“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Farro decorticato con zucchine e salsa al basilico

Farro decorticato con zucchine e salsaal basilico

Questa ricetta è facilissima e puoi utilizzare qualsiasi cereale che preferisci.

Abbinare una salsa al cereale con verdure, è un modo per renderlo più goloso, ad esempio per i bambini, oppure nella stagione calda, quando l’appetito si riduce.

 

Ingredienti

Per 2 persone:

  • 150 g di farro decorticato
  • 2 zucchine

Per la salsa:

  • 30 g di anacardi
  • 20 g di noci sgusciate  (oppure pinoli)
  • 30 g di basilico fresco
  • 1 cucchiaio di yogurt di soia (facoltativo)
  • 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaio di salsa di soia o sale q.b.

Lava il farro e mettilo in pentola con 4 volte il volume di acqua e una presa di sale.

150 g di farro corrispondono a circa un bicchiere, quindi aggiungi 3 bicchieri abbondanti di acqua.
Porta a bollore e cuoci coperto per 30-40 minuti. Poi spegni e lascia riposare 10 minuti coperto.

Nel frattempo prepara le zucchine. Tagliale a rondelle o a cubetti, come preferisci. Mettile in padella con l’olio e poca acqua. Fai cuocere a fiamma medio-bassa, mescolando spesso.

Quando sono quasi cotte aggiungi la salsa di soia e cuoci ancora qualche minuto.

Prepara la salsa frullando tutti gli ingredienti elencati.

Puoi scegliere di servire questo piatto caldo o freddo. Se con il caldo lo preferisci freddo, allora lascia raffreddare bene il farro, oppure se non hai tempo, passalo sotto l’acqua.

Mescola il farro con le zucchine, oppure servi come ho fatto io nella foto usando un coppapasta, creando una base di zucchine e sopra il farro.

Servi fresco accompagnato dalla salsa.

Sta per uscire il mio nuovo libro, questa volta cartaceo!

copertina definitiva

Se vuoi essere avvisato quando sarà disponibile, clicca “Avvisami” a questa pagina.

Se hai difficoltà a trovare il farro decorticato nei negozi, puoi ordinarlo online:


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

4 commenti
  1. Buoni i cereali con verdure e salsine…d’estate li consumo prevalentemente freddi. Di solito il farro e l’orzo decorticato li metto in ammollo una notte prima di cucinarli. Cosa ne pensi? Grazie

    • Ciao Chiara, se sono decorticati non serve l’ammollo. Invece per l’orzo mondo è meglio fare l’ammollo.

  2. Più che un commento, vorrei fare un’osservazione: nelle ricette che proponete spesso noto che ci sono ingredienti fritti. Ma l’olio fritto per voi non fa male ? Pare che ci siano studi scientifici che dimostrano che le fritture fanno male, sono cancerogene. Per voi le ricerche scientifiche non dicono nulla ? non servono a niente?

    • Ciao Francesco, dipende innanzi tutto di quale tipo di fritto parliamo. Rosolare in padella con poco olio e un po’ d’acqua non è l’equivalente della frittura ad immersione ad alte temperature (tipo patatine fritte o tempura). Quella potrebbe essere problematica se usata spesso, proprio perchè portare l’olio ad alte temperature può renderlo tossico (però se il fritto è fatto bene e l’olio non raggiunge il punto di fumo, il problema si riduce). Rosolare a bassa temperatura non è un problema, soprattutto se l’alimentazione è attenta, con pochi grassi e poco o nulla cibo animale, in modo da lasciare il fegato leggero. Per chi fosse comunque preoccupato, si può cuocere senza olio, solo con un po’ d’acqua.

Scrivi un commento