Ho inventato questa torta per il compleanno della bimba.

E’ dunque un dolce per le occasioni speciali, perchè molto ricco, anche se non contiene ingredienti problematici come uova, latte, burro, panna, zucchero e farine raffinatissime.

Nelle occasioni speciali, come i compleanni o le ricorrenze, possiamo goderci in compagnia un dolce più ricco e goloso del solito.

Invece quando abbiamo bisogno di un dolce più frequentemente, è meglio scegliere dolci più semplici e non al forno, ad esempio budini, creme, mousse, che soddisfano la voglia di dolce senza “pesare” troppo.

Questo è un dolce che richiede 3 preparazioni differenti quindi un po’ di tempo. Meglio prepararla il giorno prima, che tra l’altro è anche più buona se riposa! 🙂

Ingredienti

Per la torta:

Per la crema:
Per la copertura:

Altri ingredienti:

Inizia preparando la copertura, perchè deve indurirsi in frigorifero una mezz’oretta.

Sciogli il cioccolato a bagno maria.

Trita le nocciole per ridurle in farina.

Mentre il cioccolato si scioglie, mescola la crema di nocciole con il cacao, il malto, la panna e la farina di nocciole.

Aggiungi il cioccolato fuso e mescola bene. Lascia riposare in frigorifero per mezz’ora.

Prepara ora la crema, che otterremo da una gelatina che poi andrà frullata.

In una pentola mescola con una frusta il latte, l’agar agar, la curcuma e il sale.

Aggiungi il baccello di vaniglia e porta a bollore mescolando.

Quando bolle, cuoci 1 minuto mescolando e spegni.

Togli il baccello di vaniglia, incidilo per il lungo, estrai i semi con la lama del coltello e aggiungili in pentola.

Aggiungi anche la buccia grattugiata del limone e il malto.

Mescola bene e trasferisci in una pirofila a raffreddare. Appena è tiepido o a temperatura ambiente, metti in frigorifero una mezz’ora.

Suggerimento per non sprecare la vaniglia, dato il costo: sciacqua il baccello sotto l’acqua e fallo seccare (puoi farlo all’aria se fa caldo, oppure in un essiccatore o in forno a temperatura bassissima). Quando è secco puoi frullarlo e farne una polvere di vaniglia da usare a piacere.

L’agar agar gelifica raffreddandosi, quindi a fine cottura avrai una consistenza liquida.

Mentre la futura crema raffredda, prepara la torta.

In una ciotola mescola la farina, il cacao, il lievito e il sale.

Aggiungi l’olio e il malto, mescola e poi aggiungi pian piano il latte.

La quantità di latte è variabile in base all’assorbimento delle farine. Ogni farina è diversa, quindi dovrai regolarti ad occhio.

La consistenza di questo impasto deve essere molto morbida, fluida.

Prepara una tortiera rivestita con carta forno oppure oliata bene e versa il composto (ho usato una tortiera di 28 cm di diametro).

Inforna in forno caldo a 170° per circa 35-40 minuti, dipende dal forno. Io ho un forno a gas.

Sforna la torta e lasciala raffreddare bene.

Una volta fredda, tagliala a metà.

Diluisci 2 cucchiai di composta con un po’ d’acqua per fare una bagna.

Con un pennello da cucina distribuisci metà della bagna sul disco base della torta.

Spalma ora 2 cucchiai circa di composta.

Estrai dal frigorifero la gelatina e il composto per la copertura.

Frulla bene la gelatina. Per ottenere una crema bella morbida, bisogna frullare molto bene.

Assaggia e se necessario puoi aggiungere del malto di riso e della buccia di limone.

Spalma la crema sul disco di base.

Io ne preparo sempre un litro per le torte, ma non la uso mai tutta per la torta. Preferisco farne un po’ di più, che non si sa mai. 🙂

L’avanzo sarà buonissimo abbinato a della frutta fresca.

Posiziona il disco superiore e spennella con il resto della bagna.

Ora devi stendere con il mattarello l’impasto per la copertura.

Rimanendo un pochino fuori dal frigorifero mentre preparavi la crema, dovrebbe essersi ammorbidito un pochino, per poterlo stendere.

Non lasciare che diventi troppo molle. Deve essere ancora un po’ duro e freddo per poterlo stendere senza problemi. Nel caso rimetti in frigorifero.

Stendi il composto tra due fogli di carta forno, poi togli un foglio e posizionalo sopra la torta. Togli anche l’altro foglio e modella i bordi.

A questo punto la torta è pronta per andare in frigorifero almeno un paio d’ore.

Se vuoi puoi guarnire con dei lamponi o nei modi che preferisci.

Questa è una foto fatta al volo durante il compleanno, prima che la torta venisse “attaccata”. Non è una foto perfetta, ma rende l’idea.

Io l’ho decorata con pupazzetti di plastica e altre decorazione che poi vengono tolte al momento di tagliarla.

Se l’avessi fatta per gli adulti avrei decorato con la frutta. 🙂

Sono felice che sia piaciuta a tutti, anche a chi è abituato ai dolci classici con ingredienti animali e zucchero! 🙂

Se non riesci a trovare nei negozi gli ingredienti particolari che ho usato, puoi acquistarli qui:

Farina di Grano Tenero di Tipo 2
Grano coltivato in Italia e macinato a pietra

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

Farina Semintegrale di Farro Monococco Tipo 2 - Alicorno
Farina tipo 2 macinata a pietra

Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere

Polvere Lievitante per Dolci Istantanea
Tre bustine di lievito per dolci Senza glutine

Voto medio su 101 recensioni: Da non perdere

Malto di Riso Bio
Dolcificante con un elevato potere nutrizionale

Voto medio su 139 recensioni: Da non perdere

€ 4,19
Avena Drink - Bevanda di Avena
Bevanda 100% vegetale, senza dolcificante

Voto medio su 313 recensioni: Da non perdere

€ 2,50
Alga Agar in polvere
Versione in Polvere – 50 gr

Voto medio su 139 recensioni: Da non perdere

Sale Integrale Trapani

Voto medio su 467 recensioni: Da non perdere

Nocciola - Crema di Nocciole Tostate Bio, Italiane
100% Nocciole Tostate, Senza Conservanti ed Emulsionanti

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

€ 6,93
Crema di Soya - Soya Cuisine
Crema da cucina – Alternativa vegetale alla panna da cucina

Voto medio su 51 recensioni: Da non perdere

€ 1,68
Composta di Albicocche Biologiche Italiane, 1 Ingrediente
Frutta utilizzata: 185g per 100g

Voto medio su 9 recensioni: Buono

E’ uscita la nuova edizione dell’Apprendista macrobiotico!

Con 3 nuovi capitoli, nuove ricette, ricette aggiornate e nuove foto.

Lo trovi qui a questa pagina.

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina macrobiotica vegana

Voto medio su 97 recensioni: Da non perdere

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”.

E se hai bisogno della versione video, a questa pagina trovi il video corso L’apprendista macrobiotico, nato dalla prima edizione del libro.

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi.

E se ami i dolci naturali, golosi, ma sani, è uscito “Dolci buoni e sani”.

Dolci Buoni e Sani
Felicemente golosi senza dipendenza – Senza zuccheri raffinati, latticini e uova
€ 23,50

Hai bisogno di un aiuto per iniziare? Hai qualche disturbo che vuoi provare a migliorare con la macrobiotica?

Se hai bisogno di un guida per iniziare il viaggio sulla via macrobiotica oppure hai dei problemi di salute per cui è necessario personalizzare l’alimentazione, c’è la consulenza personalizzata:

Consulenza macrobiotica

4 Comments

  • Pubblicato 18 Luglio 2022 08:25 Barbara 0Likes

    L’ho fatta ieri per il compleanno di mio figlio,eccezionale la copertura in cioccolato, io ho usato mandorle perché mio figlio è allergico alle nocciole. Perfetta la crema , al posto della composta ho usato 3 banane frullate, perché per il suo compleanno non posso negargliele 😊 , e comunque non gli fanno allergia . La base della torta , invece non mi ha convinta, secondo me è rimasta un altro po’ bassa, forse ci voleva più farina o un olio diverso ? Comunque grazie bella torta! E supergustosa.

    • Pubblicato 18 Luglio 2022 09:35 Dealma Franceschetti 0Likes

      Sono felice che ti sia piaciuta! Per la base: le torte senza farine raffinate, senza uova, burro, lievito chimico e zucchero, lievitano meno, quindi per farle cuocere bene è meglio tenerle basse. Per questo uso quelle quantità con una tortiera di 28 cm di diametro. Però puoi sperimentare con una tortiera più piccola e vedere se sale di più e cuoce bene lo stesso oppure aumentare le dosi con la tortiera da 28. In tanti anni di esperimenti ho visto che è meglio tenerle basse, ma puoi fare i tuoi esperimenti ovviamente. Se vuoi puoi provare ad aggiungere all’impasto una banana frullata, aiuta un pochino la lievitazione, così magari riesci a farla più alta. Un’altra modifica per migliorare la lievitazione è quella di usare dello zucchero di canna integrale al posto del malto. Io uso questo quando mi capita. In base alle mie ricerche, il Panela è il più “integrale” tra i vari tipi di zucchero di canna integrale. 🙂

      • Pubblicato 28 Luglio 2022 08:28 Barbara 0Likes

        Oooh grazie Dealma, proverò questi suggerimenti, intanto la crema con l’Agar agar e il latte di avena è un successo!

Lascia un commento