L’alimentazione può aiutarci molto nel ridurre la stanchezza, anche quella mentale e darci la carica, senza l’uso di sostanze stimolanti come il caffè, ovviamente! 😊

Dal punto di vista macrobiotico, possiamo distinguere alimenti che appesantiscono corpo e mente e cibi che al contrario creano leggerezza e non ci fanno sentire la stanchezza di una giornata di lavoro, o quanto meno, la alleggeriscono.

Poi ci sono sostanze che addirittura ci sottraggono energie vitali!

Basando invece la nostra alimentazione su alimenti che ci nutrono profondamente e ci regalano energia vitale, possiamo vivere con un livello di energia molto più alto e non ritrovarci già stanchi a metà giornata, senza forze nel corpo, ma anche anche senza energie mentali e psichiche.

Alimenti che “appesantiscono” e possono creare stanchezza fisica e mentale, soprattutto se usati abitualmente:

  • latticini
  • carni
  • salumi
  • prodotti da forno
  • farine raffinate
  • zucchero
  • bevande dolcificate

Un eccesso di cibo animale, in particolare le categorie elencate, affatica il nostro corpo, lo appesantisce e crea tensione. Il prodotto da forno, se usato in eccesso, crea rigidità, tensione, che possono poi portare a stanchezza. Le farine raffinate, lo zucchero e le bibite dolcificate, ci “rubano” minerali preziosi, che ci tolgono energie profonde.

Sostanze che sottraggono energia vitale:

  • caffeina
  • teina

Queste sostanze stimolanti ci rubano energia vitale conservata nei reni, proprio quella che permette di sentirci vivi ed energici e ci fa svegliare la mattina belli pimpanti. Queste sostanze stimolano le ghiandole surrenali e alla lunga le stancano. Questo ha effetto anche sull’energia dei reni, purtroppo.

Sarebbe meglio evitare completamente il caffè e usare solo ogni tanto i vari tè con la teina, preferendo il tè kukicha, un tè bancha in rametti, praticamente privo di teina.

Al posto del caffè possiamo usare dei surrogati, ad esempio il caffè yannoh, che troviamo in commercio sia solubile sia per moka.

Alimenti che ci nutrono e ci regalano energie vitali:

  • cereali integrali e semi integrali (soprattutto in chicco)
  • legumi
  • verdure di stagione
  • semi oleosi (semi di zucca, di girasole, ecc.)
  • frutta a guscio (mandorle, nocciole, ecc.)

Il cereale in chicco ha la meravigliosa capacità di darci vitalità e di rendere la mente più forte e concentrata. Soprattutto se masticato molto bene.

I cereali, i legumi e altri semi come quelli oleosi o la frutta a guscio, sono semi che contengono Jing, energia vitale che possiamo usare per risparmiare la nostra. Mangiamo tutti i giorni soprattutto i cereali in chicco! E se siamo già abituati, anche i legumi!

Buone abitudini per ridurre la stanchezza:

  • andare a dormire presto
  • masticare a lungo (almeno 30 volte ogni boccone)
  • respirare profondamente
  • fare attività fisica quotidiana (leggera)

Rimedio “d’emergenza” per la stanchezza e i cali di concentrazione:

  • mezzo cucchiaino di gomasio masticato bene.

Il gomasio è un condimento salato speciale, preparato con sesamo e sale.

Si può comprare già pronto come questo, oppure prepararlo in casa, qui la ricetta.

Preparato in casa è certamente più “potente”. Possiamo portarne con noi al lavoro un piccolo vasetto o un piccolo sacchettino e usarlo quando serve.

Parlerò del problema della stanchezza mercoledì 29 settembre, all’interno del webinar gratuito dedicato ai malanni di stagione.

Per iscriverti: https://live.macrolibrarsi.it/20210929-webinar-franceschetti/

 

L’immagine è tratta dal web. E’ rimovibile su richiesta (info@laviamacrobiotica.it)

2 Comments

  • Pubblicato 29 Settembre 2021 08:12 Patricia 0Likes

    Questo articolo è molto interessante e sicuramente mi collegherò oggi perché io soffro di stanchezza dopo aver mangiato e muco in gola
    Grazie di cuore

Lascia un commento