“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Minestra di miglio e cavolo nero

Minestra di miglio e cavolo nero

Questa minestra di miglio e cavolo nero è facilissima da preparare e molto comoda, perchè basta mettere tutto in pentola e lasciar cuocere 20 minuti.

Il cavolo nero è un ortaggio eccezionale e non dobbiamo farcelo scappare finchè è disponibile!

Ha uno spiccato potere anti infiammatorio, è ricco di vitamine, di ferro, di calcio, di acidi grassi polinsaturi, di flavonoidi dal potere antiossidante ed è considerato prezioso come anti tumorale.

Quindi finchè c’è usiamolo anche tutti i giorni!

 

Ingredienti

  • 70-80 g di miglio decorticato
  • 1 cipolla piccola
  • 1 carota
  • 4-5 foglie di cavolo nero
  • 1 ciuffetto di daikon secco
  • 2 funghi shitake
  • 1 pezzetto di alga wakame
  • qualche goccia di succo di zenzero (a piacere)
  • 1 cucchiaio di miso (di riso o d’orzo)
  • salsa di soia q.b.
  • 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
  • aromi a piacere (timo, rosmarino, ecc.)
  • 1 litro d’acqua circa

Metti a scaldare l’acqua in una pentola con dentro i due funghi shitake e l’alga wakame, così accorci i tempi di ammollo.

 

Nel frattempo lava il miglio e aggiungilo in pentola. Affetta la cipolla, la carota e aggiungile in pentola. Aggiungi il daikon secco.

 

A questo punto i funghi e l’alga saranno morbidi. Toglili dalla pentola e tagliali a pezzetti. Attenzione a non bruciarti! Aggiungi anche loro in pentola.

 

Dal momento del bollore cuoci circa 20 minuti. Puoi aggiungere a piacere gli aromi che preferisci.

 

Dopo circa 10 minuti di cottura lava le foglie di cavolo nero e tagliale e listarelle. Aggiungile in pentola e continua la cottura.

 

A fine cottura, gli ultimi 2-3 minuti aggiungi l’olio e un cucchiaio di salsa di soia.

 

A questo punto sciogli il miso a parte con un po’ di minestra e aggiungilo in pentola. Mescola e spegni il fuoco.
Assaggia e se necessario regola di sale con la salsa di soia.

 

Se ti piace aggiungi anche un po’ di succo di zenzero (basta grattugiare un pezzetto di radice fresca e spremerne tra le dita la polpa ottenuta per estrarre il succo).

 

Ricordati che se hai bisogno di un aiuto in cucina c’è L’apprendista macrobiotico!

 

Se hai difficoltà a trovare nei negozi il daikon secco o i funghi shitake, puoi acquistarli online:
Daikon Secco - 100 g

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Funghi Shitake - 50 g

Voto medio su 15 recensioni: Buono

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

23 commenti
  1. Ciao Dealma,
    dev’essere proprio buona questa minestra!
    Il daikon secco lo metti in ammollo?
    In caso di ipotiroidismo si possono consumare le alghe o si devono evitare?
    Grazie e buona giornata
    Luisa

    • Ciao Luisa, in questo caso non serve l’ammollo dato che lo mettiamo in una minestra e non serve tagliarlo. Le alghe sono di grande aiuto in caso di ipotiroidismo perchè stimolano la tiroide a lavorare. Andrebbero consumate regolarmente tutti i giorni.

      • Grazie, te lo chiedevo per mio papà. Ha vari problemi di salute ed ultimamente ha perso l’appetito ed è un po’ depresso; dagli ultimi esami fatti è risultato anemico, anche perchè si alimenta molto poco, per cui pensavo di cercare di fargli assumere un po’ di alghe che potrebbero aiutarlo anche con l’osteoporosi. Devo trovare però un modo per camuffarle

        • Il modo migliore per nasconderle è infilarle in una minestra, un minestrone o una zuppa. 🙂

          • Già, pensavo di prenderle in fiocchi così da non complicare le cose a mia mamma. Hai qualche consiglio su quale sia la migliore? Prendo una miscela di vari tipi?

          • Ogni alga ha le sue proprietà e il suo campo d’azione. Per minestre/zuppe va benissimo la wakame ma non so se la trovi in fiocchi. Invece la Nori c’è anche in fiocchi e va bene anche per le minestre. Puoi prendere l’abitudine di inserire anche un pezzetto di kombu da togliere alla fine.

  2. Per semplificare potrei prendere il mix della finestra…

    • Si può essere una soluzione anche se l’uso della wakame è particolarmente consigliato e se ho capito quale prodotto intendi, non la contiene.

      • Hai ragione, come posso abbrustolire in casa la wakame? Devo lavarla prima e poi passarla sul fuoco? Se fosse macinata mia mamma riuscirebbe ad usarla con minor difficoltà

        • Di solito viene venduta secca quindi non è necessario abbrustolirla. Basta sminuzzarla con un frullatore. 🙂

          • Ottimo. Grazie mille Dealma, sei sempre molto gentile!!

  3. Ciao Dealma, ieri sera ho sperimentato questa ricetta e ho trovato la minestra eccezionale. Ti meriti 5 stelline. E’ piaciuta a tutta la famiglia che di macrobiotica non ne vuole sapere e me ne sono guardata bene dal dire cos’era e cosa conteneva. Non ho messo lo zenzero perché in dispensa ho solo quello in polvere: posso usarlo al posto di quello fresco, anche per altre ricette? Ti chiedo inoltre come cucinare, in alternativa, il cavolo nero.

    • Ciao Vanda, grazie per le 5 stelline! Sono felice che sia piaciuta anche alla famiglia. Lo zenzero in polvere non è equivalente alla radice fresca, perchè non è più vitale ed è quindi poco attivo. Meglio usare la radice fresca se è possibile. Alternative al cavolo nero: in padella con altre verdure o da solo, magari con uno spicchio d’aglio; per ripieni di torte di verdure (prova questa mia ricetta usando però il cavolo nero!); per farcire una crepes salata (passato in padella ovviamente e magari poi frullato per ridurlo in crema); frullato (scottato) con anacardi, olio e sale per fare un pesto un po’ strano; oppure cucinato con un cereale e poi “crocchettizzato“. Scatena la fantasia e sperimenta. 🙂

  4. Salve Dealma è diverso tempo che la seguo e uso spesso le sue ricette, che sono sempre ottime, ma ultimaente non sono stato ligio ad una alimentazione macrobiotica, e ho spesso problemi di acidità di stomaco, quali alimenti potrebbero aiutarmi?
    grazie

    • Buongiorno Luca, non conoscendo a fondo la sua situazione posso darle solo dei consigli generali. Innanzi tutto le consiglio di prendere per qualche giorno di seguito la bevanda di kuzu e umeboshi. E’ un vero toccasana per lo stomaco e spegne il bruciore. Si può prendere a digiuno, soprattutto per “curare” lo stomaco, ma anche al bisogno dopo i pasti qual’ora arrivasse l’acidità. Si può prendere anche più volte al giorno e per un tempo indeterminato. Per ciò che riguarda il cibo, ciò che conta è eliminare o ridurre il più possibile i cibi che non piacciono allo stomaco e che possono aumentare l’acidità: cibo animale, bevande zuccherate, zuccheri raffinati, farine (anche se integrali), alcol, caffè, eccesso di cibo crudo (frutta in particolare, ma anche semi oleosi e verdure). Sperimenti e poi mi faccia sapere come va. E se non ne viene a capo allora bisogna considerare tutto l’insieme (il fegato ad esempio è spesso coinvolto nei problemi di stomaco), ma per far questo ho bisogno della consulenza personalizzata.

      • grazie mille Dealma, proverò a seguire questi consigli e le sapro dire. grazie ancora

  5. Ciao Dealma, ancora una volta volevo ringraziarti per le tue ricette.
    Questa zuppa in particolare l’ho fatta piu’ volte ed e’ sempre venuta molto bene, la adoro!
    Da qualche anno, passo dopo passo, sto cambiando alimentazione seguendo anche qualche corso e le tue ricette mi aiutano tanto.
    Quindi grazie e buona giornata.

    Valeria

    • Ciao Valeria, sono felice di esserti d’aiuto, grazie per avermelo detto. Per me è sempre di grande incoraggiamento a continuare. 🙂

  6. Stasera ho cucinato qusta minestra. Non avevo in casa i funghi shitake e l’alga. È venuta benissimo ed è buonissima. I funghi shitake e l’alga che funzione in più hanno? inoltre da un senso di sazietà incredibile

    • Ciao Simona! Sono felice che ti sia piaciuta. E’ vero, uno dei benefici del cereale n chicco rispetto alle farine (pasta, pane, ecc.) è quello di dare un buon senso di sazietà. L’alga wakame lavora nello specifico sul fegato e in generale come tutte le alghe ha potere disintossicante e dimagrante. Lo shitake aiuta ad abbassare il colesterolo, a regolarizzare la pressione e rinforza il sistema immunitario.

  7. Ciao Dealma, grazie veramente per tutto! Seguo molto il tuo blog sia per le utili informazioni che dai sia per le ricette 🙂 favolose 🙂
    A proposito di questa zuppa con il miglio: volevo chiederti se va bene la cottura con la pentola a pressione…. soprattutto per questione dei miei tempi molto stretti!
    Grazie mille 🙂

    • Ciao Roberta, si puoi usare la pentola a pressione certo. 🙂

Scrivi un commento