La crema di cereali è una delle colazioni consigliate spesso nella cucina macrobiotica.

Si tratta di una stracottura dei cereali (o di un solo cereale), per almeno un’ora e mezza, ma si può cuocere anche più a lungo.

Questa stracottura è utile per yanghizzare in modo marcato e rendere questo piatto particolarmente “forte”, utile soprattutto per chi ha debolezza digestiva e assimilativa.

Ma ha anche effetti molto interessanti sulla mente e sulle emozioni: crea calma, serenità, concentrazione, lucidità.

Insomma è da provare prima o poi. 🙂

Si può preparare in tanti modi, con diversi cereali, con diversi abbinamenti di questi cereali ed eventuale aggiunta di altri ingredienti.

C’è chi la prepara con la farina, ma io lo sconsiglio, perchè lo scopo della crema di cereali è di creare un piatto “forte” energeticamente e per far questo dobbiamo usare la forma “forte” del cereale, quella in chicco. La farina è la forma “debole”.

Si può condire in mille modi, in versione dolce o salata.

Una volta cotta si può conservare in frigorifero per qualche giorno (4-5 giorni) e riscaldare in un pentolino con un po’ d’acqua la quantità desiderata ogni mattina.

Poi si condisce a piacere. Più avanti idee per condire.

Una volta pronta, prima di condirla, possiamo anche scegliere se mangiarla così com’è (con il chicco del cereale ancora intero), frullarla o passarla nel passaverdure.

Tutto dipende in parte dai gusti personali (ad esempio, a me piace molto la consistenza che si ottiene con il passaggio nel passaverdura a fori medio-grandi), ma anche da eventuali necessità.

Ad esempio, il passaggio nel passaverdure elimina una parte della fibra, quindi è importante per i bambini piccoli, per gli anziani e per chi ha infiammazioni intestinali.

Frullare è comodo, ma introduce aria, quindi chi soffre di gonfiore addominale frequente, potrebbe risentirne. Frullare non riduce la quantità di fibre, quindi non è equivalente al passare al passaverdure, da questo punto di vista.

Questa è una versione con riso integrale e miglio decorticato.

Ma si possono fare tanti abbinamenti diversi, a seconda dei bisogni personali e dalla stagione (in inverno è utile abbinare al riso integrale il miglio, il grano saraceno oppure l’avena).

Nella foto: due possibilità di versione dolce e salata.

Ingredienti

Per 4-5 persone oppure per poterne conservare in frigo per qualche giorno:

Per condire la versione dolce:

  • mele cotte
  • cannella
  • nocciole

Per condire la versione salata:

Lava il riso e mettilo in ammollo per una giornata o per una notte.

Scola e trasferisci in una pentola dal fondo spesso (ottime le pentole di terracotta).

Lava il miglio e aggiungilo in pentola (non richiede ammollo).

Aggiungi una presa di sale oppure la kombu e l’acqua. Porta a bollore, abbassa la fiamma e cuoci coperto per 1 ora e mezza, senza mescolare.

E’ utile uno spargifiamma di ghisa sotto la pentola.

Trascorso il tempo di cottura spegni, mescola e lascia riposare coperto una decina di minuti.

A questo punto puoi utilizzarla a piacere e quando fredda, conservarla in frigo.

In quella dolce ho usato mele cotte (le ho fatte cuocere a parte, con un pizzico di sale marino integrale e 2 cucchiai di acqua), cannella e nocciole in granella.

In quella salata ho usato gomasio e semi di zucca.

Altre idee per condire

Dolce: frutta cotta (o cruda in estate), frutta disidratata (uvetta, prugne secche, albicocche secche, ecc.) semi oleosi (nocciole, mandorle, semi di zucca, di girasole, di canapa, ecc.), marmellata senza zucchero, malto di riso o amasake (se necessario per dolcificare ulteriormente, se la frutta non è sufficiente), cremine varie a base di crema di nocciole o di mandorle o di tahin (come questa ad esempio).

Salata: gomasio, shoyu o tamari, miso, purea di umeboshi, tahin, semi vari (di zucca, di girasole, di canapa, ecc.), verdura cotta.

Se non riesci a trovare nei negozi un buon riso integrale tondo bio o altri cerali in chicco, oppure la kombu o i condimenti salati che ho citato, puoi acquistarli qui:

Riso Integrale Rosa Marchetti
Rosa Marchetti è un’antica varietà di Riso

Voto medio su 49 recensioni: Da non perdere


Miglio Decorticato Bio
Coltivato in Italia

Voto medio su 78 recensioni: Da non perdere

 

Amasake di Miglio Bio - Crema dolce di Miglio

Voto medio su 87 recensioni: Da non perdere


Malto di Riso Bio
Dolcificante con un elevato potere nutrizionale

Voto medio su 229 recensioni: Da non perdere


Nocciola - Crema di Nocciole Tostate Bio, Italiane
100% Nocciole Tostate, Senza Conservanti ed Emulsionanti

Voto medio su 38 recensioni: Da non perdere


Amandino - Crema di Mandorle Sgusciate Bio, Italiane
100% Mandorle Sgusciate, Senza Conservanti ed Emulsionanti

Voto medio su 18 recensioni: Da non perdere

 

Gomasio Bio
Condimento biologico da tavola a base di sesamo

Voto medio su 52 recensioni: Da non perdere


Miso di Riso Bio
Soia, riso integrale e koji – Ricco in proteine ed enzimi vitali

Voto medio su 268 recensioni: Da non perdere


Purea di Umeboshi - Prugne Salate Giapponesi
Condimento per verdura e salse

Voto medio su 99 recensioni: Da non perdere


Shoyu - Salsa di Soia
Disponibile in confezione da 250 ml 500 ml e 1000 ml

Voto medio su 274 recensioni: Da non perdere


Tamari - Salsa di Soia
25% di sale in meno

Voto medio su 56 recensioni: Da non perdere


Sale Integrale Trapani

Voto medio su 371 recensioni: Da non perdere

 

Alghe Kombu dell'Atlantico Bio

Voto medio su 95 recensioni: Da non perdere

Diventa anche tu mio Apprendista!

Con il libro o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi.

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 62 recensioni: Da non perdere

€ 9,80

E se ami i dolci naturali, golosi, ma sani, è uscito “Dolci buoni e sani”.

Dolci Buoni e Sani
Felicemente golosi senza dipendenza – Senza zuccheri raffinati, latticini e uova
€ 23,50

10 Comments

  • Pubblicato 3 Ottobre 2021 11:03 Maria Pina 0Likes

    Cara Dealma, ti ho conosciuta grazie alla tua ultima intervista tenuta per Macrolibrarsi e sono entusiasta delle scoperte che sto facendo pian piano! Senti, avresti un consiglio su quale pentola in terracotta in particolare acquistare? Non so come orientarmi!

    • Pubblicato 4 Ottobre 2021 09:52 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Maria Pina, mi fa davvero piacere! Io uso queste, ci sono diverse misure e sono naturali, senza vernici con metalli pesanti. 🙂

  • Pubblicato 23 Gennaio 2021 17:00 Annalisa 0Likes

    Grazie a Dealma il mio pigro intestino è tornato alla carica!
    Mai avrei immaginato un traguardo simile. L’intestino ha trovato una sua normale regolarità solo grazie all’alimentazione equilibrata e ai preziosi consigli di Dealma. Niente più gonfiore e fastidi addominali. Ci tengo a condividere questo mio successo perchè so che tante persone hanno questo problema. Io l’ho risolto in meno di un mese e ora mi sento rinata!

    • Pubblicato 25 Gennaio 2021 08:53 Dealma Franceschetti 0Likes

      Che bello, ne sono davvero felice! Brava, ti sei impegnata e hai avuto i risultati. Continua così!!!!!!!! 🙂

  • Pubblicato 16 Dicembre 2020 10:02 Bianca Sciré 0Likes

    Il grano saraceno ha bisogno di ammollo?

  • Pubblicato 25 Novembre 2020 18:23 Fulvia 0Likes

    Si può fare la cottura lunga del cereale in pentola a pressione? In tal caso come va diluito e per quanto tempo si deve cuocere?
    Grazie per quanto condividi, sempre molto interessante e con particolare riguardo alla piacevolezza dei sapori

    • Pubblicato 26 Novembre 2020 07:34 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Fulvia, nel caso della crema di cereali di solito non si usa la pentola a pressione, perchè si tratta di una lunga e lenta cottura. Invece per la cottura normale dei cereali va bene e si usano le stesse quantità di acqua per la cottura normale, ad esempio 2 volte il volume per il riso, ecc. Qui ci sono le info per la cottura normale, non la stracottura della crema di cereali.

  • Pubblicato 25 Novembre 2020 10:06 Monica 0Likes

    Articolo e ricetta molto interessanti, grazie! Anche la crema di cereali preparata con fiocchi d’avena tipo porridge è più debole di questa quindi?

Lascia un commento