Quando arriva il caldo possiamo trasformare il solito cereale con verdure, in una fresca insalata estiva.

I cereali in chicco che meglio si prestano sono: orzo decorticato (semi-integrale) e mondo (integrale), farro decorticato (semi-integrale), riso integrale e semi-integrale.

Resistono in frigorifero per 2-3 giorni già pronte, oppure puoi conservare in frigo il cereale lessato non condito per 5 giorni e prepararlo al momento mescolandolo agli ingredienti che preferisci.

Ingredienti

Per 2-3 persone

Per la salsina:

  • 2 cucchiai di yogurt di soia naturale
  • 1 cucchiaio scarso di tahin
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 cucchiaio di erba cipollina tritata
  • 1 cucchiaino di senape

Lava l’orzo e mettilo in pentola con 4 volte il volume di acqua e una presa di sale.

150 g di orzo corrispondono circa ad un bicchiere, quindi aggiungi 4 bicchieri di acqua.

Porta a bollore e cuoci coperto per 25 minuti. Poi spegni e lascia riposare 10 minuti coperto.

Nel frattempo prepara i fagiolini.

Puliscili e tagliali a cilindretti. Mettili in padella con l’olio e l’aglio.

Fai rosolare qualche minuto mescolando, poi aggiungi un po’ d’acqua e fai cuocere.

Quando sono quasi cotti aggiungi la salsa di soia e cuoci ancora qualche minuto.

Prepara la salsina mescolando tutti gli ingredienti elencati.

Lascia raffreddare bene l’orzo, oppure se non hai tempo, passalo sotto l’acqua.

Mescola l’orzo con i fagiolini, i capperi, un po’ di basilico a pezzetti e la salsina.

Servi fresco.

Se hai difficoltà a trovare nei negozi l’orzo decorticato o il tahin, puoi ordinarli online:

Orzo Decorticato Biodinamico
Per piatti dietetici e bilanciati

Voto medio su 48 recensioni: Da non perdere

Tahin Bio - Crema di Sesamo
Ideale per creme, salse e patè

Voto medio su 496 recensioni: Da non perdere

Shoyu - Salsa di Soia
Disponibile in confezione da 250 ml 500 ml e 1000 ml

Voto medio su 283 recensioni: Da non perdere

Tamari - Salsa di Soia
25% di sale in meno

Voto medio su 60 recensioni: Da non perdere

Sale Integrale Trapani

Voto medio su 686 recensioni: Da non perdere

Hai bisogno di un aiuto per iniziare? Hai qualche disturbo che vuoi provare a migliorare con la macrobiotica?

Se hai bisogno di un guida per iniziare il viaggio sulla via macrobiotica oppure hai dei problemi di salute per cui è necessario personalizzare l’alimentazione, c’è la consulenza personalizzata:

E’ uscita la nuova edizione dell’Apprendista macrobiotico!

Con 3 nuovi capitoli, nuove ricette, ricette aggiornate e nuove foto.

Lo trovi qui a questa pagina.

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina macrobiotica vegana

Voto medio su 97 recensioni: Da non perdere

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”.

E se hai bisogno della versione video, a questa pagina trovi il video corso L’apprendista macrobiotico, nato dalla prima edizione del libro.

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi.

E se ami i dolci naturali, golosi, ma sani, è uscito “Dolci buoni e sani”.

Dolci Buoni e Sani
Felicemente golosi senza dipendenza

Voto medio su 60 recensioni: Da non perdere

Sono nuovamente disponibili le box con le mie video ricette!

Le trovi a questa pagina.   Con lo sconto 15% 🙂

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

6 Commento

  • Pubblicato 29 Agosto 2016 12:03 Lizzy 0Likes

    Salve, ho solo una domanda, dovuta al fatto che mi sto accostando solo roa a questo tipo di ricette. Ma in questi casi come mai consigli un cereale semi integrale? Col farro integrale non verrebbe bene? Se si per quale motivo? Grazie
    Lizzy

    • Pubblicato 6 Settembre 2016 09:32 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Lizzy, non mi è ancora capitato di trovare il farro “integrale”, ma solo decorticato, quindi semi-integrale. Però anche se decorticato è praticamente integrale perchè conserva comunque una protezione esterna che lo protegge dall’ossidazione. Per alcuni cereali invece, il semi integrale è fondamentale, altrimenti sarebbe problematico per l’intestino. E’ il caso ad esempio del miglio o del grano saraceno. La loro buccia esterna è troppo dura per noi, quindi dobbiamo usarli decorticati.

  • Pubblicato 20 Luglio 2016 11:06 Gloria 0Likes

    Ancora una tua gustosissima ricetta, grazie Dealma!
    In questo periodo sono perdutamente innamorata del miso bianco che ho scoperto (sempre grazie alle tue preziosissime pagine del blog) che è meraviglioso anche come salsina per condire i cereali a volte anche con aggiunta di un pochino di senape.
    …e che SLURP sia!!!
    Ma mi domando, visto che ormai lo aggiungerei ovunque, c’è una quantità massima di miso bianco che è consigliato usare nella giornata?
    Splendida giornata di cucina naturale anche a te. 🙂

    • Pubblicato 20 Luglio 2016 11:19 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Gloria, sono felice di sapere che hai fatto questa scoperta. Anch’io lo adoro…quasi da dipendenza. 😉 Direi che non bisogna esagerare perchè è un prodotto salato. Non so darti una quantità massima perchè dipende anche da cos’altro mangi, quanto sali e dalle tue condizioni personali. Esempio, una persona ipertesa deve usarlo con molta moderazione. Una persona sana che usa poco sale in cucina e magari è anche vegana (quindi non introduce sodio con il cibo animale), può permettersi di usarne di più. Ad occhio e croce direi comunque non più di 1-2 cucchiai al giorno.

      • Pubblicato 23 Luglio 2016 20:01 Gloria 0Likes

        Grazie infinite Dealma della tua risposta.
        E’ più di un anno che la mia cucina è decisamente improntata dalle tue meravigliose ricette che ora stanno conquistando anche gli amici ed anche il senior novantunenne – appassionatissimo di Kinpira – . 🙂
        Ne approfitto per rinnovarti i complimenti per il tuo videocorso L’Apprendista Macrobiotico che trovo utilissimo, di continua ispirazione a sperimentare e di sostegno per chi come me muove i primi passi in un territorio nuovo dal sapore di c a s a.
        Buona estate!

Lascia un commento