“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.”
Francois de la Rochefoucauld

Plumcake di carote e mandorle

Plumcake carote e mandorle

Un plumacake semplice per la colazione o per una merenda a casa, a scuola o in ufficio.

Facilissimo e buonissimo. 🙂

E’ dolcificato con poco malto quindi ha un sapore dolce molto delicato.

Se senti il bisogno di dolcificare di piĂą, ti consiglio di aggiungere un po’ di uvetta tritata.

 

Ingredienti

  • 150 g di farina semi integrale o integrale
  • 60 g di mandorle da ridurre in farina
  • 100 g di carote (circa 2 carote)
  • 1 cucchiaio di lievito naturale oppure bicarbonato
  • la buccia di 1 limone
  • ½ cucchiaino scarso di cannella
  • 3 cucchiai di olio e.v.o. oppure di mais
  • 80 g di malto di riso
  • 140-150 ml di latte di soia (circa 1 bicchiere)
  • 1 pizzico di sale marino integrale
  • qualche mandorla per decorare

Mescola la farina con il sale, le mandorle ridotte in farina, il lievito, la cannella e la buccia di limone.

Grattugia le carote e aggiungile al composto.

Mescola e aggiungi l’olio e il malto.

Aggiungi gradualmente il latte di soia e mescola bene.

Trasferisci in uno stampo da plumcake oppure in una tortiera (rivestiti con carta forno oppure oliati).

Decora come preferisci con qualche mandorla e inforna in forno caldo a 170-180° per circa 30-40 minuti, dipende dal forno.

Puoi utilizzare questo impasto anche in teglia per farne una torta oppure nei pirottini per muffin.

Tutti i prodotti da forno (pane, pizza, crekers, fette biscottate, biscotti, ecc.) vanno usati con moderazione perchè creano molta contrazione nel corpo.

Questo significa creare tensione, rigidità e secchezza, che può favorire la comparsa di dolori alla schiena, alle articolazioni, disturbi del sonno, ansia, fame nervosa, mal di testa alla nuca, tosse secca e stitichezza.

Se soffri di uno di questi problemi, prova a ridurre o a eliminare per qualche settimana i prodotti da forno e probabilmente avrai un miglioramento. 🙂

Se non trovi nei negozi la farina semi integrale o il malto o il lievito naturale, puoi ordinarli online:

Farina di Grano Tenero tipo 2
Da agricoltura Biodinamica per preparare pizza, pane, torte, pasta sfoglia, biscotti e focacce.

Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere

€ 2.8

Malto di Riso Bio
Dolcificante con un elevato potere nutrizionale

Voto medio su 99 recensioni: Da non perdere

€ 3.7


Diventa anche tu un mio Apprendista!

Con il libro appena uscito o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi. 🙂

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”:

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 45 recensioni: Da non perdere

€ 9.8
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

9 commenti
  1. L’ho provata in questi giorni, ma ho aggiunto qualche pezzettino di cioccolato amaro. Ho anche aggiunto l’ uvetta tritata, ma per il mio gusto potevo tranquillamente farne a meno. Il giorno seguente era piĂą asciutta e ancora piĂą buona e aromatica. Grazie Dealma per queste delizie!

    • Bene mi fa piacere! Devo provarla anch’io con il cioccolato! 🙂

  2. Buongiorno dealma le tensione che producono i prodotti da forno sono causa della cottura o delle farine e persiste anche se le farine vengono auto prodotte e usate immediatamente. Grazie e buone feste

    • Ciao Emanuela, si purtroppo il problema della tensione e della rigiditĂ  resta indipendentemente dal tipo di farina di cereale utilizzata. Questo perchè è un problema energetico. La farina di cereale, messa in forno, si yanghizza troppo, anche se autoprodotta e macinata al momento.

      • Grazie dealma per il tuo chiarimento ma incorrerei lo stesso in problema di tensione se utilizzassi per delle torte le farine fi legumi . Grazie ancora tantissimo

        • Ciao Emanuela, non so dirtelo con certezza assoluta. Secondo quello che ho studiato e letto, è un problema specifico della farina di cereali. Non so però se è una buona idea usare la farina di legumi per i dolci….a meno di non mangiarne pochi, perchè il rischio è il mala di pancia! 🙂

  3. Scusami se ti disturbo ancora ma sono veramente in difficoltĂ  i problemi di tensione si hanno anche utilizzando farine che provengono da semi tipo grano saraceno o amaranto p quinoa quindi non cereali tecnicamente . Grazie mille e scusa ancora

    • Ciao Emanuela, non preoccpuarti, mi fa piacere se posso aiutarti a chiarire dei dubbi. Si vale anche per gli pseudo-cereali.

  4. Scusami se ti disturbo ancora ma sono veramente in difficoltĂ  i problemi di tensione si hanno anche utilizzando farine che provengono da semi tipo grano saraceno o amaranto p quinoa quindi non cereali tecnicamente . Grazie mille e scusa ancora. Io sono celiaca e diabetica quindi è un po’ difficile per me .

Scrivi un commento