L’ho chiamato semolino perchè gli assomiglia, ma non lo è, dato che l’ho preparato con i semi della quinoa, un simil cereale senza glutine.

Era una di quelle sere in cui avevo poco tempo, così ho messo tutto in pentola e via. 🙂

Aggiungendo un legume (a parte o direttamente nel “semolino”) si completa il piatto.

La quinoa è uno pseudo cereale senza glutine, che viene consumato da millenni dalle popolazioni andine.

Oggi è coltivata anche in Italia (questa è italiana, ad esempio).

Una delle obiezioni che si leggono ultimamente a proposito della quinoa, è la presenza delle saponine, sostanze amare che la pianta usa per proteggersi dagli insetti.

Queste sostanze, se ingerite in grandi quantità, possono danneggiare la mucosa intestinale e i globuli rossi.

Ecco che scattano gli allarmi sul web, senza considerare che la quinoa viene mangiata da migliaia di anni della popolazioni andine, senza nessun problema.

Perchè? Perchè viene usata bene.

Innanzitutto la maggior parte delle saponine vengono eliminate prima della commercializzazione, quindi il problema è già sostanzialmente risolto.

Ma se vogliamo ridurre ulteriormente la loro presenza, basta lavare bene la quinoa e poi ammollarla per qualche ora, buttando l’acqua a fine ammollo.

Ed ecco risolto il problema.

Rimarrà una quantità di saponine minima, per cui potremo beneficare delle loro proprietà.

Eh si, perchè le “terribili” saponine, se in piccole quantità hanno mostrato proprietà importanti:

  • regolano il colesterolo
  • sembrano avere effetto anti tumorale
  • sono antiossidanti
  • sono espettoranti
  • aumentano la resistenza dei capillari

Come per ogni cosa, bisogna approfondire l’argomento per non farsi influenzare dagli allarmismi che oggi vanno tanto di moda pe screditare cereali, pseudo cereali (come la quinoa) e legumi.

Ingredienti

Per 2 persone circa

Per i semi:

Lava la quinoa e mettila in ammollo per 2-3 ore.

Nel caso della quinoa, l’ammollo serve per ridurre la presenza delle saponine, che hanno un sapore amarognolo.

Una volta terminato l’ammollo butta via l’acqua e trasferisci la quinoa in pentola aggiungendo circa 250 ml di acqua, la carota a pezzetti, l’alga kombu, la foglia di salvia, il rosmarino tritato. lo shitake, il daikon secco.

Porta a bollore e aggiungi una presa di sale.

Lascia cuocere coperto per 10 minuti.

Nel frattempo puoi tostare i semi.

Puoi farlo in padella o in forno.

In padella: metti in padella prima le mandorle e inizia a tostarle qualche minuto, poi aggiungi i sei di zucca e tosta ancora qualche minuto.

In padella si fa prima, ma bisogna far attenzione a non bruciarli: fiamma bassa e muoverli spesso.

In forno: trasferisci in una teglia e inforna a 130 gradi per 15-20 minuti.

Terminata la cottura della quinoa aggiungi la salsa di soia e il miso e spegni.

Frulla bene e valuta la densità.

Io ho aggiunto ancora un po’ d’acqua per raggiungere la densità che preferisco.

Assaggia anche di sale e se servisse, puoi aggiungere un po’ di salsa di soia o di miso.

Ho scelto lo shiro miso (detto anche miso bianco) per il suo sapore molto delicato, ma puoi mettere il miso che preferisci oppure salare solo con salsa di soia, oppure sono con sale marino integrale (meglio se messo in cottura però, non alla fine).

Prima di servire, taglia le mandorle in granella o in lamelle e servi il semolino con le mandorle e i semi di zucca.

Se non riesci a trovare nei negozi gli ingredienti speciali che ho usato,  puoi acquistarli qui:

Quinoa di Romagna Biologica
Fonte di proteine, biologica e prodotta in Italia

Voto medio su 198 recensioni: Da non perdere

Funghi Shiitake
Shitake biologici origine Spagna

Voto medio su 119 recensioni: Da non perdere

€ 15,64
Daikon Secco Bio - Ravanello Bianco Giapponese
Ricco di fibre, fonte di proteine

Voto medio su 23 recensioni: Da non perdere

€ 7,99
Alghe Kombu dell'Atlantico Bio

Voto medio su 128 recensioni: Da non perdere

Semi di Zucca Bio
Semi decorticati senza glutine – coltivati in Austria & confezionati in Italia

Voto medio su 107 recensioni: Da non perdere

€ 5,99
Mandorle Sgusciate Biologiche e Italiane
Ad alto contenuto di fibre, ricche di acidi grassi insaturi, coltivate e confezionate in Italia

Voto medio su 133 recensioni: Da non perdere

Miso Bianco di Riso Delicato - Shiro Miso
Condimento cremoso dolce/salato

Voto medio su 67 recensioni: Da non perdere

Shoyu - Salsa di Soia
Disponibile in confezione da 250 ml 500 ml e 1000 ml

Voto medio su 283 recensioni: Da non perdere

Tamari - Salsa di Soia
25% di sale in meno

Voto medio su 60 recensioni: Da non perdere

Sale Integrale Trapani

Voto medio su 714 recensioni: Da non perdere

Hai bisogno di un aiuto per iniziare? Hai qualche disturbo che vuoi provare a migliorare con la macrobiotica?

Se hai bisogno di un guida per iniziare il viaggio sulla via macrobiotica oppure hai dei problemi di salute per cui è necessario personalizzare l’alimentazione, c’è la consulenza personalizzata:

E’ uscita la nuova edizione dell’Apprendista macrobiotico!

Con 3 nuovi capitoli, nuove ricette, ricette aggiornate e nuove foto.

Lo trovi qui a questa pagina.

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina macrobiotica vegana

Voto medio su 97 recensioni: Da non perdere

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”.

E se hai bisogno della versione video, a questa pagina trovi il video corso L’apprendista macrobiotico, nato dalla prima edizione del libro.

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi.

E se ami i dolci naturali, golosi, ma sani, è uscito “Dolci buoni e sani”.

Dolci Buoni e Sani
Felicemente golosi senza dipendenza – Senza zuccheri raffinati, latticini e uova
€ 23,50

Sono nuovamente disponibili le box con le mie video ricette!

Le trovi a questa pagina.   Con lo sconto 15% 🙂


Lascia un commento