parte dei casi è necessario un vero e proprio percorso per liberarsi dalla dipendenza dalla carne. Ma nessuno verrà “costretto” ad eliminare il cibo animale!

La Via macrobiotica è un’occasione di crescita e di consapevolezza, indipendentemente dalla scelta vegetariana o vegana, ma per chi lo desidera, può essere l’opportunità per intraprendere questo percorso con consapevolezza e attenzione, in modo da evitare i più comuni errori di chi sceglie il vegetarismo o il veganismo.

La colazione macrobiotica

La colazione è il tallone d’Achille di molte persone. C’è chi la salta completamente, chi beve solo un caffè, chi si coccola al bar con cappuccio e brioche. C’è chi, più attento, mangia cereali soffiati, muesli, fiocchi, ecc.

Ma la colazione può essere l’occasione per mangiare un cereale integrale in chicco.

Come? Con la famosa crema di cereali macrobiotica, ad esempio. La crema di cereali è quasi una “medicina”, perché nutre in profondità il corpo, regalandoci un’energia stabile e duratura. Puoi provare al versione alle mele e cannella.

Se non ti piace la crema di cereali, puoi comunque mangiare del riso integrale lessato, aggiungendo ingredienti a piacere come uvetta, malto, semi oleosi, ecc. Come in questa ricetta.

Oppure preparare delle torte di riso, con semi oleosi, frutta disidrata, frutta fresca e addirittura verdure! Come in questa ricetta.

Per i meno volenterosi è possibile optare per dei compromessi comunque salutari, come il porridge, preparato con latte di riso, fiocchi d’avena o d’orzo, uvetta e malto di riso. Oppure un dolce a base di fiocchi, come la torta ai fiocchi d’avena.

Per una colazione più golosa e più simile a quella classica con cui siamo cresciuti tutti quanti, si possono preparare torte e biscottivegani, crepes senza uova e latte e tanti altri dolci naturali che possono sostituire le brioches e i biscotti classici contenenti zucchero, burro, latte e uova.

E da bere? E’ sicuramente bene evitare il caffè e preferire caffè d’orzo oppure il tè Kukicha.

Per chi volesse esplorare nuovi orizzonti consiglio la colazione salata. Nella maggior parte dei paesi la colazione non differisce molto dagli altri due pasti. Possiamo mangiare il riso con verdure avanzato della sera prima, o la zuppa di cereali e verdure o la crema di cereali salata. La colazione salata regala una sferzata di energia in più, che ci aiuta ad iniziare la giornata col piede giusto.

L'energia del cibo

La macrobiotica considera il cibo non solo da un punto di vista nutrizionale, ma anche energetico.

Il cibo è una forma altamente concentrata di energia, che apporta non solo sostanze nutritive, ma anche vari tipi di energie, che influiranno sul tuo corpo, sulla mente e sulle emozioni. Queste energie derivano da fattori che la nostra medicina occidentale non considera, quali la forma, la direzione di crescita, il luogo di crescita, le elaborazioni, ecc. Questi fattori influiscono particolarmente sulle qualità energetiche di frutta e verdura.

Il primo passo verso il benessere globale, quindi non solo del corpo, ma anche della mente, delle emozioni e dello spirito, consiste nel diventare consapevole di quali energie introduci nel tuo corpo mangiando e come esse influiscono sul tuo benessere.

La visione energetica del cibo è antichissima. Sembra sia nata con il taoismo e la comparsa del simbolo del Tao, che tutti conosciamo. Attraverso questa visione del mondo, è possibile divenire consapevoli di come si possa utilizzare questa antica sapienza in cucina, per costruire la salute ogni giorno, ad ogni pasto.

La bussola YIN & YANG

Ogni fenomeno dell’universo, ha una polarità: giorno e notte, caldo e freddo, vuoto e pieno, maschile e femminile, ecc.

Differenziando yin e yang in ogni aspetto dell’esistenza e in ogni fenomeno, possiamo uniformarci alle legge universale, e come dice il Tao Te Ching: “durare a lungo”.

Tutti gli alimenti ricadono sotto questa legge universale. Ci sono alimenti più yin e alimenti più yang. Nella visione macrobiotica l’energia yin è un’energia fredda, di dispersione, che si muove verso l’alto e l’esterno. L’energia yang è un’energia calda, di concentrazione, che si muove verso il basso e verso l’interno.

Imparando a conoscere quali sono gli alimenti più yin, quelli più yang e quelli con un buon equilibrio di yin e yang, puoi “regolare” la tua alimentazione in base alle tue condizioni di salute, all’età, al sesso, al livello di attività fisica, alla stagione e alla fascia climatica in cui vivi.

Esempi di polarità:

YIN YANG
Ascendente Discendente
Dispersione Concentrazione
Periferico Centrale
Grande Piccolo
Esteso Compatto
Femminile Maschile
Mondo vegetale Mondo animale
Freddo Caldo
Leggero Pesante
Oli vegetali Oli animali
Raffinato Integrale

Tabella degli alimenti YIN & YANG

Partendo dall’alto e leggendo verso il basso trovi gli alimenti con un eccesso di energia yin, partendo dal basso e leggendo verso l’alto quelli con un eccesso di energia yang.

L’energia yin estrema raffredda e indebolisce, se invece è equilibrata, rilassa e rinfresca.

L’energia yang estrema crea eccesso di calore, accumuli, rigidità e tensione, se invece è equilibrata, apporta calore, tono, forza ed energia.

Nella parte centrale dello schema trovi gli alimenti più equilibrati. Se crei una base alimentare costituita dagli alimenti centrali, rinforzi la salute e puoi ogni tanto, spostarti a sinistra o a destra nello schema, utilizzando alimenti con energie più marcate, senza risentirne eccessivamente.

Il sale è molto yang, quindi si trova nella parte più bassa dello schema, ma in questo caso particolare, non significa che dobbiamo evitarlo, ma solo utilizzarlo con attenzione. Il corpo ha bisogno del sale, ma non deve essere eccessivo. E’ importante usare sale marino integrale del Mediterraneo.

ESTREMO YIN

Coloranti, conservanti, edulcoranti
Alcool
Gelato
Zuccheri raffinati
Latte vegetale e succhi di frutta
Spezie
Caffè, tè
Frutta tropicale (banana, mango,ananas, ecc.)
Latte e yogurt
Oli vegetali
Frutta clima caldo (arancia, mandarino, limone, ecc.)
Frutta clima temperato (tutta la frutta nostrana)
Formaggi freschi
Tofu
Semi oleosi
Solanacee
Verdure a foglia verde: insalate, spinaci, coste, cime di rapa
Verdure tonde: cavoli, zucca, cavolfiore, broccolo, cipolla, fungo shitake
Verdure a radice: carote, rape, ravanelli, daikon, bardana, pastinaca, scorzonera
Bevande salutari (acqua, tè bancha)
Cerali raffinati e farine
Alghe
Legumi
Mais
Avena
Orzo
Grano

EQUILIBRIO

Riso integrale
Miglio
Grano saraceno
Molluschi
Pesce a carne bianca
Pesce azzurro
Crostacei
Prodotti da forno
Carne bianca
Formaggi stagionati
Carne rossa
Salumi
Uova
Sale

ESTREMO YANG

Lascia un commento