Possiamo sia comprarle sia farle in casa!

Entrambe le soluzioni vanno bene, tutto dipende dal tempo che abbiamo a disposizione.

Chiaramente la scelta migliore è prepararle in casa, perchè scegliamo noi gli ingredienti e perchè risparmiamo.

Però non sempre è possibile farle in casa, così oggi vediamo sia una ricetta per cucinarle, sia i miei consigli per scegliere quali acquistare già pronte, perchè non tutte le barrette in commercio sono sane!

Prepararle in casa

Ci sono infinite possibilità, possiamo prepararle usado un mix di sola frutta disidratata, semi oleosi e frutta a guscio, oppure possiamo aggiungere anche dei cereali, ad esempio dei fiocchi o dei cereali soffiati.

Usando i fiocchi io consiglio di passare le barrette in forno, in modo da cuocere il cereale. Invece se usiamo i soffiati non è necessario. C’è da dire che i cereali soffiati non rappresentano l’uso ottimale del cereale, però se li usiamo ogni tanto vanno bene.

Ingredienti

In una padella fai tostare leggermente i semi di sesamo e mettili da parte.

Nella stessa padella tosta i semi di zucca, i pistacchi e le nocciole (puoi farlo in forno volendo).

Riduci in granella le nocciole (non troppo fine) e uniscile in una ciotola con gli altri semi.

Frulla le prugne con la crema di mandorle e la buccia di limone e aggiungi il composto ottenuto ai semi.

Mescola bene e stendi in una pirofila con carta forno. Livella e schiaccia bene con un cucchiaio o una spatola. Ti aiuta tenere umido l’utensile che userai.

Metti in frigorifero una mezz’oretta e poi taglia in barrette.

Puoi fare moltissime variazioni a questa mia ricetta. Puoi aggiungere altra frutta disidratata come uvetta, mirtilli secchi, ecc. Puoi provare a dolcificare con altri tipi di frutta disidrata, ad esempio, al posto delle prugne secche puoi usare le albicocche secche o i fichi secchi.

A questa pagina trovi un’altra delle mie ricette di barrette, in questo caso anche con i cereali.

Consigli per acquistarle

E’ importante leggere sempre bene gli ingredienti perchè molte barrette in commercio non sono molto sane, persino quelle che troviamo nei negozi bio o quelle vegane.

Il buon vecchio consiglio di scegliere i prodotti con la lista di ingredienti più corta è sempre un ottimo consiglio!

Però è necessario valutare anche altro, soprattutto se ci sono dolcificanti e quali.

Una buona barretta, a mio parere, è fatta semplicemente di frutta disidratata, semi oleosi e/o frutta a guscio ed eventualmente cereali.

Per i miei consigli per scegliere una buona barretta, prenderò in considerazione solo barrette vegetali presenti nei negozi di alimenti naturali e bio, in questo modo escludiamo automaticamente tutti i derivati animali e la maggior parte degli ingredienti più “industriali” e artificiali.

La barretta migliore è dolcificata solo con la frutta! Soprattutto se vogliamo mangiare barrette tutti i giorni o molto spesso.

Se sono presenti dei dolcificanti, vanno valutati.

Quali dolcificanti evitare:

  • zucchero
  • sciroppo di glucosio-fruttosio
  • fruttosio
  • maltitolo, sorbitolo, eritritolo, isomalto, ecc
  • stevia
  • sciroppo d’agave

Quali dolcificanti sono accettabili per un uso occasionale:

  • sciroppo d’acero
  • malto
  • sciroppo di dattero
  • zucchero di cocco

Eviterei anche barrette che contengono:

  • olio di palma
  • lecitina di soia
  • proteine isolate di soia

Ho trovato questi ingredienti in moltissime barrette vegetali nei negozi bio.

Queste indicazioni non vogliono essere esaustive dell’argomento e di ogni ingrediente, ovviamente. Spero però che possano dare delle linee guida per acquisti più consapevoli.

Queste sono le barrette in commercio che ho sperimentato personalmente e che mi sono piaciute, per sapore e ingredienti:

Lifebar - Barretta all'Albicocca
Fonte di energia!

Voto medio su 43 recensioni: Buono


Barretta Spirulina Zitrone (Limone)
Datteri, mandorle, uvetta sultanina, spirulina e limone.

Voto medio su 76 recensioni: Da non perdere


Barretta Hemp & Chia

Voto medio su 78 recensioni: Da non perdere


Barretta Brownie - Datteri e Cioccolato
Datteri, anacardi, polvere di cacao e gocce di cioccolato

Voto medio su 17 recensioni: Buono

 

Barretta Raw Mela Bio - Natruly

E’ uscita la nuova edizione dell’Apprendista macrobiotico!

Con 3 nuovi capitoli, nuove ricette, ricette aggiornate e nuove foto.

Lo trovi qui a questa pagina.

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina macrobiotica vegana

Voto medio su 97 recensioni: Da non perdere

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”.

E se hai bisogno della versione video, a questa pagina trovi il video corso L’apprendista macrobiotico, nato dalla prima edizione del libro.

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi.

E se ami i dolci naturali, golosi, ma sani, è uscito “Dolci buoni e sani”.

Dolci Buoni e Sani
Felicemente golosi senza dipendenza – Senza zuccheri raffinati, latticini e uova
€ 23,50

4 Comments

  • Pubblicato 10 Febbraio 2022 17:24 karin georgia rado 0Likes

    grazie per le info sulle barrette ..utilissime anche per i diversi tipi di dolcificanti che sono infiniti e io non ho mai certezza fuori dai recinti dei malti

  • Pubblicato 9 Febbraio 2022 20:48 Alessia 0Likes

    Ciao Dealma, ho letto bene? …queste barrette non vanno in forno ma in frigorifero:giusto?
    Grazie mille da Alessia

    • Pubblicato 10 Febbraio 2022 08:39 Dealma Franceschetti 0Likes

      Si esatto! 🙂 Volendo puoi anche evitare il frigorifero. Io le metto in frigo una mezz’ora solo per tagliarle meglio.

Lascia un commento