Il dopo Pasqua è sempre difficile per chi ama  i dolci e si è lasciato  tentare. Uscire dal tunnel dei dolci classici non è facile, così quando mi succede, cerco di prepararmi tanti piatti a base di zucca, per soddisfare il bisogno di energia dolce nel modo più naturale possibile e disintossicarmi dal sapore dolce violento degli assaggi di colombe vere, uova di pasqua, ecc.

La zucca è davvero preziosa per “uscire dal tunnel” e per fortuna la troviamo ancora per un po’.

Quando faccio il risotto uso il riso semi-integrale perchè ha dei tempi di cottura simili a quello bianco, solo 5 minuti in più. Quando ho scoperto che avevo finito il riso semi-integrale ho voluto provare con il basmati integrale, che cuoce abbastanza velocemente, anche senza ammollo e anche se è integrale.

Ingredienti

Per circa 2 persone

Affetta sottile la cipolla e falla rosolare in padella con l’olio, il sale e poca acqua finchè sarà dorata. Aggiungi il riso basmati lavato e lascialo tostare mescolando per un paio di minuti.

Aggiungi la zucca tagliata a cubetti piccoli e 2-3 mestoli di brodo caldo. Porta a bollore ed inizia la cottura tipica del risotto, che prevede di aggiungere gradualmente il brodo durante la cottura quando il riso si asciuga troppo. Cuoci per circa 20 minuti, ma assaggia il riso già dopo 15 minuti.

Se serve aggiusta di sale.

Ho servito con un filo di aceto balsamico di mele  che ho trovato in un negozio di prodotti naturali. Gli ingredienti sono accettabili anche se non “perfetti”. Se sei curioso ne ho già parlato in questa ricetta. Si può usare anche la versione classica, la crema di aceto balsamico di Modena.

Se non riesci a trovare nei negozi il riso basmati integrale o la crema di aceto balsamico bio, puoi acquistarli online:

Riso Basmati Integrale Bio
Chicco lungo e affusolato

Voto medio su 28 recensioni: Da non perdere

€ 3,09

Crema con "Aceto Balsamico di Modena IGP"
Da uve biologiche – senza glutine

Voto medio su 12 recensioni: Da non perdere

€ 6,29

Diventa anche tu un mio Apprendista!

Con il libro o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi. ?

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”:

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 61 recensioni: Da non perdere

€ 9,80

13 Comments

  • Pubblicato 14 Aprile 2017 10:26 Angela 0Likes

    Che buona questa ricettina! ma se metto insieme aceto di mele, malto di riso e salsa di soia viene una specie di aceto balsamico di mele?

  • Pubblicato 3 Maggio 2014 09:33 simonetta 0Likes

    Ciao Dealma,
    visto che hai utilizzato in questa ricetta un aceto di mele balsamico che contiene tanti ingredienti ti informo, se ti fa piacere, che ci sono anche balsamici di mela sani sani.
    ingredienti:succo concentrato di mela cotto bio, aceto di mela bio
    sia nella versione semplice che INVECCHIATO 2 ANNI in botti di rovere.
    ti ringrazio…un abbraccione

    • Pubblicato 3 Maggio 2014 17:08 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Simonetta, grazie della dritta, fantastico! Dovi li trovi? Hai qualche negozio online da consigliarmi?

  • Pubblicato 30 Aprile 2014 16:36 catia 0Likes

    grazie amica dei tuoi sempre utili consigli. io quando so ahimè di esagerare con gli zuccheri e per di piu’ raffinati! mi aiuto con un cucchiaino di cannella al mattino nella colazione un saluto a tutti

  • Pubblicato 30 Aprile 2014 13:50 Germana Accorsi 0Likes

    Confesso anch’io le mie colpe soprattutto con i gelati e non quelli di soia senza zucchero!!! una cosa però ho capito ed è che non potrei ritornare a mangiare come prima nel senso che mangiavo più prodotti da forno di ora. Si trattava di prodotti bio e che spesso non utilizzano lo zucchero “white killer”, però ora non mi piacciono più come prima. Forse ci sarà anche un riflesso condizionato, perchè sono una persona molto ligia e coerente a quanto ho deciso in piena libertà, ma sicuramente anche il fatto che il corpo si è disintossicato!
    Per quanto riguarda il riso basmati integrale non l’ho mai provato ma lo farò e poi ti so dire.
    Buona giornata cara Dealma.
    Germana

    • Pubblicato 30 Aprile 2014 15:16 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Germana, è molto comune ritrovarsi dopo il cambiamento alimentare con un palato diverso, che non apprezza più come prima certi alimenti un po’ problematici, quindi tutto ok! Aspetto di sapere allora se ti è piaciuto il basmati integrale. 🙂

  • Pubblicato 29 Aprile 2014 21:57 margherita 0Likes

    peccatrice! ti sei lasciata tentare… pure io, lo ammetto, però ahimè il mio peccato è po’ più grande,,, non essendo portata per il dolce ( ogni riferimento è puramente casuale )ma per il salato, ho dato un po’,,, solo un po’, via libera a formaggi e carni. Mi pento! però ho goduto… finirò in qualche girone dantesco dell’inferno… cercherò di espiare ma soprattutto di disintossicami in questo periodo. Sono tornata di buon ordine a riso integrale e verdure di stagione, legumi in quota 1/3 rispetto ai cereali e niente prodotti da forno. Per fortuna se non ci sono feste e tradizioni familiari da rispettare la tentazione su di me non ha effetto quindi mi consolo,,, uno strappo ogni tanto non mi ucciderà. Visto che parli di riso basmati integrale ho appena scoperto e sperimentato con grande soddisfazione il metodo iraniano di preparare il riso… che consiste in una precottura in acqua bollente e una cottura a vapore, per terminare, la ricetta si chiama tahdig ,ti sarei grata se mi dicessi se ne hai mai sentito parlare e che ne pensi. Un saluto.

    • Pubblicato 30 Aprile 2014 08:44 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Margherita, non ne avevo mai sentito parlare, ma ora sono curiosa e mi informo…e proverò! Probabilmente fare una parte della cottura al vapore “yanghizza” meno il riso, quindi in un paese caldo o in estate può essere una soluzione interessante. 🙂

Lascia un commento