Il tofu si può cucinare in mille modi diversi. Questa volta ho sperimentato diversi tipi di impanature e due tipi di pastella. Mi sono divertita a fare il piccolo chimico in cucina. 🙂

Ho sperimentato un’impanatura di semi di sesamo, una di alga nori in fiocchi, una di semi di zucca e una con un mix di nocciole e mandorle.

Ho anche provato a mescolare della farina di mais bramata all’alga nori ed è venuta l’impanatura migliore, che non si staccava dal tofu, quindi ti consiglio di metterne un po’ anche nelle altre impanature, per renderle più “solide”.

Ovviamente puoi scegliere un solo tipo di pastella e un solo tipo di impanatura, se vuoi semplificare. La pastella con farina di ceci ha una riuscita migliore, a mio parere. Ho sperimentato poi una pastella con farina di grano saraceno, per mantenere la ricetta senza glutine, ma si può fare anche con farina di grano o di farro, meglio se non raffinata (00), ma semi integrale, quindi di tipo 1 o 2.

Ingredienti

Per la pastella con la farina di ceci:

  • 5 cucchiai di farina di ceci
  • mezzo cucchiaino di sale marino integrale
  • 150 ml circa di acqua

Per la pastella con la farina di grano saraceno:

Salsina di accompagnamento:

  • salsa di soia (shoyu o tamari) q.b.
  • succo di zenzero q.b.
  • acqua q.b.

Prepara la pastella di ceci e se possibile, lasciala riposare un’oretta.

Sbollenta il tofu in acqua con un pizzico di sale, per una decina di minuti, scola e lascia raffreddare.

Prepara la salsina di accompagnamento mescolando un po’ di salsa di soia con acqua e aggiungendo un po’ di succo di zenzero a piacere. Per ottenere il succo di zenzero: grattugia un pezzo di radice di zenzero fresca e spremi tra le dita la polpa ottenuta per estrarne il succo.

Prepara la pastella con il grano saraceno, triturando finemente i chicchi in un macinino.

Il grano saraceno è un cereale molto morbido, quindi non serve un mulino casalingo per ridurlo in farina, basta un piccolo macinino. In alternativa puoi comprarla già pronta, ovviamente.

Prepara i vari tipi di impanature:

Riduci in granella le mandorle, le nocciole e i semi di zucca. Prepara dei piattini differenti, uno per l’impanatura con mandorle e nocciole, uno per quella con semi di zucca, uno per l’alga nori e uno per il sesamo. Per rendere l’impanatura stabile, mescola alle impanature, un po’ di farina di mais bramata.

Taglia il tofu a bastoncini dell’altezza che preferisci. Io ho fatto delle prove e a mio parare l’altezza migliore è di circa 1 cm e mezzo.

Passa il tofu nella pastella e poi nell’impanatura. Sperimenta le due pastelle e le varie impanature. Divertiti! Oppure se preferisci, puoi scegliere un solo tipo di pastella e un solo tipo di impanatura, ovviamente. 🙂

Scalda una padella antiaderente con un po’ d’olio e fai friggere (a fiamma bassa) cuocere i bastoncini su entrambi i lati, poi trasferiscili su carta assorbente. Da mangiare belli caldi, intingendo nella salsina. 🙂

Volendo si può cuocere in forno, ma in padella vengono più golosi.

Se non riesci a trovare nei negozi i semi di zucca, l’alga nori, il sesamo nero o chiaro, il grano saraceno, la farina di mais bramata o una buona farina di ceci, puoi acquistarli qui:

Nori Flocken - Fiocchi di Nori Giapponesi
Alghe marine verdi Giapponesi

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere


Semi di Zucca Bio
Decorticati, da agricoltura biologica

Voto medio su 853 recensioni: Da non perdere


Farina di Mais Bramata
Senza glutine

Voto medio su 21 recensioni: Da non perdere


Farina di Ceci Bio
Macinata a pietra

Voto medio su 68 recensioni: Da non perdere


Grano Saraceno Decorticato Biologico

Voto medio su 252 recensioni: Da non perdere


Tamari - Salsa di Soia
Diponibile in confezione da 250 ml, 500 ml, 1 l

Voto medio su 246 recensioni: Da non perdere


Shoyu - Salsa di Soia
Preparato con i migliori metodi tradizionali soia, grano e sale marino (fermentati 18 mesi in barili di legno)

Voto medio su 317 recensioni: Da non perdere


Sale Integrale Trapani

Voto medio su 425 recensioni: Da non perdere

Diventa anche tu un mio Apprendista!

E’ uscita la nuova edizione dell’Apprendista macrobiotico!

Con 3 nuovi capitoli, nuove ricette, ricette aggiornate e nuove foto.

Lo trovi qui a questa pagina.

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina macrobiotica vegana

Voto medio su 97 recensioni: Da non perdere

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”.

E se hai bisogno della versione video, a questa pagina trovi il video corso L’apprendista macrobiotico, nato dalla prima edizione del libro.

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi.

E se ami i dolci naturali, golosi, ma sani, è uscito “Dolci buoni e sani”.

Dolci Buoni e Sani
Felicemente golosi senza dipendenza – Senza zuccheri raffinati, latticini e uova
€ 23,50

Lascia un commento