I malfatti sono un tipico piatto Lombardo, adottato in molte altre regioni italiane con numerose variazioni. E’ un piatto contadino che serviva a recuperare il pane raffermo. La ricetta tradizionale prevede spinaci o biete, pane raffermo, formaggio, e uova.

I malfatti sono per me un ricordo d’infanzia, di quando mia madre si metteva ai fornelli e faceva i malfatti. Io ne andavo matta!

Così ho deciso di riprodurli in versione macrobiotica e questo è il risultato…

[one_third][message type=”custom” width=”100%” start_color=”#f6f5ee” end_color=”#ecebe5″ border=”#cecec7″ color=”#333333″]

Ingredienti

[custom_list style=”list-7″]

Per  i malfatti:

  • 2 cespi di biete o 4 di spinaci
  • 100 g di tofu naturale
  • aromi misti tritati
  • 5 cucchiai di farina tipo 1 o tipo 2
  • sale marino integrale q.b.

Per le cipolle caramellate:

  • 1 cipolla rossa
  • 1 cucchiaio di malto di riso
  • 1 cucchiaio di tamari
  • 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
  • gomasio

Per la besciamella:

  • 250 g di latte di soia
  • 1 cucchiaio e mezzo di farina “0”
  • 1/2 cucchiaino di sale marino integrale
  • olio di mais q.b.
  • noce moscata

[/custom_list]

[/message][/one_third]

Lessa le biete e il tofu in abbondante acqua bollente salata. Prepara il trito di aromi con rosmarino, salvia, timo, menta, erba cipollina, o altri a piacere. Scola le biete senza buttare l’acqua e lasciale raffreddare.

Nel frattempo affetta sottili le cipolle e falle rosolare in padella con 1 cucchiaio d’olio 1-2 minuti, poi aggiungi il malto e il tamari e lascia cuocere e caramellare 5-10 minuti.

Metti sul fuoco il latte di soia con mezzo cucchiaino di sale e un po’ di noce moscata. Nel frattempo mescola la farina con un po’ di olio di mais, quanto basta per ottenere una pastella piuttosto liquida. Porta il latte a bollore e versa la pastella mescolando con una frusta. Cuoci 2-3 minuti mescolando e quando la besciamella si è addensata bene, spegni il fuoco.

Strizza le biete molto bene e frulla con il tofu e gli aromi tritati. Trasferisci il composto in una ciotola, aggiungi 5 cucchiai di farina e una presa di sale. Mescola bene, assaggia ed eventualmente aggiusta di sale. Forma i malfatti: a pallina o a cilindretto. Riporta a bollore l’acqua in cui hai lessato le biete e il tofu e fai cuocere i malfatti qualche minuto. Quando tendono a venire a galla sono pronti. Trasferiscili in padella con la besciamella e mescola delicatamente.

Accompagna i malfatti alla besciamella con le cipolle caramellate e una spolverata di gomasio.

Se hai tempo e voglia di insaporire ulteriormente i malfatti, puoi far cuocere le biete in padella con un po’ d’olio e uno spicchio d’aglio e strizzarle successivamente. 😉

Se invece sei di fretta puoi accorciare i tempi usando gli spinaci surgelati.

Buon appetito!

Prova questa ricetta e poi raccontami come è andata lasciando un commento. Condividere con gli altri la tua esperienza sarà di grande aiuto per tutti!

 

14 Comments

  • Pubblicato 29 Settembre 2015 11:14 Daniela Vicari 0Likes

    Ciao Dealma sono Daniela Vicari, mi piacerebbe provare questa ricetta, ma mi puoi per favore indicare a peso le dosi delle biete o degli spinaci, perché non so quantificare in cespi il peso; per non ritrovarmi ad avere troppo o troppo poco di verdura. Io trovo la verdura sciolta in negozio e quindi…
    Io e mio marito andavamo matti per i malfatti che faceva una signora vicino a casa, ma naturalmente con ingredienti di natura animale. Quindi sono curiosa di provare la tua splendida ricetta vegana. Grazie mille! 🙂
    Ciao Daniela

    • Pubblicato 30 Settembre 2015 19:29 Dealma Franceschetti 0Likes

      Ciao Daniela, anch’io andavo matta per i malfatti! Me li faceva mia mamma da piccola e ho cercato di creare qualcosa di simile….ovviamente non vengono uguali! Sigh! Non so darti le dosi precise perchè non ho pesato le biete (dimenticanza mia, perdonami). Dovrai sperimentare oppure aspettare che mi decida a rifarli, questa volta pesando diligentemente le biete e aggiornando la ricetta. 🙂

      • Pubblicato 1 Ottobre 2015 11:06 Daniela Vicari 0Likes

        Ciao Dealma, ti ringrazio per la risposta, sei sempre molto attenta e gentile e non hai niente di cui scusarti, anzi sono io che non ho ancora sperimentato abbastanza per arrangiarmi da sola! Li farò questa sera e proverò con 500g di spinaci poi ti farò sapere 😉
        Buona giornata.
        Saluti Daniela

  • Pubblicato 2 Ottobre 2014 20:47 barbara 0Likes

    Provata la ricetta e riuscitissima! ed apprezzatissima anche da marito e treenne! La cipolla caramellata un successone anche per la cucciola grande… Ottima ricetta…

  • Trackback: La macrobiotica entra in un istituto alberghiero! | La Via Macrobiotica
  • Trackback: Pasqua...cosa mangio? | La Via Macrobiotica
  • Trackback: DOMENICA VEG: MALFATTI AL TOFU | Terra Madre

Lascia un commento