Questa minestra è particolarmente adatta all’autunno (e all’inverno) per via di quattro ingredienti dalle particolari proprietà.

Vediamoli uno per uno:

Il grano saraceno è un cereale riscaldante che rinforza i reni, perfetto per prepararci alla stagione fredda.

Il miglio è un cereale che “asciuga” l’eccesso di umidità del corpo, quindi è perfetto per questo periodo freddo e umido.

Il fungo shitake è un immunostimolante.

La radice di loto ha effetto mucolitico e rinforza i polmoni e il colon. Abbinata allo zenzero, si potenzia l’effetto mucolitico, aiutando il corpo a liberarsi degli eventuali d depositi di muco.

Questa minestra si prepara in poco tempo e cuoce da sola, quindi possiamo fare altro mentre è in cottura.

Questa è la versione in cui cuocio tutto contemporaneamente perchè ho scelto cereali e legumi che non richiedono ammollo e cuociono in circa 15 minuti.

Diversamente, si può preparare solo una minestra di verdure e poi una volta pronta, aggiungere un cereale e un legume cotti precedentemente (ad esempio del riso integrale, dei fagioli azuki, ecc.)

Ingredienti

Per circa 3-4 persone

Metti in ammollo la radice di loto e i funghi shitake per una decina di minuti in acqua tiepida (l’acqua di ammollo può essere poi recuperata nella zuppa).

Lava i cereali e le lenticchie e trasferiscili in pentola.

Aggiungi l’acqua, la wakame (intera o tagliata con la forbice a pezzetti), la radice di loto di ammollata (intera o tagliata a pezzetti), i funghi ammollati e tagliati a fettine e accendi il fuoco e la salvia.

Prepara le verdure e aggiungile in pentola a pezzetti o rondelle, a seconda del tipo di verdura. Porta a bollore e cuoci coperto per circa 15 minuti.

A fine cottura sciogli il miso a parte con un po’ di minestra e aggiungilo.

Mescola bene e spegni.

Aggiungi il rosmarino tritato e del succo di zenzero a piacere.

Per estrarre il succo di zenzero: grattugia la radice di zenzero e spremi tra le dita la polpa ottenuta, in modo da estrarne facilmente il succo.

A questo punto puoi scegliere se mangiare la minestra così com’è, oppure passarla nel passaverdure per farne un passato.

Questa è una versione “light”, senza olio e molto delicata al palato.

Se preferisci una versione più saporita, puoi fare un  soffritto leggero con la cipolla.

Questa minestra si può conservare in frigo fino al giorno dopo e riscaldarla.

Se hai difficoltà a trovare nei negozi il grano saraceno, il miglio lo shitake, la radice di loto, la wakame o il miso, puoi acquistarli online:

Grano Saraceno Decorticato Biologico
Fonte di fibre e di proteine, a basso indice glicemico

Voto medio su 166 recensioni: Da non perdere


Miglio Decorticato Bio

Voto medio su 17 recensioni: Da non perdere


Radice di Loto
Secca, a fette

Voto medio su 29 recensioni: Da non perdere


Fungo Shiitake Secco
Ad alto contenuto di Vitamina D

Voto medio su 3 recensioni: Buono


Alghe Wakame dell'Atlantico Bio
Essiccate e biologiche

Voto medio su 37 recensioni: Buono


Miso di Riso Bio
Soia, riso integrale e koji – Ricco in proteine ed enzimi vitali

Voto medio su 258 recensioni: Da non perdere

🔔 A seguito delle tante richieste, Macrolibrarsi ha posticipato ad oggi la data di chiusura delle iscrizioni al corso intensivo on line di macrobiotica.

👉  Questa è la pagina per iscriversi: https://bit.ly/32103ll

Diventa anche tu mio Apprendista!

Con il libro o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi.

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 62 recensioni: Da non perdere

€ 9,80

E se ami i dolci naturali, golosi, ma sani, è uscito “Dolci buoni e sani”.

Puoi scegliere la versione classica o quella autografata!

Dolci Buoni e Sani
Felicemente golosi senza dipendenza – Senza zuccheri raffinati, latticini e uova
€ 23,50

Autografata:

Dolci Buoni e Sani - Copie Autografate
Felicemente golosi senza dipendenza – Senza zuccheri raffinati, latticini e uova
€ 23,50

10 Comments

  • Pubblicato 8 Novembre 2020 12:09 Helga 0Likes

    Ciao Delma, ho finito il tuo corso facebook a luglio e sto sempre imparando e sperimentando e ogni volta che vedo qualche tua ricetta sono felice come una bambina :-). Questa minestrina e` buonissima, cambio verdure o cereali e ho sempre qualcosa di nuovo. Ti diro` che con l autunno il mio corpo apprezza molto i pasti caldi e liquidi, vellutate, zuppe, ecc. Pero` dato che da me gli shitake secchi sono introvabili io uso quelli freschi bio e li faccio saltare in padella con un po d olio e tamari e alla fine li aggiungo alla minestrina. E` gustosissima ma mi e` sorto un dubbio: a livello energetico sgarro di molto o va bene comunque? Grazie dei tuoi meravigliosi consigli

    • Pubblicato 9 Novembre 2020 09:14 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Helga, mi fa davvero piacere saperti così contenta. 🙂 Dunque, tutti i funghi sono molto yin, per questo la macrobiotica consiglia di usarli soprattutto secchi (sono yanghizzati). Però ogni tanto quelli freschi vanno bene. Per un uso più frequente ti consiglio di usare quelli secchi. Io li compro online qui.
      Per chi leggesse i commenti e si fosse chiesto di quale corso stessi parlando, eccolo qui.

      • Pubblicato 9 Novembre 2020 12:10 Helga 0Likes

        Grazie della risposta velocissima :-). Che tristezza pero` la notizia dei funghi…ho ricevuto tanti finferli e porcini freschissimi e li ho congelati…io ne vado pazza, con gli gnocchi di zucca o quelli di batate viola sono una favola…li mangerei ogni giorno :-)…allora faro la brava e ti ascoltero limitandomi ad una volta alla settimana 🙂 Ti auguro una buona settimana e per quanto riguarda il corso e` stata sicuramente la cosa piu` bella in questo stranissimo 2020.

        • Pubblicato 9 Novembre 2020 12:15 Dealma Franceschetti 0Likes

          Prego! Se parliamo di funghi classici e non di shitake, una volta a settimana non è poco….perchè affaticano il fegato. Usa magari più spesso li shitake, che invece non ha tossicità sul fegato, anzi, lo aiuta! Se vuoi leggere altro sullo shitake, qui c’è un mio articolo. 🙂

          • Pubblicato 9 Novembre 2020 18:02 Helga 0Likes

            Ho letto l articolo e anche le ricette sono molto interessanti, mi sa che le provo presto :-). Allora alternero i funghi normali a quelli curativi sperando cosi di non affaticare troppo il fegato. Non ti ringraziero mai abbastanza per tutte queste buone ricette, purtroppo io pur cucinando bene manco totalmente di fantasia ma nel tuo blog riesco a trovare tante idee per mangiare buono e sano 🙂

          • Pubblicato 10 Novembre 2020 09:21 Dealma Franceschetti 0Likes

            Bene mi fa davvero piacere sapere di esserti utile. 🙂

  • Pubblicato 29 Ottobre 2020 18:51 Frida 0Likes

    Grazie di questa super ricetta. Ti chiedo solo una cosa..ti risulta che le foglie del cavolo cotte in zuppa rilasciano ossalati che impediscono assimilazione del calcio

    • Pubblicato 3 Novembre 2020 09:33 Dealma Franceschetti 0Likes

      Non è il mio campo specifico….quindi non so dirti. So che le foglie con tanti ossalati sono biete e spinaci, ma sui cavoli non saprei. Va specificato che gli ossalati non impediscono l’assimilazione del calcio, ma la riducono.

  • Pubblicato 28 Ottobre 2020 15:12 Giovanna 0Likes

    Ciao! Grazie per questa ricetta! Volevo chiederti se posso usare l’alga kombu invece della salame.
    Grazie. Giovanna

    • Pubblicato 3 Novembre 2020 09:32 Dealma Franceschetti 0Likes

      Sarebbe meglio la wakame, è più adatta ad essere mangiata. Se usi la kombu magari poi toglila a fine cottura. 🙂

Lascia un commento