Gli azuki sono fagioli eccezionali, dalle proprietà curative per intestino e reni e dal sapore così delicato e dolce, da poter essere usati per preparare dessert!

Questa ricetta è un’invenzione di qualche giorno fa, che mi ha veramente sorpresa: non credevo che da un fagiolo potesse saltar fuori un dolcetto così buono!

Ingredienti

Per circa 15-20 palline:

Metti in ammollo gli azuki una notte e cuocili con l’alga kombu con 3-4 volte il volume d’acqua per 40-45 minuti. Scola bene e frullali con il malto.

La quantità di malto è molto personale. Se sei già abituato ai dolci naturali ne servirà meno probabilmente.

Consiglio di iniziare ad aggiungerne un po’, assaggiare e aggiungere man mano se necessario.

Trasferisci in padella e cuoci a fuoco piuttosto alto mescolando continuamente, per 10-15 minuti circa per rendere il composto meno liquido.

Aggiungi il caffè solubile e mescola bene. Riduci le mandorle in farina e comincia ad aggiungerle al composto mescolando, fino ad ottenere una consistenza abbastanza soda, che ti permetta di formare delle palline con le mani. Anche se il composto è leggermente appiccicoso, non preoccuparti perchè facendo le palline si compatta bene.

Rotola le palline nel cacao e passale di nuovo tra le mani. Se preparate qualche ora prima risultano più compatte.

Se non trovi nei negozi gli azuki o lo yannoh o il malto, puoi acquistarli qui:

Azuki Rossi Bio
Senza glutine, ricchi di fibre

Voto medio su 22 recensioni: Da non perdere

€ 2,63

Yannoh Instant Original
Disponibile in confezione da 125 gr e da 250 gr

Voto medio su 54 recensioni: Da non perdere

€ 6,90
Malto di Riso Bio
Dolcificante con un elevato potere nutrizionale

Voto medio su 172 recensioni: Da non perdere

€ 3,86

Diventa anche tu un mio Apprendista!

Con il libro o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi.

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 62 recensioni: Da non perdere

€ 9,80

32 Comments

  • Trackback: Dolcetti di fagioli azuki - francescacanella.it
    • Pubblicato 19 Maggio 2020 16:18 Dealma Franceschetti 0Likes

      Grazie Francesca, mi fa davvero piacere che ti siano piaciuti e che tu li abbia condivisi sul tuo sito. Soprattutto perchè sei una naturopata, è davvero un piacere! 🙂

  • Pubblicato 20 Maggio 2017 10:16 Serena 0Likes

    Buoni! Hai mai provato ad usare uvetta o altra frutta secca come dolcificante al posto del malto?

  • Pubblicato 23 Giugno 2015 13:43 romina 0Likes

    Ho fatto questi dolcetti… davvero buoni, l’unico problema è che uno tira l’altro. Tutte le persone a cui li ho fatti provare, anche le più scettiche, hanno espresso parere positivo.
    Ho scoperto che si possono tranquillamente congelare e consumare in qualsiasi momento anche appena tolti dal freezer!
    Grazie Dealma!
    🙂

    • Pubblicato 23 Giugno 2015 15:33 Dealma Franceschetti 0Likes

      Sono proprio contenta di saper che hanno avuto successo. Il problema è proprio quello di non mangiarne troppi! Perchè sono sempre legumi! 🙂

  • Pubblicato 21 Maggio 2015 20:41 simona 0Likes

    Deliziosi! Appena fatti. Un vero successo. Grazie

  • Pubblicato 12 Settembre 2014 12:15 Laura Corbisiero 0Likes

    Fatti! Strepitosi! L’altra sera li ho proposti ai miei giovani cognati 25enni. Lei è già sul pezzo, lui mangia ancora la bresaola direttamente dalla confezione… 🙂 Ne hanno mangiati tre o quattro e quando ho svelato l’ingrediente principale, dovevi vedere la faccia, non ci credevano tanto erano piaciuti! :D:D:D

    • Pubblicato 12 Settembre 2014 14:40 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ahahaha! E’ sempre divertente sentire questi racconti, grazie! Anch’io mi godo sempre la faccia sorpresa delle persone quando svelo l’ingrediente segreto. 😉

  • Pubblicato 8 Settembre 2014 15:46 Laura Corbisiero 0Likes

    Ciao Dealma. A casa ho la farina di mandorle, ne uso comunque 100 gr? Grazie!

    • Pubblicato 10 Settembre 2014 09:04 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Laura, la quantità di farina di mandorle è relativa. Dipende da quanto riesci ad asciugare in padella il composto di azuki e malto. Più si asciuga e meno farina di mandorle serve per addensarlo e renderlo modellabile. Quindi inizia ad aggiungerne un pochino e vedi man mano quanta metterne. 🙂

  • Pubblicato 29 Agosto 2014 09:44 Elisabetta 0Likes

    Buoni! Sono stati apprezzati da tutti che sbalorditi non credevano ci fossero i fagioli. Grazie per la sperimentazione continua. Unico dubbio: le mandorle una volta tritate, più che in farina, risultavano in mini pezzettini. Va bene ugualmente?

    • Pubblicato 29 Agosto 2014 16:32 Dealma Franceschetti 0Likes

      Sono felice che vi siano piaciuti! Per ridurre le mandorle in farina ci vuole un macinino o un frullatore apposito. Se riesci a ridurle solo in pezzettini, potrebbe non andar bene, perchè la farina di mandorle serve per asciugare e addensare il composto in modo da renderlo modellabile in palline. Però se ci sei riuscita vuol dire che funziona anche con i pezzettini! E se funziona, a questo punto è solo una questione di gusti, cioè se ti piace sentire i pezzettini di mandorle oppure no. Se non ti piace, ci vuole un macinino. Io lo uso moltissimo, proprio per ridurre in farina i semi oleosi, non solo mandorle, ma anche nocciole, noci, ecc. 🙂

  • Pubblicato 2 Aprile 2014 12:42 elica 0Likes

    grazie! oggi provo

  • Pubblicato 2 Aprile 2014 09:57 elica 0Likes

    Ciao Dealma…una domanda: più o meno 100 gr. di azuki secchi a quanti azuki già lessati corrisponderanno?
    Ne ho cotto giusto ieri un’intera busta da 500 gr. da mangiare con i cereali ed ora mi è venuta in mente questa ricetta che voglio provare da tempo, ma…come mi regolo?
    Grazie

    • Pubblicato 2 Aprile 2014 10:18 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Elica, cuocendoli ne viene un po’ più del doppio, mi sembra. Però con questa ricetta non dovresti avere difficoltà. Prova con 200-250 g di azuki cotti e frullali con metà del malto indicato nella ricetta. Assaggia e se non è abbastanza dolce aggiungi il resto del malto. Poi cuoci per far addensare e aggiungi il caffè solubile e farina di mandorle sufficiente ad avere un composto modellabile. Aggiungila pian piano così valuti man mano se ne serve ancora. Se aspetti che sia tiepido o freddo è più facile. Questa ricetta si può davvero fare a occhio, quindi vedrai che non avrai problemi. Fammi sapere come è andata! 🙂

  • Trackback: Olis festival: laboratorio di dolci macrobiotici | La Via Macrobiotica
  • Trackback: Azuki con cipolle e rosmarino | La Via Macrobiotica
  • Pubblicato 7 Marzo 2013 14:41 Anna 0Likes

    adoro i dolcetti giapponesi fatti con gli azuki, proverò a fare al più presto la tua ricetta, mi sembra gustosissima!!
    grazie

  • Pubblicato 4 Marzo 2013 12:06 Miriam 0Likes

    li Adoro

  • Pubblicato 28 Febbraio 2013 13:14 elica 0Likes

    Del resto nella pasticceria meridionale ci sono meravigliosi dolcetti fatti coi ceci (e cioccolato e altri ingredienti non proprio macrobiotici…) quindi perchè no?

    • Pubblicato 28 Febbraio 2013 19:35 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ma dai, non lo sapevo!!!! Interessante, varrebbe la pena provare a macrobioticizzarli…prova e se non funziona passami la ricetta che faccio qualche esperimento. 🙂

  • Trackback: Felici & Curiosi: le ricette dei blogger | Le delizie di Feli
  • Trackback: Felici & Curiosi: Le ricette dei blogger | Le delizie di Feli
  • Trackback: Felici e Curiosi: i Vincitori e gli eBook per tutti! « ravanellocurioso
  • Pubblicato 2 Gennaio 2013 17:50 Felicia 0Likes

    Io sono molto coraggiosa ma non serve coraggio per gustare queste golosissime palline!!!! La famosissima Veghella è fatta con i fagioli e nessuno se ne accorge!!!! Questi si prestano a diverse personalizzazioni, già sto immaginando quelli che farò….. anche salati!!!! Grazie per la ricetta e per lo stimolo. La inserisco immediatamente. 🙂
    Colgo l’occasione per augurarti un felicissimo e spumeggiate 2013

    • Pubblicato 2 Gennaio 2013 18:27 Dealma Franceschetti 0Likes

      Grazie! Non sapevo dell’esistenza della Veghella…che notizia! Sono curiosissima di come li personalizzerai!!! Tanti auguri anche a te Felicia!!!! 🙂

  • Pubblicato 2 Gennaio 2013 11:33 Daria 0Likes

    Che meraviglia! devono essere buonissime! Caspita ho finito gli azuki… appena li riprendo le faccio, penso che le bimbe apprezzeranno moltissimo!

Lascia un commento