Possiamo usare i legumi anche nei dolci? Certamente!

I legumi hanno un naturale sapore dolce molto delicato, che si presta bene per torte, budini, dolcetti vari e muffin.

La presenza di un legume in un dolce lo arricchisce soprattutto di fibre, che andranno a rallentare l’assorbimento degli zuccheri semplici, aiutando ad evitare eventuali picchi glicemici.

Apporteranno anche tutte le loro preziose qualità ovviamente, dai sali minerali, alle vitamine, ai componenti attivi nel ridurre il colesterolo ad esempio.

Ho cotto questi muffin al vapore, per lasciarli più “leggeri” energeticamente e non gravare sul fegato nel periodo primaverile, ma si possono cuocere anche in forno.

La cottura al forno delle farine dei cereali infatti, crea un forte effetto yanghizzante che non piace al fegato e crea in generale nel corpo, tensione, indurimento, secchezza.

Ingredienti

Per circa 9 muffin

Frulla i piselli cotti (scolati bene) con le albicocche, la crema di mandorle e il sale.

Mescola gli ingredienti secchi in una ciotola: la farina, il lievito, la cannella (oppure la buccia di limone).

Aggiungi la purea di piselli e albicocche e mescola bene.

Aggiungi gradualmente il latte vegetale. Potrebbe bastarne meno o servirne di più, dipende dall’assorbimento della farina che hai usato.

Il composto finale deve essere molto fluido.

Versa nei pirottini di silicone o di ceramica e cuoci al vapore per 20 minuti. Poi lasciali raffreddare bene su un piano di lavoro.

Per la cottura al vapore dei muffin puoi procedere in due modi:

1 – pentola + cestello di metallo per la cottura al vapore delle verdure (da inserire all’interno. Meglio se il cestello è piatto) + coperchio + un po’ d’acqua sul fondo della pentola.

2 – pentola + cestelli di bamboo (da appoggiare sul bordo della pentola) + acqua sul fondo della pentola

Puoi cuocere anche in forno con i classici pirottini di carta da inserire nello stampo per muffin.

Per la cottura dei piselli secchi spezzati:

Metti in ammollo i piselli secchi per almeno due ore. Poi cuocili con un pezzetto di alga kombu per circa 40 minuti o comunque finchè saranno morbidi.

Nota sulle albicocche secche:

Devono esser scure per essere naturali, non arancioni. Quelle arancioni sono trattate con sostanze chimiche per ridare il colore arancione.

Se non riesci a trovare nei negozi una buona farina semi integrale, il latte vegetale non dolcificato, la crema di mandorle, i piselli spezzati, le albicocche naturali o il lievito naturale, puoi acquistarli qui:

Piselli Spezzati senza Glutine Bio
Per vellutate e minestroni

Voto medio su 21 recensioni: Buono

 

Albicocche Secche Bio

Voto medio su 101 recensioni: Da non perdere

 

Avena Drink - Bevanda di Avena
Bevanda 100% vegetale, senza dolcificante

Voto medio su 423 recensioni: Da non perdere


 

Amandino - Crema di Mandorle Sgusciate Bio, Italiane
100% Mandorle Sgusciate, Senza Conservanti ed Emulsionanti

Voto medio su 18 recensioni: Da non perdere

Farina di Tipo 2 Bio di Grani Antichi

Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere

€ 3,86

Farina Semintegrale di Farro Monococco Tipo 2 - Alicorno
Farina tipo 2 macinata a pietra

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

€ 4,94

 

Polvere Lievitante per Dolci Istantanea
Senza glutine

Voto medio su 69 recensioni: Da non perdere

Diventa anche tu mio Apprendista!

Con il libro o con il Video Corso!

Ti aspettano tante ricette e tanti altri trucchetti pratici per cucinare velocemente piatti sani e golosi.

Se acquisti il libro su Macrolibrarsi ricevi in omaggio il mio ebook “Pronto soccorso macrobiotico”

L'Apprendista Macrobiotico
Ricette illustrate e consigli per scoprire la cucina Macrobiotica Vegana

Voto medio su 62 recensioni: Da non perdere

€ 9,80

E se ami i dolci naturali, golosi, ma sani, è uscito “Dolci buoni e sani”.

Puoi scegliere la versione classica o quella autografata!

Dolci Buoni e Sani
Felicemente golosi senza dipendenza – Senza zuccheri raffinati, latticini e uova
€ 23,50

Lascia un commento